FTX ha spostato i fondi degli utenti in portafogli offline sabato mattina presto dopo che un’ondata di “transazioni non autorizzate” ha prosciugato centinaia di milioni di dollari dalla borsa di criptovalute assediata. Ryne Miller, consulente generale di FTX US, non ha confermato l’esistenza di un hacking, ma ha dichiarato su Twitter che l’azienda ha effettuato la mossa per “mitigare i danni” causati dal potenziale furto, in quanto il trasferimento dei fondi offline, o in “cold storage”, aiuta a impedire a estranei di accedervi.

Il nuovo amministratore delegato di FTX, John Ray, che ha preso il posto del fondatore dell’azienda Sam Bankman-Fried in seguito alle sue dimissioni di venerdì, ha rilasciato una dichiarazione tramite Miller su Twitter sabato pomeriggio. “Stiamo rimuovendo le funzionalità di trading e di prelievo e stiamo spostando il maggior numero di asset digitali che possono essere identificati verso un nuovo custode di cold wallet”, afferma Ray. “Come ampiamente riportato, si è verificato un accesso non autorizzato ad alcuni asset”. Aggiunge che FTX è in contatto con le forze dell’ordine e con “le autorità di regolamentazione competenti” per affrontare la situazione.

“FTX è stata violata. Tutti i fondi sembrano essere spariti”, scrive un amministratore su FTX scrive sul suo canale Telegram ufficiale, indicando inoltre agli utenti di cancellare le app di FTX e mettendo in guardia dal visitare i siti web della piattaforma a causa della presenza di malware. FTX.com e FTX.us sono attualmente disattivati al momento in cui scriviamo.

Alcuni utenti su Twitter ipotizzano che un membro della cerchia ristretta di Bankman-Fried abbia prosciugato i fondi dell’exchange, con l’investigatore di criptovalute ZachXBT affermando che “diversi ex dipendenti di FTX mi hanno confermato di non riconoscere questi trasferimenti”. Nick Percoco, il CEO della borsa di criptovalute Kraken, afferma che la piattaforma è riuscita a risalire all’identità dell’account in questione, poiché il presunto ladro ha utilizzato Kraken per scaricare i fondi.

La settimana scorsa rapporto da CoinDesk ha contribuito a innescare il rapido e catastrofico crollo di FTX, il che indica che Alameda Research faceva molto affidamento su FTT, un token gemello di FTX. Questo ha portato l’amministratore delegato di Binance, Changpeng “CZ” Zhao, ad annunciare che il suo exchange avrebbe venduto i suoi token FTX, facendo crollare il valore della moneta e spingendo altri clienti ad abbandonare la nave. Poiché FTX ha lottato per compensare il deficit di 8 miliardi di dollari causato dall’afflusso di richieste di prelievo, Binance si è offerta di acquistare l’azienda, ma si è rimangiata i suoi piani solo un giorno dopo, affermando che i “problemi sono al di là del nostro controllo o della nostra capacità di aiutare”.

Secondo un rapporto di Reuters, da un miliardo a due miliardi di dollari di fondi dei clienti non sono ancora stati resi noti dopo che Bankman-Fried ha “segretamente trasferito” 10 miliardi di dollari da FTX per sostenere Alameda Research. In un messaggio di testo a ReutersBankman-Fried ha negato che i fondi siano stati trasferiti segretamente e, secondo quanto riferito, ha risposto “???” quando gli è stato chiesto dei fondi mancanti. L’outlet ha anche scoperto che Bankman-Fried ha aggiunto una “backdoor” al sistema di contabilità di FTX che, secondo quanto riferito, ha permesso al fondatore di modificare i registri finanziari dell’azienda “senza avvisare altre persone”.

Aggiornamento, 3:12PM ET: Aggiornato per aggiungere una dichiarazione di John Ray.



Source link