Getty

Erika Cheung, assistente di laboratorio di Theranos diventata informatrice, testimonia nel processo per frode telematica di Elizabeth Holmes

Erika Cheung, che è salita sul banco dei testimoni ieri per la sua testimonianza diretta, che è continuata oggi, è nota per essere una delle fonti di John Carreyrou per il suo articolo blockbuster su Theranos. Sapete, l’articolo che è parte del motivo per cui ora stiamo assistendo a US contro Elizabeth Holmes. (La Holmes è sotto processo per diversi capi d’accusa di frode telematica e cospirazione per commettere una frode telematica).

Cheung è, notoriamente, una delle persone che ha denunciato la Holmes. Lei è anche ha tenuto un discorso TED su questo. L’altra fonte importante per Carreyrou era il suo amico, Tyler Shultz, che lavorava anche lui a Theranos ed era il nipote di uno dei membri del consiglio di amministrazione. Si prevede che testimonierà più tardi nel processo, dato che ha cercato di portare i problemi nel laboratorio all’attenzione di Holmes.

A Theranos c’erano due laboratori, ha testimoniato Cheung: il laboratorio di ricerca e sviluppo e il laboratorio clinico. Ha lavorato in entrambi, iniziando dal laboratorio R&D. La sua posizione in entrambi i laboratori era in gran parte la stessa – un lavoro di base che comportava l’esecuzione di test di controllo della qualità per assicurarsi che le macchine funzionassero correttamente. Circa un quarto delle macchine Theranos ha fallito il test in qualsiasi momento, ha detto Cheung. In confronto, le macchine disponibili in commercio fallivano molto meno frequentemente.

Theranos è stato il primo lavoro di Cheung dopo il college, e ha lavorato lì solo per circa sei mesi. Durante quel periodo, ha testimoniato, ha visto problemi con le analisi del sangue di Theranos che le hanno dato seri dubbi sul loro uso sui pazienti. In una e-mail che abbiamo visto oggi, Cheung ha scritto che era felice di fare il controllo di qualità su un campione di epatite C per confermare che il test funzionava, ma “non mi sento a mio agio nell’eseguire il campione del paziente”, ha scritto. Non voleva dare risultati a un paziente da qualcosa che ha fallito così spesso.

Cheung era “stressata e a disagio per quello che stava succedendo”, ha detto alla sbarra. “Dietro le porte chiuse, abbiamo tutti questi problemi e loro [patients] pensano di avere risultati accurati” che possono usare per le decisioni mediche.

La testimonianza di Cheung ha stabilito quale fosse la politica per l’esecuzione dei campioni VIP nei laboratori Theranos, che alcuni risultati sono stati buttati via in modo che le macchine potessero passare il controllo qualità, e che Cheung ha sollevato le sue preoccupazioni abbastanza in alto nella catena alimentare – anche se mai direttamente a Holmes. Invece, Cheung ha parlato sia con Sunny Balwani, il coimputato di Holmes che viene processato separatamente, sia con George Shultz, un membro del consiglio di amministrazione di Theranos.

Balwani le disse che non era qualificata per criticare Theranos, e che avrebbe dovuto eseguire indiscutibilmente i test o lasciare. Così lei si è licenziata.

Alla fine si è rivolta a Carreyrou e ai Centers for Medicare and Medicaid Services, che sono i regolatori che supervisionano questi laboratori. Come risultato, le sono stati notificati documenti legali minacciosi dallo studio legale di Theranos.

I fallimenti del laboratorio non sono davvero in discussione – la difesa li ha riconosciuti nelle dichiarazioni di apertura. Quelle mancanze, ha argomentato Lance Wade, l’avvocato della Holmes, semplicemente non erano colpa della Holmes. E così, nel suo controinterrogatorio, si è sforzato di stabilire con tediosi dettagli tutti gli esperti con cui Cheung ha lavorato, e l’esistenza dei loro dottorati e delle loro lauree in medicina.

E invece di cercare di mettere in dubbio la credibilità di Cheung, Wade ha usato Cheung per introdurre le persone nella sua catena di comando – sottolineando la sua distanza da Holmes. L’ha anche usata per introdurre documenti sui regolamenti di laboratorio del CMS. C’era un documento di 120 pagine che stabiliva gli standard dagli assistenti di laboratorio come la Cheung fino ai vertici del laboratorio. Secondo questi regolamenti, un assistente di laboratorio – l’impiegato di livello più basso – deve avere una laurea in scienze. Questo significa che Holmes non era qualificato nemmeno per fare quel lavoro.

Si può guardare la cosa in due modi. Uno è che la Holmes, fondatrice non qualificata, non poteva sapere quanto male stavano le cose nel laboratorio perché non aveva una laurea. L’altro è che è una grande bandiera rossa che la persona che presumibilmente ha inventato questa tecnologia rivoluzionaria non poteva lavorare nel suo stesso laboratorio.

Wade ha anche esaminato la documentazione che mostrava che si parlava di buttare fuori i campioni “anomali” – rafforzando la sua argomentazione iniziale che nulla di ciò che Theranos stava facendo era segreto.

Abbiamo visto pagine di documentazione con firme che affermavano le procedure. A Cheung fu chiesto di leggere le firme ad alta voce. Nessuna di esse apparteneva a Holmes.

E’ ancora possibile che Wade faccia a pezzi Cheung venerdì – ho visto alcuni interrogatori incrociati difficili – ma questo approccio finora è come l’acqua. E’ d’accordo con alcune delle cose che Cheung ha da dire, ma la colpa è altrove. Per la difesa, è forse la mossa più intelligente del consiglio.

Source link