Il FoodTech è in pieno boom in Europa è cresciuto esponenzialmente. Nel 2020, 3 miliardi di euro sono andati in aziende europee FoodTech (Rapporto sullo stato della tecnologia europea, marzo 2021), e la pandemia ha accelerato la domanda poiché i consumatori si sono spostati verso la consegna di generi alimentari. L’industria è stata anche influenzata dall’ascesa dei marchi alimentari direct-to-consumer. Infine, la pandemia ha creato un boom di interesse per il cibo sano e la nutrizione per migliorare l’immunità delle persone al COVID-19.

Quindi è forse comprensibile che il VC europeo FoodTech Five Seasons Ventures ha annunciato la chiusura definitiva del secondo fondo da 180 milioni di euro. Il loro primo fondo era di 77 milioni di euro, quindi questo prossimo fondo è un miglioramento considerevole e riflette ciò che sta succedendo nella Food Tech.

Il nuovo fondo II continuerà a fare investimenti di serie A e B in aziende europee di FoodTech, con, dice la società “un’enfasi sul cibo in rapida crescita focalizzato sul consumatore con un impatto ambientale o sociale quantificabile.”

Five Seasons dice che mira a dimostrare che le startup FoodTech possono crescere velocemente come le “normali” startup tecnologiche, con il suo portafoglio Fund I sulla buona strada per raggiungere un fatturato combinato di oltre 350 milioni di euro nel 2021, dice. Una di queste aziende, Air Up, ha raggiunto un fatturato di 100 milioni di euro in meno di due anni, dice Five Seasons. Air-Up vende una bottiglia d’acqua intelligente riutilizzabile che “offre il sapore attraverso il profumo retro-nasale”.

Ivan Farneti, socio co-fondatore di Five Seasons Ventures, ha dichiarato: “Non c’è dubbio che il FoodTech stia vivendo un boom in Europa in questo momento. Quando abbiamo lanciato Five Seasons nel 2018, siamo stati il primo VC a concentrarsi sul FoodTech in Europa, e crediamo di aver contribuito a rendere questa una asset class attraente. Il Fondo II è stato rapidamente oversubscribed in quanto più investitori volevano esporsi al FoodTech europeo, alla ricerca di alta crescita e impatto.”

Five seasons ha anche sostenuto Butternut Box, una società di cibo fresco per cani direct-to-consumer in Europa, e ‘This’, alternativa di carne a base vegetale. Anche il team del VC è cresciuto fino a nove, con la nomina di un Head of Impact and Sustainable Investing.

Il Fondo II ha investito finora negli integratori per il benessere femminile her1, e vly, un’azienda che utilizza i piselli per fornire un’alternativa di latte a base vegetale pieno di proteine. Ha anche investito in Barkyn e The Nu Company.

In totale, Five Seasons Ventures ha sostenuto 14 aziende in sei paesi europei: Germania, Francia, Italia, Portogallo, Svizzera e Regno Unito.

In un’intervista, Niccolò Manzoni, socio co-fondatore di Five Seasons Ventures, ha aggiunto: “Se si guarda alla quantità di capitale che è andato in imprese FoodTech negli ultimi due anni è cresciuto da 1 miliardo di euro a 3 miliardi di euro solo in Europa, ed è destinato a continuare a crescere perché ci sono molte aziende che hanno raccolto buoni fondi e sono cresciute molto velocemente.”

“In secondo luogo, ha anche il lato Impact”, ha detto. “Due delle questioni più pressanti che il mondo sta affrontando oggi sono la salute umana e il cambiamento climatico. E questo è esattamente il tipo di aziende che cerchiamo. Se si guarda attraverso il nostro portafoglio, per esempio, l’anno scorso abbiamo salvato circa 2 milioni di chilogrammi di rifiuti alimentari. I prodotti che le nostre aziende vendono sono progettati per migliorare la salute e il benessere… C’è una quantità enorme di cose che puoi fare nella tecnologia alimentare che non puoi fare nel SaaS, per esempio”.

Source link