.

Immagine: Studi Marvel

Il cast e la troupe di Black Panther: Wakanda per sempre hanno trascorso mesi ad essere piuttosto diretti riguardo ai loro sentimenti su continuare il film senza il protagonista originale Chadwick Boseman, e più vagamente su come sarebbe stato il sequel se non fosse venuto a mancare inaspettatamente nel 2020. Anche se il film è diventato un successo piuttosto solido al botteghino e sembra pronto per a conquistare l’oro dei premi come il primo film, la domanda su cosa sarebbe potuto essere aleggia intorno al prodotto finale. In precedenza si era detto che il film del 2022 era “spiritualmente simile” al progetto originale e, comprensibilmente, nessuno dei coinvolti ha ampliato la questione.

In una recente intervista con il New York Times, il regista Ryan Coogler e il co-sceneggiatore Joe Robert Cole hanno parlato del loro progetto iniziale di Wakanda per sempre, e sembra tematicamente in linea con quello che è attualmente nelle sale. Ma prima di entrare nel merito, abbiamo bisogno di questo…

Immagine per l'articolo intitolato Black Panther: Gli sceneggiatori di Wakanda Forever'parlano di ciò che è quasi stato

Coogler, in passato, ha parlato di come Wakanda per sempre si sarebbe inizialmente concentrato su T’Challa che prova un senso di perdita dopo essere stato cancellato dall’esistenza in Avengers: Infinity War e poi cinque anni dopo in Avengers: Endgame. Questo senso di dislocazione sarebbe stato il tema chiave del film, enfatizzato dal fatto che il regista viene a sapere che la sua amante Nakia (Lupita Nyong’o) ha avuto un figlio durante quel salto temporale di cinque anni. Incontriamo Toussaint (conosciuto anche come T’Challa II) nei momenti conclusivi di Wakanda per sempre, interpretato da Divine Love Konadu-Sun, ma in origine aveva un ruolo molto più importante nel sequel.

“Doveva essere una storia padre-figlio dalla prospettiva del padre”, ha detto Coogler. “Il primo film era stato una storia padre-figlio dalla prospettiva dei figli”. Come nel primo film, la scena di apertura sarebbe stata una sequenza animata in cui Nakia chiede a Toussaint di dirle cosa sa di suo padre, e il pubblico scopre che Toussaint non sa che suo padre era la Pantera Nera. Nakia si è risposata con un uomo di Haiti”. Poi, si passa alla realtà ed è la notte in cui tutti tornano dal Blip. Si vede T’Challa che incontra il bambino per la prima volta”.

Da lì, ha continuato Coogler, avremmo visto T’Challa co-genitore di Toussaint con Nakia nei tre anni successivi, compresa una sequenza in cui i due trascorrevano l’ottavo compleanno di Toussaint vivendo nella terra del Wakanda. T’Challa avrebbe dovuto salvare il mondo con suo figlio al seguito. Namor (Tenoch Huerta Mejjia) era ancora previsto come antagonista, ma sarebbe stato uno dei cattivi principali; Allegra de Fontaine (Julia Louis-Dreyfuss) sarebbe stata il secondo. “Era fondamentalmente un conflitto a tre tra Wakanda, Stati Uniti e Talokan. Ma tutto era per lo più dal punto di vista del bambino”.

Con quanto il Pantera Nera I film di Black Panther (e la filmografia di Coogler) sono radicati nell’idea di eredità e paternità, e forse non sorprende troppo sapere che questa linea guida sarebbe continuata nel sequel. Tuttavia, non si può fare a meno di chiedersi come sarebbe stato questo tipo di film, non solo perché i film Marvel hanno posto una tale enfasi sul fatto che i personaggi principali abbiano una propria famiglia, ma anche per il modo in cui l’approccio di Coogler e Cole alle storie padre-figlio sarebbe stato diverso da quello che abbiamo di solito a questo proposito.

[via[viaThe Hollywood Reporter]


Vuoi altre notizie su io9? Scopri quando aspettarti le ultime notizie Marvel, Guerre Stellari, e Star Trek uscite, cosa c’è di nuovo per il Universo DC al cinema e in TVe tutto quello che c’è da sapere sul futuro dell’universo DC. Doctor Who.

Source link