L’India sta riproponendo l’applicazione COVID-19 per la ricerca dei contatti e il sito web per le vaccinazioni per affrontare altre problematiche sanitarie nel Paese dell’Asia meridionale.

Un alto funzionario ha dichiarato domenica che il governo indiano sta pianificando di utilizzare Aarogya Setu come applicazione sanitaria autonoma del Paese.

L’applicazione offrirà ai residenti la possibilità di prenotare visite mediche e di verificare le registrazioni con codici QR per evitare le code negli ospedali, ha dichiarato RS Sharma, amministratore delegato della National Health Authority, l’ente che supervisiona l’attuazione del programma sanitario pubblico di punta del Paese, durante un evento pubblico.

Aarogya Setu, lanciata nel 2020, ha accumulato oltre 240 milioni di download, ha detto. L’applicazione è stata lanciata inizialmente come “soluzione temporanea a un problema temporaneo”.

Poco dopo il suo lancio, Aarogya Setu, che in sanscrito significa “ponte per la salute”, ha suscitato alcune preoccupazioni da parte dei sostenitori della privacy per il tracciamento delle persone. Nuova Delhi ha respinto le preoccupazioni e ha dichiarato all’epoca che i cosiddetti difetti erano stati implementati nell’applicazione per scelta. Settimane dopo, ha reso disponibile l’applicazione.

Anche il governo indiano sta riutilizzando il suo sito web per le vaccinazioni COVID-19, CoWIN, per servire il programma di immunizzazione universale del Paese.

Il sito rinnovato consentirà alle persone di individuare e ottenere i vaccini obbligatori previsti dal programma di immunizzazione nazionale, comprese le gocce antipolio, e cercherà di aiutare i piccoli medici a utilizzarlo come sistema di gestione delle informazioni sanitarie, ha dichiarato Sharma, che in precedenza ha supervisionato l’ente regolatore delle telecomunicazioni del Paese.

Il COVID Vaccine Intelligence Network, comunemente chiamato CoWIN, è stato introdotto nel gennaio dello scorso anno come piattaforma del governo indiano per tenere un registro unificato delle vaccinazioni COVID-19.

Source link