Apple sta indicando ai suoi fornitori di componenti per iPhone 13 che potrebbe non ordinare tante unità come previsto a causa di un calo della domanda, secondo un rapporto di Bloomberg.

Mentre l’azienda aveva già tagliato gli ordini per l’anno a 80 milioni – da un obiettivo di 90 milioni – si dice che avesse intenzione di recuperare gran parte del calo l’anno prossimo. Ora, però, si dice che Apple abbia detto ai partner di produzione che questo potrebbe non accadere e che potrebbero non vedere il previsto aumento degli ordini.

Come quasi tutte le altre aziende tecnologiche, Apple ha avuto a che fare con i problemi di approvvigionamento causati dalla carenza globale di semiconduttori. Il CEO Tim Cook ha detto che i guadagni trimestrali dell’azienda hanno subito un colpo stimato di 6 miliardi di dollari a causa della carenza e dell’impatto del COVID-19 sulla produzione nel sud-est asiatico, e Apple si aspettava un impatto ancora maggiore su questo trimestre di vacanza.

Se il rapporto di Bloomberg è accurato, però, suggerisce che la gamma di iPhone 13 potrebbe non soddisfare le aspettative iniziali di Apple anche senza la carenza di forniture. Il piano originale di assemblare 90 milioni di unità per il 2021 rifletteva una previsione di aumento della domanda, poiché Apple di solito ordina circa 75 milioni di iPhone per l’anno di ogni lancio.

Source link