I pazienti sono trattati in un ospedale di fortuna covid-19 a Port Moresby, Papua Nuova Guinea il 9 ottobre 2021.
Foto: Andrew Kutan / AFP (Getty Images)

L’ufficio finanziario del governo della Papua Nuova Guinea è stato colpito da un cyberattacco ransomware e gli hacker stanno chiedendo bitcoin, secondo Notizie di Bloomberg. E mentre molte delle specifiche che circondano l’attacco non sono ancora chiare, sta diventando ovvio che gli hacker non prenderanno più di mira solo i paesi più ricchi e le società più ricche con il ransomware.

Papua Nuova Guinea, un paese di 9 milioni di persone appena a nord dell’Australia e ad est dell’Indonesia, dipende fortemente da aiuto straniero per finanziare molti dei servizi del paese. Gli hacker sconosciuti hanno preso di mira il Dipartimento delle Finanze della PNG e il suo sistema di gestione finanziaria integrata, che gestisce gran parte degli aiuti finanziari.

Il cyberattacco è avvenuto la scorsa settimana e mentre sappiamo che gli hacker hanno chiesto bitcoin, la criptovaluta scelta per gli attacchi ransomware, il governo della Papua Nuova Guinea non vuole dire quanto denaro è stato richiesto. Il ransomware tipicamente comporta la crittografia di file sensibili e la richiesta di un riscatto per le chiavi di decrittazione. In questo caso, sembra che i fondi per gli aiuti stranieri siano stati congelati, secondo Bloomberg, anche se la meccanica di come sia successo è ancora sconosciuta.

Per finire, la Papua Nuova Guinea ha lottato nelle ultime settimane con alcuni dei suoi peggiori aumenti di covid-19 fino ad oggi. Il paese ha attualmente una media di circa 388 casi al giorno, ampiamente creduto di essere un sottoconteggio del numero reale a causa di test scadenti, secondo l’Australia ABC News. La nazione del Pacifico ha anche lottato con le vaccinazioni per il covid-19, raggiungendo un triste 1,2% di tasso di vaccinazione finora.

Semplicemente non c’è abbastanza spazio negli ospedali locali per gestire i pazienti con il covid-19 e le scorte di ossigeno sono pericolosamente basse, secondo le persone a terra che hanno assistito alla tragedia.. Solo la scorsa settimana, almeno 100 persone sono arrivate all’ospedale generale di Port Moresby della PNG morte per covid-19. L’afflusso di morti ha portato i leader locali a pianificare una sepoltura di massa in modo che i cadaveri non occupino così tanto spazio nell’obitorio stracolmo.

Come spiega l’ABC, parte della lotta per far vaccinare la gente in Papua Nuova Guinea è la proliferazione di teorie del complotto online:

Le teorie di cospirazione diffuse e la disinformazione condivisa online sono state incolpate; la loro diffusione è stata favorita dalla sfiducia nel governo e nelle autorità. In alcune comunità, gli operatori sanitari che offrono il vaccino sono stati addirittura minacciati o attaccati.

In aprile, Facebook ha annunciato che stava lanciando una campagna di educazione in PNG, ma non sembra essersi diffusa ampiamente. La ABC ha chiesto a quanti utenti è stata lanciata e sta aspettando la risposta.

Gizmodo ha anche chiesto a Facebook via e-mail circa la sua campagna di educazione in Papua Nuova Guinea, che ha spiegato che i suoi annunci avevano raggiunto oltre 800.000 persone.

La campagna di alfabetizzazione mediatica Papua Nuova Guinea Covid Misinformation ha eseguito annunci su Facebook e Instagram educando gli utenti sui migliori consigli per individuare la disinformazione relativa al COVID-19 online”, un portavoce di Facebook ha detto a Gizmodo giovedì presto.

Tra il 7 aprile e il 28 giugno, gli annunci hanno raggiunto oltre 800.000 persone e hanno avuto oltre 4,6 milioni di impressioni. L’88% delle persone raggiunte aveva meno di 45 anni. Il 38% delle persone raggiunte erano donne e il 62% uomini”.

Nel frattempo, speriamo solo che gli hacker non inzuppino PNG per tutto il suo valore. Le grandi aziende come JBS, che ha pagato 11 milioni di dollari in bitcoin all’inizio di quest’anno per far decifrare i suoi file, possono assorbire questo tipo di costi. Possono anche inserirli nei loro bilanci regolari in questi giorni, dato che il ransomware in bitcoin diventa sempre più comune. Ma paesi come la PNG sono appesi a un filo finanziariamente. Semplicemente non hanno bisogno di questa merda in questo momento.

Aggiornato alle 7:28 ET con il commento di Facebook sul suo programma in PNG.

.

Source link