AMC e Warner Bros. hanno stretto un accordo per mantenere i film dello studio in esclusiva per i cinema per 45 giorni, invece di essere immediatamente disponibili in digitale (attraverso Il giornalista di Hollywood). La notizia è stata annunciata dal CEO di AMC Adam Aron durante una chiamata agli utili, e significa che la Warner Bros. non realizzerà i suoi film del 2022, che includono Il Batman e Sesame Street, disponibile a casa (o su HBO Max) fino a poco più di sei settimane dopo l’uscita nelle sale.

La Warner Bros. aveva già un accordo simile con i proprietari di Regal Cinemas, ma la notizia di oggi sembra davvero annunciare la fine dell’esperimento di streaming che lo studio stava provando nel 2021. Anche se HBO Max potrebbe non ricevere i film lo stesso giorno dei cinema più, le cose non stanno tornando esattamente come erano prima della pandemia: i cinema erano soliti rivendicare in esclusiva i film per tra 75 e 90 giorni, che è molto più lungo degli accordi in corso. Anche lo streaming è chiaramente ancora un punto focale per la Warner Bros. AMC ha dichiarato che “tutti i film della Warner Bros.” nel 2022 avranno la finestra di esclusività, ma il CEO di WarnerMedia ha affermato che HBO Max riceverà 10 film esclusivi l’anno prossimo.

La Warner Bros. non è l’unico studio a negoziare per riportare le esclusive teatrali. Anche AMC e Universal hanno elaborato un accordo, che consente una finestra di esclusività di appena 17 giorni, e Disney, insieme a Paramount, farà anche una finestra di 45 giorni. La maggior parte di questi studi ha i propri rispettivi servizi di streaming da curare e vendere, ma i teatri sembrano ancora essere importanti per l’industria cinematografica. Durante la chiamata, AMC ha affermato di avere un “dialogo attivo con tutti i principali studi” sulle finestre di esclusività del teatro.

Aron ha detto alla chiamata che la catena di teatri “non era per niente felice” quando la Warner Bros.’ il piano era che le sue uscite in streaming e in sala avvenissero lo stesso giorno. La catena di teatri non era sola nella sua angoscia. Registi come Denis Villeneuve (Blade Runner 2049, Duna) e Christopher Nolan (Principio, inizio) ha quasi dichiarato che lo streaming in giornata è la fine del cinema.

Gli attori, la cui paga può essere legata alle prestazioni al botteghino, erano anche scontenti delle uscite in streaming giornaliere, con Scarlett Johansson che ha fatto causa alla Disney per Vedova Nerail rilascio. Con attori, registi e teatri che vanno contro di loro, non è difficile capire perché gli studi stiano considerando di tornare al vecchio modo di rilasciare film (se con finestre più brevi).

Nella chiamata sugli utili è stata menzionata anche una serie di nuovi cinema e acquisizioni: AMC afferma che aprirà una dozzina di nuovi cinema in tutto il mondo, oltre ad acquisire una manciata di teatri non specificati dalla catena Arclight / Pacific, che ha annunciato che non riaprirà dopo il COVID all’inizio di quest’anno. Buone notizie se vuoi vedere un film non appena sarà disponibile pubblicamente.

Source link