Grazie per aver letto Startup Weekly. Vuoi il riepilogo settimanale nella tua casella di posta ogni sabato? Iscriviti qui.

Ho parlato a il mio editore questa settimana sul solito: storie imminenti, il futuro del podcast e il terrore esistenziale della sindrome dell’impostore in mezzo a un anno e mezzo di cambiamenti estremi. L’ultimo pezzo ha occupato la maggior parte della conversazione. Vai a capire!

La nostra conversazione è stata utile perché ha messo le parole sullo stress che spesso si trova tra le righe e ha dato peso a piccole cose che vengono nascoste durante un anno di dimensioni pandemiche. Non preoccuparti, non ti annoierò con i miei cicli di pensiero, ma estrarrò alcune lezioni che penso siano ampiamente applicabili ai lettori di Startup Weekly, perché in base ai tuoi clic, so che ti piacciono i suggerimenti (e sinceri quelli, a questo):

  1. Concediti grazia. La pandemia è stata confusa, squilibrata e ha portato molte perdite a molte persone. Se ti senti come se stessi operando a qualcosa di meno del 100% in questo momento, ricorda che stai operando in un momento in cui il mondo sembra dipendere da una lampadina sfilacciata come guida. Prima di essere duro con te stesso per non essere produttivo, pensa a da dove vengono i tuoi standard di produttività e se sono anche equi in primo luogo.
  2. I tuoi problemi non sono unici. Anche se siamo tutti individui diversi e ricchi di sfumature, non siamo soli in molto di ciò che ci rende umani. Tutti pensano troppo, tutti cercano l’anima, tutti hanno insicurezze personali e professionali che emergono in modi non ovvi. Credendo che i tuoi problemi non siano del tutto unici, penso che ti ritroverai a sentire maggiormente il controllo della turbolenza. Il che mi porta al punto successivo…
  3. La vulnerabilità è tutto. La vulnerabilità è stata in primo piano nel primo inning della pandemia, dove siamo stati portati tutti nei salotti, negli uffici domestici e nei cortili degli altri tramite Zoom. Quell’atmosfera è in qualche modo sbiadita man mano che ci siamo adattati sempre di più al lavoro distribuito, ma ciò non significa che non possiamo cercare di trovare modi per essere più vulnerabili l’uno con l’altro. Lasciati avere una voce, anche nei momenti in cui è più facile tacere, perché alla fine ti sentirai più vicino.

Prendi quello che vuoi dai consigli di cui sopra (o guarda questi suggerimenti da un collega imprenditore), ma penso che tutto si riduca alla convinzione che dovremmo essere prima di tutto umani, e inserisci qui la posizione lavorativa secondo. È davvero (ancora) un momento senza precedenti in questo mondo e porre fine allo stigma sulla salute mentale in generale è un obiettivo utile.

Il resto di questa newsletter riguarda un attacco informatico a un’azienda di VC, AfterSquare, e un EC-1 sul 911. Prima di procedere, siamo lieti di annunciare che TechCrunch sta lanciando un’altra newsletter! Questa settimana in app dell’inimitabile Sarah Perez viene lanciata questo sabato mattina, 7 agosto. Iscriviti qui per essere al corrente di tutte le app. Come sempre mi trovi su Twitter @nmasc_.

I criminali informatici prendono di mira un’azienda di venture capital

Crediti immagine: Getty Images

Advanced Technology Ventures, una società di venture capital della Silicon Valley con un patrimonio di 1,8 miliardi di dollari, è stata colpita da un attacco ransomware. I criminali informatici hanno rubato informazioni personali su circa 300 soci accomandanti di ATV, noti anche come le persone che hanno investito milioni di milioni nel suo fondo, secondo uno scoop di Zack Whittaker.

