Foto: Francois Monier / AFP (Getty Images)

Dopo settimane a chiedersi chi avrà i richiami di covid-19 e quando – e a ricevere consigli confusi da una varietà di funzionari pubblici-la Food and Drug Administration ha preso una decisione.

Mercoledì, i regolatori della FDA hanno deciso di modificare l’autorizzazione all’uso di emergenza di Pfizer-BioNTech e consentire una singola iniezione di richiamo del suo vaccino covid-19 da somministrare a certi gruppi di popolazione. I gruppi sono i seguenti: persone di 65 anni e più; persone tra i 18 e i 64 anni che sono ad alto rischio di sviluppare il covid-19 grave; e persone tra i 18 e i 64 anni in certe istituzioni o lavori che li mettono ad alto rischio di sviluppare il covid-19 grave o gravi complicazioni.

Anche se i primi due gruppi sono abbastanza chiari, il terzo gruppo lo è meno, che è forse il motivo per cui i funzionari dell’agenzia hanno deciso di fornire esempi. Janet Woodcock, commissario ad interim della FDA, ha detto che il gruppo comprende, tra gli altri, operatori sanitari, insegnanti, personale di assistenza diurna, lavoratori del settore alimentare, persone in carcere e individui in rifugi per senzatetto.

La decisione dell’agenzia si applica solo al vaccino covid-19 di Pfizer-BioNTech, che è il unico vaccino attualmente approvato nel paese. Va notato che il richiamo è semplicemente una terza dose del vaccino Pfizer-BioNTech. Non è un’iniezione diversa.

“Questa pandemia è dinamica e in evoluzione, con nuovi dati sulla sicurezza ed efficacia del vaccino che diventano disponibili ogni giorno”, ha detto Woodcock in una dichiarazione. “Man mano che impariamo di più sulla sicurezza e l’efficacia dei vaccini COVID-19, compreso l’uso di una dose di richiamo, continueremo a valutare la scienza che cambia rapidamente e a tenere informato il pubblico”.

Per quanto riguarda la tempistica, la FDA ha detto che i colpi di richiamo possono essere dati agli individui nei gruppi specifici almeno sei mesi dopo aver ricevuto la loro serie di 2 dosi e qualsiasi punto dopo quel tempo.

La sicurezza e gli effetti collaterali del richiamo sono stati analizzati da Pfizer in uno studio clinico su 318 persone. I partecipanti, di cui 306 avevano un’età compresa tra i 18 e i 55 anni, mentre 12 avevano più di 65 anni, sono stati monitorati per un tempo medio di due mesi. Gli effetti collaterali dell’iniezione di richiamo sono stati simili a quelli riportati dopo le prime due dosi e hanno incluso dolore, arrossamento e gonfiore nel sito di iniezione, affaticamento, mal di testa, dolori muscolari e articolari e brividi. La FDA ha sottolineato che i partecipanti hanno sperimentato linfonodi gonfi sotto le ascelle più frequentemente dopo l’iniezione di richiamo.

La decisione segue una riunione del Comitato consultivo per i vaccini e i prodotti biologici correlati, il comitato consultivo esterno dell’agenzia, che la settimana scorsa ha votato contro raccomandare i richiami agli americani di età superiore ai 16 anni. Il comitato, tuttavia, ha accettato all’unanimità di raccomandare i richiami alle persone oltre i 65 anni e ad altri ad alto rischio di covid-19. La decisione è stata infine lasciata alla FDA – così come i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, che non ha ancora rilasciato la sua opinione – perché i voti del comitato non sono vincolanti.

La decisione della FDA getta una chiave inglese nel piano dell’amministrazione Biden di fornire colpi di richiamo alla maggior parte degli americani. Gli Stati Uniti sono il ultimo paese ricco ad autorizzare le iniezioni di richiamo per i suoi cittadini, unendosi alla Germania e alla Francia, Gran Bretagna, e Israele.

.

Source link