Schermata: HBO

“So solo quello che mi dico”.

Immagine per l'articolo intitolato Caleb ha la crisi d'identità definitiva in un Westworld particolarmente triste

Questa breve e sorprendente battuta di dialogo è pronunciata da Caleb (Aaron Paul) a Caleb (ancora Aaron Paul), entrambi – insieme a molti altri Caleb – si trovano in un inferno unico in “Fidelity”. Ha già affrontato la devastante notizia di non essere riuscito a impedire a Hale (Tessa Thompson) di prendere il controllo del mondo. 23 anni fa, ma le cose riescono a peggiorare quando scopre come un Host che non ha raggiunto fedeltà, sta iniziando a funzionare male.

Hale si è preoccupata di creare 277 copie precedenti di Caleb perché vuole scoprire come ha fatto a resistere al suo parassita di controllo mentale, diventando così il primo Outlier. La sua speranza è che, se riuscirà a scoprirlo, potrà evitare che gli Outlier “infettino” i suoi Host e li facciano suicidare. Quando era umano, Caleb ha schernito Hale sostenendo che lei sapeva come era riuscito a liberarsi dal suo controllo, quindi tutto ciò che deve fare è continuare a creare altri Caleb finché non scopre la risposta.

Hale gli dice tutto questo nella sua cella, portando una clessidra di dimensioni comiche per indicare la sua incipiente fine. Gli dice anche che sua figlia Frankie (Aurora Perrineau) è viva, il che fa scoppiare Caleb in un pianto di gioia agrodolce, un momento recitato con forza da Paul, anche dopo che Hale lo deride dicendo che ha inserito uno dei suoi Anfitrioni nella ribellione degli Outlier di Frankie. Dopo che Hale se ne va, le finestre opache della sua cella diventano chiare e Caleb riceve un’altra angosciante scossa: non è solo. Diverse altre versioni di Host occupano celle simili e sono tutte in vari stadi di disfacimento.

È il primo di molti momenti divertenti e snervanti in “Fidelity” in cui Caleb viene forzatamente ricordato di non essere più umano. Ma fortunatamente, una versione particolarmente degradata di Caleb dà al nostro Caleb un indizio sul fatto che ha bisogno di più tempo, così controlla la clessidra e vi trova una piccola cartuccia, che lo mette fuori combattimento in modo che sembra morto. Uno dei Drone Host di Hale preme il pulsante di terminazione, facendo erompere getti di fuoco dal soffitto. L’unica via di fuga è una grata sul pavimento… sulla quale è misteriosamente incisa una piccola freccia che indica come aprire la grata.

Immagine per l'articolo intitolato Caleb ha la crisi d'identità definitiva in un Westworld particolarmente triste

Schermata: HBO

Quando Caleb riesce a fuggire, cade in un mucchio di ossa e cenere, chiaramente i resti di Caleb che non sono stati così fortunati. Mentre viaggia nelle viscere dell’edificio dell’Olympiad Entertainment, inizia a vedere segni che indicano che non è il primo Caleb ad aver compiuto questa stessa fuga. C’è l’impronta di una mano cinerea su un muro, dove un Caleb precedente si è tenuto in equilibrio. Dopo un dopo un combattimento con un Anfitrione Drone, trova un’impronta di mano insanguinata sul muro, a indicare che un Caleb aveva già vissuto la stessa identica rissa e forse aveva anche ricevuto la stessa ferita.

Ma nulla batte la scena orribile che Caleb trova dopo essersi infilato nei condotti di ventilazione. C’è un Caleb morente vicino a un’apertura e quando il nostro Caleb guarda giù, vede un gigantesco salto con a terra i cadaveri insanguinati di altri due Caleb che erano così disperati di fuggire da rischiare il salto. Fortunatamente, il Caleb morente ha un’idea: fare da cuscino umano per permettere al nostro Caleb di sopravvivere alla caduta. È un sacrificio, ma i due Caleb sono uniti dal desiderio di contattare Frankie. Cadono. Il nostro Caleb sopravvive. L’altro Caleb muore in modo orribile. Alla fine, Caleb riesce a raggiungere il tetto dell’edificio, dove utilizza la radio di un ascensore da cantiere per inviare un messaggio audio a Frankie.

Non ci vuole un genio per capire che Hale ha architettato la fuga di Caleb; se più Caleb precedenti avessero preso la stessa strada, Hale l’avrebbe capito prima di arrivare a Caleb #278. Certamente lo avrebbe cercato in lungo e in largo nell’edificio per assicurarsi che non si liberasse veramente. Ma Caleb lo scopre solo dopo aver consegnato il suo messaggio, quando Hale appare, con in mano la cartuccia che ha chiaramente lasciato nella clessidra, e dice di aver aspettato a lungo che lui arrivasse abbastanza lontano da poter ascoltare il messaggio, nella speranza che contenesse qualche indizio. Non è così, quindi Hale spezza il collo a Caleb e fa costruire un nuovo Ospite Caleb.

Se ci si pensa per più di un minuto, niente di tutto questo ha senso. Perché Hale ha reso la fuga così elaborata? Se tutto doveva essere esattamente così perché Caleb inviasse un messaggio a Frankie, significa che stava creando copie di Caleb appositamente per essere nelle altre celle della prigione per spaventarlo e dargli l’indizio della cartuccia? Ha messo lì gli altri Caleb o ha lasciato intenzionalmente dei cadaveri in giro per l’edificio perché lui li trovasse? Inoltre, perché Hale ha lasciato che tutto ciò avvenisse nel mondo reale invece che in una simulazione, risparmiando tempo e risorse preziose?

