In questa foto d’archivio del 6 settembre 2018, il cardinale Raymond Burke applaude durante una conferenza stampa al Senato italiano a Roma.
Foto: Alessandra Tarantino (AP)

Secondo l’account Twitter del cardinale, il cardinale Raymond Burke, leader della chiesa cattolica, è stato messo su un ventilatore dopo aver contratto il covid-19. Burke ha ripetutamente fatto commenti bizzarri sulla pandemia da quando è iniziata l’anno scorso, comprese le affermazioni secondo cui i governi potrebbero provare a posizionare microchip negli esseri umani durante la crisi sanitaria.

“Il cardinale Burke è stato ricoverato in ospedale con COVID-19 ed è assistito da un ventilatore. I medici sono incoraggiati dai suoi progressi”, l’account Twitter del cardinale annunciato.

“Lui ha pregato fedelmente il Rosario per chi è affetto dal virus. In questa vigilia dell’Assunta, preghiamo ora per lui il Rosario», prosegue il racconto.

Secondo quanto riferito, Burke, un americano che vive principalmente a Roma, ha trascorso del tempo nel suo stato natale del Wisconsin. CNN, dove presumibilmente è in cura per il covid-19. Il Wisconsin ha visto un recente aumento dei casi di covid-19, con 2.448 casi segnalati solo lunedì.

Ma è il particolare tipo di retorica antiscientifica di Burke che rende piuttosto ironica la sua recente malattia. Durante un’omelia in Dicembre del 2020, Burke si è riferito al coronavirus come al “virus Wuhan”, un nome reso popolare dall’ex presidente e noto suprematista bianco Donald Trump. Burke ha anche affermato che il virus veniva utilizzato per promuovere un “programma malvagio”.

Burke si è lamentato del fatto che le strette di mano siano state fatte meno frequentemente per fermare la diffusione del covid-19 e ha fatto forse la sua affermazione più strana quando ha detto che le persone avrebbero cercato di impiantare un microchip durante la vaccinazione contro il coronavirus, durante il Forum della vita di Roma nel maggio del 2020.

“C’è un certo movimento per insistere sul fatto che ora tutti devono essere vaccinati contro il coronavirus covid-19 e anche che una sorta di microchip deve essere posto sotto la pelle di ogni persona in modo che in ogni momento possa essere controllata per quanto riguarda la salute e per quanto riguarda altre questioni, che possiamo solo immaginare come un possibile oggetto di controllo da parte dello Stato”, ha detto Burke.

L’idea che i vaccini covid-19 abbiano microchip segreti è una teoria della cospirazione marginale. Inutile dire che non ci sono microchip nascosti che vengono somministrati con il vaccino covid-19.

Burke ha anche mostrato opposizione a qualsiasi blocco, che è stato utilizzato efficacemente in molti paesi per controllare la diffusione del covid-19. Burke sembrava suggerire che qualsiasi cosa che impedisse alle persone di frequentare fisicamente la chiesa fosse ingiustificabile.

“È stato anche suggerito, anche dai pastori della chiesa, che l’attuale crisi dovrebbe portarci a considerare di nuovo se la messa domenicale sia essenziale per la vita cristiana o se i riti funebri siano essenziali per la pratica della nostra fede”, ha detto Burke.

“L’obbligo della messa domenicale, ad esempio, è una legge divina che siamo obbligati ad osservare a meno che, per ragioni indipendenti dalla nostra volontà, non siamo in grado di farlo. Durante l’attuale crisi, è stato detto che i vescovi dispensano i fedeli dall’obbligo della messa domenicale”, ha continuato Burke.

La nostra relazione con Dio richiede che lasciamo il confinamento delle nostre case e quello che possiamo immaginare essere un ambiente perfettamente protetto in modo che abbia gettato il suo unigenito figlio possa parlare ai nostri cuori e nutrirli con la grazia divina”, ha detto Burke.

“A questo proposito, se è del tutto normale che gli individui escano dalla reclusione della propria casa per acquistare cibo e medicine, è ancora più perfettamente normale che le persone di fede escano dalla reclusione della propria casa per pregare e ricevere i sacramenti.

Burke è stato per anni una figura di estrema destra nella chiesa, recentemente ha fatto notizia per aver incolpato l’abuso sessuale sistemico dei bambini da parte della chiesa cattolica nel corso di molti decenni persone omosessuali.

Non è chiaro se il cardinale Burke sia stato vaccinato contro il covid-19, nonostante le sue opinioni antivaccino estreme, ma i cosiddetti casi di svolta accadono. Ma farsi vaccinare riduce le possibilità di contrarre malattie gravi o addirittura di morire di covid-19, un messaggio che la maggior parte cattolici tradizionali hanno abbracciato.

.

Source link