Amazon ha annunciato il suo “primo robot mobile completamente autonomo”, destinato a spostare grandi carrelli nei suoi magazzini. Il robot si chiama Proteus e Amazon afferma che è in grado di navigare in sicurezza intorno ai dipendenti umani, a differenza di alcuni dei suoi robot passati che ha tenuti separati in un’area ingabbiata.

Amazon afferma che i robot Proteus sono dotati di una “tecnologia avanzata di sicurezza, percezione e navigazione” e di una video (stranamente silenzioso) mostra i robot che brillano di una luce verde davanti a sé mentre si muovono. Quando un essere umano entra nel fascio di luce, il robot si ferma e riprende a muoversi dopo che la persona si è allontanata.

L’azienda ha annunciato anche diversi altri sistemi robotici. Uno di questi, chiamato Cardinal, è un braccio robotico in grado di sollevare e spostare pacchi fino a 50 libbre di peso, che Amazon spera di distribuire nei magazzini il prossimo anno. L’azienda afferma che i suoi sistemi di visione computerizzata gli consentono di individuare e sollevare i singoli pacchi, anche se sono ammassati.

Il post di Amazon mostra anche che potrebbe permettere ai dipendenti di abbandonare gli scanner manuali che usano per registrare i codici a barre. Al contrario, i lavoratori si trovano di fronte a un sistema di telecamere che riconosce le confezioni senza fermarsi a scansionare l’etichetta. Non ci sono molti dettagli su come funziona, se non una combinazione di apprendimento automatico e un sistema di telecamere a 120 fps, ma l’effetto è simile a quello già visto con la tecnologia Just Walk Out, che consente all’azienda di costruire negozi senza cassiere. Abbiamo contattato Amazon per sapere esattamente cosa osserva il sistema e vi faremo sapere se avremo risposta.

Come spesso accade con le nuove tecnologie robotiche, ci sono potenziali problemi di lavoro. Nonostante le recenti notizie che Amazon potrebbe presto faticare a trovare lavoratori, l’azienda afferma di non voler costruire robot invece di assumere personale. Un responsabile della divisione robotica di Amazon ha detto esplicitamente Forbes che “sostituire le persone con le macchine è solo un’illusione” che potrebbe portare al fallimento di un’azienda. Tuttavia, i robot potrebbero avere un ruolo nell’imporre un ritmo di lavoro a cui gli esseri umani faticano a stare dietro in modo sicuro, cosa che abbiamo già visto accadere in azienda con i sistemi di gestione automatizzati. Il nuovo sistema di scansione, in particolare, sembra poter creare aspettative irrealistiche sulla velocità con cui i lavoratori dovrebbero muoversi.

Da parte sua, Amazon sostiene che tutti i suoi nuovi robot potrebbero contribuire a migliorare la sicurezza. Cardinal opera in luoghi in cui i lavoratori altrimenti solleverebbero e torcerebbero pacchi pesanti, un movimento che può portare a lesioni, mentre Proteus potrebbe “ridurre la necessità per le persone di spostare manualmente oggetti pesanti”. L’azienda sta anche lavorando a un robot che potrebbe consegnare container ai lavoratori piuttosto che farli piegare o arrampicare per raggiungere gli oggetti.

L’amministratore delegato di Amazon ha recentemente promesso di affrontare sistematicamente i tassi di infortunio nei magazzini dell’azienda, anche se ha minimizzato le notizie secondo cui i suoi lavoratori si infortunano a un tasso doppio rispetto al settore, definendo i tassi dell’azienda “fraintesi”.

Source link