Non mi sono minimamente preoccupato di queste domande quando ho visto “Fidelity” perché, ancora una volta, era così piacevolmente inquietante, e me ne preoccupo solo in parte adesso. Posso sempre fare un po’ di giri di parole a Westworld quando è divertente. Ciò che mi irrita molto di più sono le due scene di flashback goffamente stipate nell’episodio. La prima è quella della giovane Frankie che si sbuccia il ginocchio e si rifiuta di camminare. Caleb le fa un discorso d’incoraggiamento, in cui le rivela la incredibilmente modo smielato con cui è riuscito a resistere alle mosche di Hale: “Sai che tipo di persona non può essere battuta? Quella che non si arrende”.

Immagine per l'articolo intitolato Caleb ha la crisi d'identità definitiva in un Westworld particolarmente triste

Schermata: HBO

Il secondo vede protagonista la giovane Frankie, subito dopo la conquista del mondo da parte di Hale, che trova il giovane Outlier Jay con sua madre. Dopo la fuga, Frankie dice qualcosa su come Jay possa essere il suo nuovo fratello, cosa che Jay rifiuta con rabbia, avendo perso il suo vero fratello a causa delle macchinazioni anti-Outlier di Hale.

Frankie e Bernard (Jeffrey Wright) sono nel presente e si dirigono verso i resti desolati di Mobworld per rianimare Maeve (Thandiwe Newton). Frankie si insospettisce quando Bernard le rivela quanto sa sulla riparazione degli Host, e si insospettisce ancora di più quando Bernard sa in qualche modo che anche le stanze di Mobworld erano in grado di scansionare istantaneamente i dati di una persona, facendo scansionare la stanza a Frankie. Tuttavia, vuole ancora che Maeve venga ricostruita perché l’ha riconosciuta da tempo, quando Maeve è passata da casa per avvertire la famiglia di nascondersi. Se qualcuno sa cosa è successo a suo padre, pensa Frankie, deve essere Maeve.

Quando gli altri ribelli si uniscono a loro a Mobworld, Jay (Daniel Wu) annuncia che Hale sapeva che sarebbero arrivati e che c’è un traditore tra loro. Frankie spara immediatamente a Bernard, che lei Tuttavia, vuole che sia Bernard che Stubbs siano vivi almeno per il tempo necessario a completare Maeve, con grande disappunto di Jay. Questo dà a Bernard l’opportunità di dire a Frankie che uno dei ribelli ritornati è uno degli Anfitrioni di Hale, ma lui, in qualche modo, non sa quale sia. Si tratta di Jay, come Frankie scopre quando lui dice di essere come un fratello per lei, il che la mette in guardia grazie al pessimo flashback di prima. I due litigano e la risvegliata Maeve uccide Jay e salva Frankie all’ultimo secondo. Fine.

Comunque, “Fidelity” è un episodio efficace grazie al classico Westworld La storia di Caleb è abbastanza buona che non mi dispiace che il resto di What the Hell Is Going on With Christina™ venga rimandato di un’altra settimana (o più). Ma mancano solo due episodi e il mondo è ancora sotto il controllo di Hale, Caleb non funziona, Christina è probabilmente Dolores ma con la memoria cancellata e Bernard non ha ancora detto a nessuno qual è il piano. La quarta stagione è stata un netto miglioramento rispetto a quella precedente, ma è giunto il momento Westworld aumenta il ritmo.

Immagine per l'articolo intitolato Caleb ha la crisi d'identità definitiva in un Westworld particolarmente triste

Schermata: HBO

Riflessioni varie:

  • Bernard menziona specificamente che Hale ha uno di quei mega-simulatori, il che mi porta a essere pre-smorfioso riguardo alla mia convinzione che Dolores sia al suo interno, generando narrazioni per le persone controllate da Hale nel mondo reale.
  • Mi stai dicendo che c’è una tecnologia in grado di trovare a distanza le persone che si liberano dal controllo mentale di Hale, ma non c’è nessun test in grado di distinguere tra un Host e un umano? Ad esempio, tutti i membri della ribellione non dovrebbero passare attraverso un metal detector ogni tanto?
  • Come fanno gli Host Drone a sentire qualcuno che sbatte le palpebre, ma anche con quella mappa che individua gli Outlier, apparentemente non riescono a distinguerli altrimenti?
  • Come faceva Hale a sapere che i ribelli stavano arrivando in città se non aveva ancora sostituito Jay? Ed è qualcosa di significativo per la narrazione o solo un buco nella trama? Non si può mai dire con Westworld.
  • Uno dei ricordi di Caleb è quello di una passeggiata in un campo con sua figlia – e sembra aquasi esattamente come il ricordo di Maeve, spesso mostrato, del suo di Maeve che cammina in un campo con sua figlia. Si tratta solo di un parallelo o alcuni dati di Maeve sono entrati nel nucleo di Caleb?
  • Le infermiere mangiano davvero il budino dei loro pazienti mentre sono incoscienti, o la futura moglie di Caleb era solo un mostro di prim’ordine?

Vuoi altre notizie su io9? Scopri quando aspettarti le ultime notizie Marvel e Guerre stellari uscite, cosa c’è di nuovo per il Universo DC al cinema e in TVe tutto quello che c’è da sapere su La casa del drago e Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere.

Source link