Bentornati a The TechCrunch Exchange, una newsletter settimanale su startup e mercati. E’ ispirata a ciò che la rubrica Exchange nei giorni feriali approfondisce, ma gratuita, e fatta per la tua lettura del fine settimana. La vuoi nella tua casella di posta ogni sabato? Iscriviti qui.

Ehi, squadra! Sono Alex. Sono libero la prossima settimana. Anna, la mia co-pilota abituale della rubrica dei giorni feriali, si occuperà della newsletter della prossima settimana. Sarà più che buono. Buon divertimento!

Qualche settimana fa abbiamo dato un’occhiata ad alcuni risultati delle startup, con un focus sulla crescita. Oggi ci concentriamo su una singola azienda dalla collezione di startup che ci hanno scritto: Water Cooler Trivia.

Molte startup nascono come soluzione a un problema. Uno sviluppatore trova una falla nel suo flusso di lavoro, codifica una soluzione per questo e poi costruisce quell’hack in un prodotto che scala. Questo genere di cose.

Collin Waldoch ha fatto qualcosa di diverso, trasformando un suo hobby in un business.

Provenendo da una famiglia di sei figli in quella che lui chiamava una famiglia competitiva, Waldoch ha ospitato trivia da bar durante il college, e più tardi ha mandato in giro domande settimanali di trivia sul suo posto di lavoro dopo aver completato gli studi. Ha mantenuto l’abitudine durante la sua prima carriera, che ha incluso un periodo alla Lyft.

Fu durante la sua vita aziendale che Waldoch si rese conto che le aziende erano disposte a spendere molto per le attività di squadra. Come una squadra di calcio di cui faceva parte durante un lavoro, per la quale il suo datore di lavoro spendeva qualche migliaio di dollari, ma che faticava a trovare abbastanza giocatori regolari. Se le aziende avrebbero speso così tanti soldi per uno sport di gruppo che pochi dei suoi abitanti volevano, pensò, forse c’era qualche budget che poteva attaccare con un prodotto trivia.

Così Waldoch ha iniziato Water Cooler Trivia, costruendolo come un prodotto aziendale che lui e alcuni amici hanno portato a circa 20.000 dollari di ARR come progetto secondario. Il fondatore ha descritto il suo livello di successo all’epoca come un bel po’ di soldi per la birra. Ad aiutare il progetto a portare entrate è stato un tasso di abbandono super-basso, qualcosa che ha aiutato Waldoch a decidere di lasciare il suo lavoro diurno in Lyft e prendere il suo progetto secondario a tempo pieno.

Oggi Water Cooler Trivia ha raggiunto 300.000 dollari di ARR e sfoggia una collezione di lavoratori in tutto il mondo che lo aiutano a funzionare. Le aziende possono selezionare i livelli di difficoltà per le loro domande settimanali del trivia e tracciare i punteggi dei dipendenti con classifiche longitudinali.

Parte del successo dell’idea, secondo Waldoch, è che è costruita per l’utente finale – i dipendenti – invece che per le risorse umane. Il che significa che è effettivamente divertente. Oggi l’azienda ha sperimentato un po’ di churn, ma ha ancora un tasso di ritenzione netto di poco inferiore al 100%. Questo è ottimo per un prodotto che non presenta upsell di livello enterprise-SaaS.

E il servizio è economico. Probabilmente troppo economico, francamente. A 100 dollari al mese per 100 posti, Water Cooler potrebbe probabilmente aumentare ciò che fa pagare e spingere le sue entrate più in alto in breve tempo. Waldoch ha detto che la sua azienda potrebbe iniziare ad aumentare le sue tariffe nel quarto trimestre di quest’anno. Ma anche senza questo, Water Cooler pensa di avere un’enorme quantità di crescita aperta dal suo prodotto principale.

Mi piace. Lunga vita al software che rende la vita un po’ più divertente.

Deriva, Xometria, Carota

È stata una settimana intensa con infinite archiviazioni di IPO e otto miliardi di startup YC che lanciano, ma altre cose ha fatto accaduto di cui dobbiamo parlare:

Sono curioso della vendita di Drift al private equity: Drift di Boston ha venduto la maggior parte delle sue azioni a Vista Equity Partners, ha annunciato questa settimana. Sono stato negli uffici di Drift, perché una volta l’azienda ci ha prestato una stanza per registrare un podcast. Le persone lì erano gentili. Ma con l’azienda che riporta il 70% di crescita ARR nel 2020, sono curioso di sapere perché Drift non ha semplicemente raccolto più capitale e continuare a crescere. L’azienda è stata in grado di raccogliere un sacco di denaro privato in passato, tra cui, diciamo, un giro di 60 milioni di dollari nel 2018. Uscire dalla maggior parte della società in anticipo sembra un po’ strano, simile a come la vendita di Gainsight a PE è stata un po’ un gratta e vinci. Per Boston, l’uscita è una buona notizia in quanto può aiutare a coniare nuovi investitori angel. Ma sembra ancora un’uscita per la quale ci manca un dettaglio chiave.

