Apple sta ritardando il ritorno obbligatorio agli uffici almeno fino a gennaio 2022, citando un’impennata dei casi di COVID-19. L’azienda darà ai dipendenti un mese di preavviso prima che debbano tornare a lavorare di persona.

In una e-mail interna inviata questa sera, Deirdre O’Brien, vicepresidente senior di people and retail, ha incoraggiato i dipendenti a vaccinarsi e ha fatto notare che i negozi Apple rimangono aperti.

“So che ci sono sentimenti di frustrazione per il fatto che la pandemia non è ancora alle nostre spalle”, ha scritto. “Per molti colleghi in tutto il mondo, questo periodo è stato un momento di grande tragedia, sofferenza e strazio. Per favore, sappiate che siamo tutti qui per sostenerci l’un l’altro e stare insieme durante questi tempi difficili”.

L’azienda, che in precedenza scoraggiava il lavoro da casa per la maggior parte dei dipendenti, ha cambiato la sua posizione a giugno quando Tim Cook ha detto che avrebbe testato un modello di lavoro ibrido che avrebbe richiesto ai dipendenti di tornare in ufficio tre giorni alla settimana a partire dai primi di settembre. Quella data è stata poi spostata almeno a ottobre – e ora al nuovo anno.

Alcuni dipendenti hanno spinto fortemente contro questo modello, dicendo che vogliono una politica più flessibile dove chiunque voglia lavorare da casa può farlo.

Source link