Giochi antisommossa annunciato sabato che le ultime due partite del League of Legends La US Championship Series (LCS), prevista per la fine di questo mese, non si terrà più con i fan al Prudential Center di Newark, nel New Jersey, “a causa dell’aumento dei casi di COVID-19 negli Stati Uniti”. Le partite si terranno invece alla LCS Arena di Los Angeles. Gli attuali possessori di biglietto riceveranno un rimborso completo.

“Abbiamo programmato il campionato LCS come un road show con i fan e abbiamo preso la decisione di andare avanti sulla base del lancio molto promettente del vaccino COVID-19 in primavera”, ha detto Riot Games nel suo annuncio, aggiungendo che era stato monitorare il recente aumento dei casi. “Dato lo stato attuale delle cose, non possiamo in buona coscienza condurre un grande evento per i fan in questo momento. Dopo molte considerazioni, è con estrema delusione che abbiamo deciso di trasferire l’evento del campionato LCS dal Prudential Center alla LCS Arena.

Un portavoce di Riot Games ha detto in una e-mail a Il Verge sabato che non ci sarebbe stata “nessuna vendita di biglietti per questo evento” e ha confermato che non avrebbe avuto un pubblico di fan dal vivo nella nuova sede.

Durante la pandemia di coronavirus, la lega è passata a un formato completamente virtuale in cui i giocatori hanno gareggiato online. Ha spostato l’evento del campionato di primavera di persona, tenendo le ultime due partite del torneo Midseason Showdown di aprile al Greek Theatre di Los Angeles, ma senza un pubblico dal vivo. Per gran parte dell’estate, i giocatori hanno gareggiato di persona alla LCS Arena senza la presenza di fan, ma sono tornati al gioco remoto alla fine di luglio a causa di test COVID positivi associati a persone collegate a immortali e una squadra senza nome.

Chris Greeley, capo degli eSport di Riot Games per il Nord America e l’Oceania e il commissario LCS, ha dichiarato Il Verge a luglio che, sebbene la lega non avesse un piano di riserva specifico in caso di aumento dei casi di COVID, era pronta ad apportare modifiche se necessario. “Non esiste un playbook sulla pandemia, quindi è difficile iniziare a mettere in atto quei piani di emergenza perché non c’è un insieme noto di variabili”, ha detto all’epoca.

Riot ha dichiarato nel suo annuncio di aver sperato di riunire i fan in una celebrazione del gioco. “Purtroppo, la persistenza e la rapida diffusione della variante delta COVID-19 ci hanno costretto a presentare quella riunione per ora. I nostri fan non meritano niente di meno che un’esperienza di evento LCS di alta qualità piena di eccitazione, connettività e gioia. Dopo aver valutato i rischi, nessun insieme di protocolli o piani ci ha permesso di realizzare quell’evento senza mettere a repentaglio la salute delle nostre squadre, del personale e dei tifosi”.

Aggiornamento 7 agosto 16:19 ET: Aggiunge un commento dal portavoce di Riot Games



Source link