A.ID, una piattaforma di identità e conformità con un focus sui clienti ad alto rischio, ha chiuso un round di investimento pre-seed di 500.000 dollari da parte di investitori angel, tra cui ex dipendenti di RobinHood, Square e Snap.

La startup dice di rivolgersi a un mercato che le aziende Fintech tradizionali e gli istituti bancari non sembrano poter affrontare: ovvero l’aumento di clienti apparentemente “rischiosi” che si occupano semplicemente di prodotti ritenuti problematici. Un esempio è che l’industria della cannabis legale cresce del 67% ogni anno, e la criptovaluta di oltre il 46%. Nel frattempo, la popolazione unbanked e underbanked cresce ogni giorno, ma le istituzioni finanziarie esistenti sembrano incapaci di soddisfare questi mercati in esplosione.

Fondata da Ekaterina Romanovskaya, una terza imprenditrice con esperienza sia nella finanza che nella tecnologia di consumo, e Justinas Kaminskas, che ha lanciato prodotti di conformità in Europa, A.ID è una piattaforma B2B2C.

Romanovskaya ha detto: “Il nostro obiettivo finale è quello di costruire la fiducia: gli utenti finali si fidano delle aziende con i loro dati sensibili, mentre le aziende si fidano degli utenti per non intraprendere attività illegali. Crediamo fortemente che questo tipo di fiducia sia essenziale, e lo vediamo atteso ovunque”.

A.ID dice che la sua soluzione permette ai clienti di verificare l’identità dei loro clienti e di imbarcarli, di eseguire una due diligence standard e avanzata, di vagliare gli individui e le imprese rispetto alle watchlist, di monitorare i loro pagamenti, di creare e risolvere casi di conformità e di segnalare attività sospette alle autorità di regolamentazione. Il cliente può integrarlo via API (application programming interface) o usarlo come applicazione web, o SDK.

Finora conta Arival, una banca digitale per le industrie emergenti, e Clos, un social network per creatori per la verifica degli utenti.

“Mi sono trasferito definitivamente negli Stati Uniti nel 2017. Ma ho lottato per ottenere la giusta attenzione da parte dei VC: Sono caduta in diverse categorie che erano impopolari con gli investitori di venture allo stesso tempo, come l’essere un fondatore donna, un fondatore immigrato e un fondatore senza competenze tecniche. L’azienda che ho avviato è cresciuta organicamente fino a quando la pandemia di COVID-19 l’ha uccisa. Ho usato il blocco del 2020 per studiare la scienza dei dati e imparare a codificare, e sono diventata un ingegnere dei dati. Nel settembre 2020 ho fondato A.ID”, ha detto Romanovskaya a TechCrunch.

Romanovskaya è diventato una celebrità di Twitter Russia quando ha co-fondato un account politico satirico criticando il Cremlino che aveva 2M seguaci al suo picco. Nel 2016 ha co-fondato Nimb, un anello intelligente alla moda con un pulsante antipanico incorporato rivolto alle donne.

A.ID ha sede a Los Angeles, California, USA. La filiale europea opera in UE con un ufficio in Lituania.

Source link