La malattia ha sintomi non specifici come febbre, dolori articolari e mal di testa e può anche portare a condizioni come polmonite, formazione di ascessi e infezioni del sangue. La malattia può essere fatale fino al 50% dei casi.

In precedenza si riteneva che il batterio fosse presente solo nelle regioni tropicali e subtropicali, come il Sud-Est asiatico, l’Australia settentrionale, parti dell’America meridionale e centrale e Porto Rico. Il CDC ha storicamente ricevuto segnalazioni di 12 casi di melioidosi negli Stati Uniti ogni anno, la maggior parte dei quali si è verificata in individui con una storia di viaggi in paesi in cui il batterio è solitamente presente.

Oltre a questi, nel 2021 è stato segnalato un gruppo di quattro casi in quattro stati, ma in seguito è stato collegato alla contaminazione di un prodotto di aromaterapia importato negli Stati Uniti.

Source link