Da oggi, Bitcoin è una valuta ufficiale di El Salvador accanto al dollaro USA, dopo che il paese centroamericano è diventato il primo ad adottare la criptovaluta come moneta legale. A tre minuti a mezzanotte ora locale, il presidente populista del paese Nayid Bukele ha twittato che il paese stava per “fare la storia” con la mossa, dopo aver precedentemente confermato che aveva acquistato 400 Bitcoin, l’equivalente di circa 20,9 milioni di dollari ai prezzi di oggi.

I sostenitori sostengono che la mossa renderà più economico e più facile per i migranti inviare denaro a casa in El Salvador, che è importante dato che tali rimesse rappresentano oltre il 24% del prodotto interno lordo del paese, secondo i dati della Banca Mondiale riportato da CNBC. Ci sono anche speranze che la mossa potrebbe migliorare l’accesso dei cittadini ai servizi finanziari. Il CEO di Strike, una società di finanza digitale che ha aiutato con la logistica della nuova legge, ha detto a CNN che oltre il 70% della “popolazione attiva” del paese non ha attualmente un conto in banca.

Ma ci sono timori che l’adozione di una moneta così storicamente volatile potrebbe danneggiare i salvadoregni, e rischiare la stabilità economica. Bitcoin ha raggiunto un massimo storico di oltre 60.000 dollari in aprile, prima di perdere quasi la metà del suo valore in un crollo più tardi in estate. La legge ha contribuito alla decisione dell’agenzia di rating Moody’s di declassare il rating del debito di El Salvador, secondo Il Financial Times, e anche il FMI ha messo in guardia sui suoi effetti potenzialmente destabilizzanti.

La legge significa che i cittadini saranno in grado di pagare le tasse in Bitcoin, e i negozi saranno in grado di visualizzare i prezzi nella valuta digitale. Il denaro scambiato in questa valuta non sarà anche soggetto alla tassa sulle plusvalenze. CNBC nota che la mossa rende El Salvador il primo paese ad avere ufficialmente Bitcoin nel suo bilancio e a tenerlo come parte delle sue riserve.

El Salvador si sta preparando a sostenere la criptovaluta da mesi, dopo aver approvato la legislazione in giugno. Il mese scorso ha iniziato a installare 200 bancomat in tutto il paese per consentire ai cittadini di convertire tra le due valute ufficiali del paese. Sta anche lanciando il proprio portafoglio digitale chiamato “Chivo”, che assegna agli utenti 30 dollari di Bitcoin gratis per incoraggiare l’adozione.

Nonostante tutte le iniziative, l’evidenza aneddotica suggerisce che poche imprese sono pronte per il cambiamento. Il Financial Times ha intervistato più di 20 imprese nella capitale del paese e ha trovato solo tre che hanno detto di avere piani immediati per accettare la valuta. Altri non avevano iniziato i loro preparativi, o erano attivamente resistenti alle transazioni in Bitcoin. Un sondaggio condotto dall’Università Centroamericana ha trovato che il 70% dei salvadoregni non era d’accordo con la decisione di adottare la criptovaluta come moneta legale, CNBC riporta.



Source link