Deena Shakir è un partner di Lux Capital, dove cerca di investire in tecnologie che stanno snellendo le industrie analogiche, migliorando anche le vite e i mezzi di sussistenza. Tra le aziende che ha sostenuto, per esempio, ci sono Shiruche sta sfruttando la progettazione computazionale per creare proteine migliorate per aiutare a nutrire il mondo; e AllStripes, che aggrega e analizza le cartelle cliniche, poi vende i dati de-identificati alle aziende farmaceutiche per aiutarle a sviluppare farmaci.

Non è una sorpresa che Shakir si concentri sull’empowerment delle persone. Il padre di Shakir è uno psichiatra e, come ci ha detto una volta, “per un minuto caldo, ho pensato che sarei diventata anch’io un medico”. Invece, dopo aver frequentato Harvard, poi la School of Foreign Service di Georgetown, è finita a lavorare per il Dipartimento di Stato durante l’amministrazione Obama, poi si è diretta a Google. Sarebbe rimasta per i successivi sette anni, trascorrendo l’ultimo di essi con GV, l’unità di rischio di Google. Lì, il suo lavoro ruotava in parte intorno ad alcune delle aziende di proteine alternative nel portafoglio di GV. Poi, nel 2019, è stata presa da Lux.

Infatti, mentre Shakir potrebbe aver immaginato una volta di lavorare con le persone su base individuale, è diventata un investitore sempre più ricercato nei team di startup, motivo per cui non potremmo essere più entusiasti che sia in grado di unirsi a noi quest’anno per TechCrunch Disrupt. In particolare, siamo entusiasti che Shakir giudicherà la nostra competizione Startup Battlefield, il fulcro del Disrupt ogni anno e spesso un evento che cambia la vita al team vincitore – e spesso anche ai secondi classificati. Si consideri che i vincitori del passato includono Vurb, Dropbox, Mint e Yammer, mentre il secondo classificato Cloudflare attualmente vanta un market cap di 26 miliardi di dollari.

È perché prendiamo la competizione – e il nostro record fino ad oggi – così seriamente che siamo estremamente grati agli investitori esperti come Shakir, che fanno le domande giuste e prendono le decisioni difficili quando arriva il momento di decidere quali squadre portare avanti.

Vuoi guardare e giudicare da casa? Con il nostro evento interamente virtuale di quest’anno, sei più che benvenuto ad unirti a noi dalla comodità della tua casa o del tuo ufficio (e facci sapere cosa pensi delle startup nei numerosi forum di networking che troverai).

Per vedere le oltre 20 startup di quest’anno competere per 100.000 dollari – e per interagire con più di 100 ore di contenuti e migliaia di fan entusiasti delle startup – assicurati di prenotare il tuo pass per TC Disrupt, dal 21 al 23 settembre – tutto per meno di 100 dollari.

Assicurati il tuo posto oggi.

Source link