Foto: Drew Angerer (Getty Images)

L’amministrazione Biden prevede di incontrare i funzionari di decine di paesi alla fine di questo mese nel tentativo di coordinare meglio un giro di vite sulle bande di criminali informatici, in particolare il ransomware.

“Questo mese, gli Stati Uniti riuniranno 30 paesi per accelerare la nostra cooperazione nella lotta contro la criminalità informatica, migliorando la collaborazione tra le forze dell’ordine, arginando l’uso illecito di criptovalute e impegnandosi su questi temi a livello diplomatico”, il presidente ha detto in una dichiarazione pubblicato venerdì. Biden ha inoltre dichiarato che gli Stati Uniti stavano “collaborando strettamente con le nazioni di tutto il mondo” sulla questione, compresi gli alleati del G7 e della NATO, e che la sua amministrazione era impegnata a “portare la piena forza delle nostre capacità per interrompere l’attività informatica dannosa”.

Non è chiaro quali paesi saranno coinvolti nel prossimo incontro o quando avrà luogo, anche se La CNN riporta che sarà parte di uno “sforzo ricorrente”. La prima riunione, che sarà ospitata dal Consiglio di Sicurezza Nazionale della Casa Bianca, avrà luogo virtualmente, dice l’uscita.

L’opportunità per i leader stranieri di avere un tale vertice è uno sviluppo promettente, poiché gli esperti hanno suggerito da tempo che combattere efficacemente il crimine informatico richiede un coordinamento internazionale. Per gran parte della storia degli attacchi ransomware, i criminali sono rimasti in gran parte fuori dalla portata dei procedimenti giudiziari – non solo perché tali crimini possono essere commessi dietro un velo di anonimato online, ma perché gli hacker sono quasi sempre situati in paesi diversi rispetto alle loro vittime. Di conseguenza, identificare, trovare ed estradare i criminali può richiedere un’immensa quantità di coordinamento internazionale.

Tuttavia, il grado di escalation del crimine informatico negli ultimi anni potrebbe ora costringere i leader a sviluppare soluzioni a queste difficoltà a lungo sostenute. Dopo un torrent di cyberattacchi all’inizio di quest’anno, l’amministrazione Biden ha fatto la lotta al ransomware un elemento centrale della sua agenda, annunciando una serie di nuovi programmi e partnership per affrontare la minaccia. Questo ha incluso un nuovo task force presso il Dipartimento di Giustizia, incontri con il settore privato, un ordine esecutivo, e nuovo punizioni dal Dipartimento del Tesoro rivolto agli scambi di criptovalute che agiscono come porti sicuri per i criminali.

Sulla scia dell’annuncio di venerdì, un funzionario della Casa Bianca ha detto a Reuters che l’amministrazione era ansiosa di colpire “l’uso improprio della moneta virtuale per riciclare i pagamenti di riscatto” e che hanno intenzione di “indagare e perseguire i criminali del ransomware” in futuro.

.

Source link