Xometry: Questo è stato nella cartella delle note per troppo tempo, e visto che la prossima settimana sono fuori, lo includiamo qui. Ho parlato con Randy Altschuler, CEO di Xometry dopo che la sua azienda ha riportato i guadagni qualche settimana fa. Ricordiamo che Xometry è diventata pubblica all’inizio di quest’anno. Altschuler ha riferito opinioni generalmente rialziste sul processo di andare in pubblico durante l’era COVID-19, chiamando il roadshow Zoom della sua azienda efficiente in un modo che ha permesso alla sua azienda di chattare con più gente, risparmiando anche sull’esaurimento legato ai viaggi.

Xometry, continua: Ma dopo la chiacchierata standard post-IPO, Altschuler aveva alcune note che spiccavano nella mia memoria. La prima è che l’inflazione può avere un impatto sulle imprese tecnologiche. L’aumento dei costi ha un impatto su aziende come Root, che hanno a che fare con i prezzi delle auto usate che hanno un impatto sui costi dei sinistri. L’inflazione spunta anche nel business di Xometry che collega la domanda di produzione con l’offerta di produzione. È un buon promemoria che le condizioni del mercato macro contano davvero nel mondo della tecnologia, solo non in modi che possiamo sempre vedere facilmente.

Xometry, ancora di più: Altschuler ha anche detto che pensa che una carbon tax ad un certo punto sia inevitabile. Questo è venuto fuori nella nostra discussione sulla delocalizzazione della produzione negli Stati Uniti nel tempo. Spedire roba è costoso oggi e si rivelerebbe ancora più costoso se aggiungessimo il prezzo delle emissioni di carbonio tramite una tassa. Questo potrebbe rendere la produzione locale più competitiva, in particolare. Forse questo si rivelerà una manna per chi è a favore di una maggiore produzione industriale nelle società post-industriali. Per le aziende tecnologiche che si occupano di beni del mondo fisico, è qualcosa da tenere a mente.

E, infine, Carrot: Un’altra voce dall’archivio delle note, parliamo di Carota. La startup ha raccolto un round di 75 milioni di dollari qualche settimana fa, così ho chiesto all’azienda la sua storia di crescita e alcune altre cose. Carrot vende un prodotto ai datori di lavoro in modo che possano offrire ai loro lavoratori benefici per la fertilità. Dato il calo dei tassi di fertilità umana, una copertura di questo tipo è, a mio avviso, destinata a diventare più popolare nel tempo.

Altri fattori sono all’opera, naturalmente, ma gli ultimi 18 mesi si sono dimostrati acceleratori per il business di Carrot. Secondo l’azienda, ha visto “quasi 5 volte la crescita complessiva” negli ultimi sei trimestri. La startup prevede di raggiungere 450 clienti entro la fine del 2021, che si aggiungerà a circa un milione di persone coperte.

Carrot ha rifiutato di condividere una differenza di valutazione dalla sua Serie B alla sua Serie C. Felicemente PitchBook ha dei dati sulla questione, quindi possiamo riferire che secondo il suo dataset, la valutazione di Carrot è passata da circa 66 milioni di dollari (post-money) dopo la sua Serie B da 21 milioni di dollari a circa 260 milioni di dollari dopo la sua Serie C. Questo è un buon aumento per i dipendenti e i fondatori dell’azienda.

Il mio rialzo generale intorno alle crescenti esigenze di supporto alla fertilità corrisponde all’ethos dell’azienda, che ha descritto in una e-mail dicendo che pensa che la fertilità e “la cura della formazione della famiglia potrebbero e dovrebbero essere il quarto pilastro dei benefici per i dipendenti e dell’assistenza sanitaria più in generale, molto simile a quello medico o dentistico o visivo”. Un duro sì a questo.

Ok, questo è tutto da parte mia per qualche settimana. State al sicuro, vaccinatevi e siate gentili gli uni con gli altri. – Alex



Source link