Ecco cosa sapere: Questo particolare attacco ha rubato informazioni chiave su una parte segreta di come funziona il denaro di rischio. Le aziende VC spesso non rivelano tutti i loro LP a causa del vantaggio competitivo e della segretezza. L’azienda potrebbe non volere che i concorrenti sappiano chi li sostiene, mentre un socio accomandante potrebbe non volere che gli altri sappiano dove stanno andando i loro soldi. Poiché i gruppi di ransomware “continuano ad andare a caccia di grandi prede”, secondo Whittaker, gli elenchi di LP ne fanno parte – e altre aziende di VC dovrebbero prenderne nota.

I soldi dietro i soldi:

Dopo che Square paga

Immagine: Bryce Durbin/TechCrunch

Fintech si è accesa questa settimana dopo che Square ha acquistato il gigante “compra ora, paga dopo” Afterpay per $ 29 miliardi. L’accordo, che dovrebbe concludersi il prossimo anno, vedrà Afterpay integrare i suoi servizi negli ecosistemi Seller e Cash Pay di Square. Mary Ann Azevedo ha riportato la notizia in mezzo al riscaldamento del settore, e Alex Wilhelm ha condiviso perché pensa che Square sia atterrato su quel numero magico.

Ecco cosa sapere: Ognuno sta costruendo il proprio servizio BNPL interno, da Shopify (!), A PayPal a, secondo quanto riferito, Apple. Quindi, mentre le teorie “Shopify dovrebbe comprare Afferma” erano in abbondanza, il giornalista Ryan Lawler ha fornito più contesto su cosa significhi questo accordo per le startup.

Matteo Harris di Bain Capital Ventures ha dichiarato a TechCrunch che, man mano che lo spazio BNPL si riempie, non vede “molto margine di manovra/nuovi angoli nello spazio BNPL dei consumatori… la scala è importante e sarà difficile per i nuovi operatori raggiungere la velocità di fuga”.

Invece, pensa che ci sia l’opportunità per i modelli BNPL di entrare nello spazio B2B, dove le aziende possono “sostituire/migliorare il finanziamento tradizionale delle fatture e il credito commerciale”.

Amici del fintech:

Il 411 su 911

Crediti immagine: Nigel Sussman

Il caporedattore di TechCrunch Danny Crichton si è tuffato nel cuore del 911 e della risposta alle emergenze nel nostro ultimo EC-1 su RapidSOS. L’azienda, che ha raccolto oltre 190 milioni di dollari, ha creato una piattaforma dati di risposta alle emergenze che aiuta i primi soccorritori ad accedere a una serie di dati in situazioni ad alta intensità. Elabora più di 150 milioni di emergenze ogni anno e, secondo Crichton, è quasi certamente integrato nel tuo smartphone in questo momento.

Ecco cosa sapere: Dai primi anni di fumo-pizza-forno al suo perno senza design del prodotto, la storia di RapidSOS mostra quanto si possa fare in un decennio di stagnazione da Capitol Hill.

La serie in quattro parti:

Intorno a TC

  • Ryan Lawler è tornato su TechCrunch! Sta lavorando con il team di ExtraCrunch per offrirti un’analisi più approfondita di ciò che sta accadendo nel mondo fintech. È particolarmente interessato al lato B2B del fintech, compreso tutto, dalle startup che costruiscono infrastrutture e strumenti di sviluppo per le aziende che implementano i propri servizi finanziari alle carte aziendali, ai servizi bancari di avvio e ai servizi di gestione delle spese che i lettori di TechCrunch potrebbero utilizzare. Se lavori in un’azienda rilevante nel settore, hai investito in una di quelle aziende o sei un cliente o un partner di una di quelle aziende, gli piacerebbe avere la tua prospettiva su ciò che è interessante e su ciò che sta accadendo. Puoi inviargli un’e-mail a ryanlawler.techcrunch@gmail.com.
  • Non ti do un codice sconto da un po’, quindi usa il codice EQUITÀ per un buon affare sul tuo abbonamento Extra Crunch.
  • L’agenda di Disrupt è viva e respira, quindi controlla chi si unirà al nostro palco virtuale a settembre e acquista i tuoi biglietti.

Per tutta la settimana

Visto su TechCrunch

Visto su Extra Crunch

Ci sentiamo presto,

n



Source link