Cruise, la società di auto a guida autonoma sotto General Motors, ha lanciato una nuova iniziativa chiamata Da fattoria a flotta che consentirà all’azienda di approvvigionarsi di energia solare dalle fattorie nella Central Valley della California. Il sito San Francisco Chronicle è stato il primo a riportare la notizia che Cruise sta acquistando direttamente crediti di energia rinnovabile da Sundale Vineyards e Moonlight Companies per aiutare ad alimentare la sua flotta di veicoli autonomi completamente elettrici a San Francisco.

Cruise ha recentemente ottenuto un permesso per fare la spola con i suoi veicoli di prova a San Francisco senza un operatore di sicurezza umano al volante. L’azienda sta anche accelerando la sua marcia verso la commercializzazione con una recente linea di credito di 5 miliardi di dollari da GM Financial per pagare centinaia di veicoli elettrici e autonomi Origin. Mentre questa partnership con gli agricoltori californiani è senza dubbio una manna per il lavoro dello stato nel progresso delle energie rinnovabili, fornendo anche posti di lavoro e opportunità finanziarie alle imprese locali, Cruise non sta facendo beneficenza qui.

Il California Independent System Operator ha sollecitato i produttori di energia in tutti gli Stati Uniti occidentali per vendere più megawatt allo stato questa estate in previsione di ondate di calore che aumenteranno la domanda di elettricità e potenzialmente causeranno blackout. Le forniture di energia sono già più basse del previsto a causa di siccità, interruzioni e ritardi nel portare nuove fonti di generazione di energia alla rete, causando una ridotta generazione idroelettrica. Per garantire che la rete della California possa gestire il massiccio aumento delle dimensioni della flotta che Cruise sta pianificando, sembra che l’azienda non abbia altra scelta che trovare modi creativi per sostenere la rete. Cruise, tuttavia, è fermamente convinta di avere obiettivi più ambiziosi che assicurare l’energia da qualsiasi fonte disponibile.

“Si tratta interamente di fare la cosa giusta per le nostre città e comunità e di trasformare fondamentalmente il trasporto per il meglio”, ha detto Ray Wert, un portavoce di Cruise, a TechCrunch.

Con la siccità che continua ad affliggere gli agricoltori californiani, convertire i terreni agricoli in fattorie solari è un modo potenziale per aiutare lo stato a raggiungere i suoi obiettivi di cambiamento climatico, secondo un rapporto dell’associazione ambientalista senza scopo di lucro Nature Conservancy. Questo è il motivo per cui Cruise ha visto la logica nell’avvicinarsi ora agli agricoltori della Central Valley.

“Farm to Fleet è un veicolo per ridurre rapidamente le emissioni del trasporto urbano, generando allo stesso tempo nuove entrate per gli agricoltori californiani leader nelle energie rinnovabili”, ha detto Rob Grant, vice presidente di Cruise per gli affari sociali e l’impatto globale, in un post sul blog.

Cruise sta pagando tariffe contrattuali negoziate con le aziende agricole attraverso il suo partner di energia pulita, BTR Energy. L’azienda non sta rivelando i costi, ma dice che sta pagando né più né meno di quello che pagherebbe per utilizzare altre forme di crediti di energia rinnovabile (RECs). I REC sono prodotti quando una fonte di energia rinnovabile genera un megawatt-ora di elettricità e lo passa alla rete. Secondo Cruise, Sundale ha installato 2 megawatt di capacità solare per alimentare i suoi 200.000 metri quadrati di magazzini frigoriferi, e Moonlight ha installato un totale di 3,9 MW di pannelli solari e due sistemi di stoccaggio a batteria per le sue strutture di selezione e stoccaggio. Così, quando Cruise acquista crediti da queste fattorie, è in grado di dire che una quantità specifica del suo uso di elettricità proviene da una fonte rinnovabile. I REC sono unici e tracciati, quindi è chiaro da dove provengono, che tipo di energia hanno usato e dove sono andati. Cruise non ha condiviso quanti REC ha intenzione di acquistare dalle fattorie, ma dice che sarà sufficiente per alimentare la sua flotta di San Francisco.

“Mentre l’energia solare scorre ancora attraverso la stessa griglia, Cruise acquista e poi alla fine ‘ritira’ i crediti di energia rinnovabile generati dai pannelli solari presso le fattorie”, ha detto Wert. “Attraverso i dati che presentiamo trimestralmente al California Air Resources Board, ritiriamo un numero di REC equivalente alla quantità di elettricità che abbiamo usato per caricare i nostri veicoli”.

Wert dice che l’utilizzo di energia completamente rinnovabile è effettivamente redditizio per Cruise in California a causa della Low Carbon Fuel Standard, che è progettato per diminuire l’intensità di carbonio dei carburanti per il trasporto nello stato e fornire più alternative a basse emissioni di carbonio. Cruise possiede e gestisce tutte le sue porte di ricarica EV, quindi è in grado di generare crediti in base al punteggio di intensità di carbonio dell’elettricità e alla quantità di energia fornita. Cruise può poi vendere i suoi crediti ad altre aziende che cercano di ridurre le loro impronte e rispettare i regolamenti.

A parte gli aspetti pratici, Cruise mira a stabilire uno standard per l’industria e a creare una domanda di energia rinnovabile, incentivando così più persone e imprese a crearla.

“Il trasporto è responsabile di oltre il 40% delle emissioni di gas serra, ed è per questo che abbiamo annunciato la nostra Clean Mile Challenge a febbraio, dove abbiamo sfidato il resto dell’industria AV a segnalare quanti chilometri stanno guidando con energia rinnovabile ogni anno”, ha detto Wert. “Speriamo che altri seguano il nostro esempio”.

Source link