Bentornati a Reazione a catena.

La scorsa settimana abbiamo parlato di pessimismo infinito nei mercati delle criptovalute. Questa settimana parliamo di feste, tatuaggi, alcol e divertimento.

Se volete ricevere questo articolo nella vostra casella di posta ogni giovedì, potete iscrivervi alla pagina della newsletter di TechCrunch.


Opportunità di uscita

Non è un segreto che molti osservatori stiano guardando con gioia il crollo delle criptovalute, ridendo mentre i token crollano e i volumi degli NFT si riducono. L’industria delle criptovalute è riuscita a farsi molti nemici tra i consumatori nel corso di questa corsa al rialzo: i detrattori sottolineano l’uso aggressivo dell’energia, il profilo di dipendenza degli investimenti in criptovalute e il modo in cui gli NFT sono diventati “MLM per uomini”, come giustificazioni per la loro avversione.

Mentre il mercato delle criptovalute volge al termine, è probabile che ci sia un buon momento di introspezione su come la visione del web3 degli investitori possa dare ai consumatori più motivi di entusiasmo che di scetticismo, ma qualcosa mi dice che l’industria delle criptovalute sta per diventare più insulare che mai.

Questa settimana, gli abitanti di NFT sono scesi a Times Square a New York. Immagini costose hanno trovato spazio sugli enormi schermi pubblicitari, feste a base di token sono fiorite e una serie di collezionisti improvvisamente meno ricchi hanno trovato la strada per commiserarsi e raddoppiare i guadagni. La mia co-conduttrice Anita ha avuto la possibilità di visitare di persona la NFT NYC e ha espresso alcune considerazioni qui di seguito, ma per certi versi le vibrazioni positive mostrano un settore che sta passando dalla modalità di crescita a quella di sopravvivenza.

La versione di sopravvivenza del mondo NFT è ovviamente un po’ diversa. All’evento di questa settimana, il Bored Ape Yacht Club ha ospitato un festival con Future, LCD Soundsystem e Amy Schumer. I Tame Impala hanno animato l’evento Moonbirds di Kevin Rose, dove i possessori di gettoni potevano farsi tatuare dei gufi sul posto. La polizia di New York ha interrotto le feste dell’NFT a base di gettoni. Un progetto ha assunto decine di manifestanti con cartelli che dicevano “Dio odia gli NFT” per stare fuori dal loro evento. Una startup NFT ha assunto un sosia di Snoop Dogg, “Doop Snogg”, per girare intorno al suo evento come tacito pseudo-appoggio.

Alla fine, non è un segreto che il mercato degli NFT fosse pieno di stronzate, e qualsiasi mercato ribassista potrebbe e dovrebbe riportare un po’ di sanità mentale a ciò che è rimasto, ma le linee sembrano un po’ confuse nella terra degli NFT.

Per certi versi, sembra che i ricchi collezionisti dello spazio NFT si stiano buttando nello spazio mentre il mondo che hanno costruito si prepara a un crollo. I cosiddetti progetti blue-chip con piani di 10+ ETH, finanziamenti di rischio e volumi di trading significativi hanno mostrato una sorprendente capacità di recupero di fronte alla crisi, nonostante il crollo dei valori delle criptovalute sottostanti su cui si basano, ma i piani dei progetti NFT in generale hanno subito forti contraccolpi mentre i collezionisti meno ricchi cercano la liquidità di uscita dove possono, lottando per tutto il tempo.


l’ultimo pod

Questa settimana abbiamo dato il via all’episodio analizzando le polemiche scatenate da Elon Musk, il padre dei cani in persona. Musk e le sue aziende, SpaceX e Tesla, sono stati citati in giudizio da un detentore di Dogecoin per aver presumibilmente gonfiato il valore della criptovaluta, che nel frattempo è crollata.

Questa settimana è il momento della NFT NYC, una conferenza sulle criptovalute che ha attirato a New York influencer, investitori, celebrità e simili (maggiori informazioni in merito sono fornite da Anita, che ha girato per la città parlando con la comunità NFT). Abbiamo fatto un’analisi approfondita del mercato NFT stesso e di cosa potrebbe essere alla base dell’apparente esuberanza dello spazio NFT anche in presenza di condizioni di mercato così disastrose per le criptovalute e la tecnologia in generale. Abbiamo concluso le notizie di questa settimana con due disastri legati ai DAO che potrebbero non essere di buon auspicio per il futuro di questa struttura di governance di recente tendenza, ma innegabilmente disordinata.

L’artista musicale e visiva Latasha si è unita a noi nel podcast questa settimana per parlare di come le NFT l’abbiano aiutata a rivendicare la proprietà del suo lavoro creativo e a guadagnarsi da vivere. Ha condiviso la sua visione di Zoratopia, un’esperienza di festival che ha ospitato in occasione di eventi crittografici in tutti gli Stati Uniti, nel suo ruolo di responsabile della comunità della piattaforma NFT Zora.

Iscriviti a Reazione a catena su Apple, Spotify o la vostra piattaforma podcast alternativa preferita per restare al passo con noi ogni settimana.


segui il denaro

Dove si muove il denaro delle startup nel mondo delle criptovalute:

  1. FalconX, una piattaforma di asset digitali per investitori istituzionali, ha annunciato un round di Serie D da 150 milioni di dollari con una valutazione di 8 miliardi di dollari, guidato da GIC e B Capital.
  2. Progetto NFT da collezione Scarabocchi ha ottenuto un finanziamento non rivelato dalla Seven Seven Six di Alexis Ohanian.
  3. Mercato NFT basato su Solana Eden magico ha raccolto 130 milioni di dollari in un round di Serie B guidato da Electric Capital e Greylock Partners, portando la sua valutazione a 1,6 miliardi di dollari.
  4. Prime Trust, una startup di infrastrutture cripto e fintech, ha ottenuto 100 milioni di dollari per la sua Serie B da investitori quali FIS, Fin Capital e Kraken Ventures.
  5. Protocollo di trading a margine senza autorizzazioni OpenLeverage ha ottenuto un investimento strategico di dimensioni non rivelate da Binance Labs.
  6. Società di tooling per commedie e meme basata su NFT Animali domestici terribili, un progetto dei produttori della serie televisiva Silicon Valley, ha raccolto circa 4 milioni di dollari in finanziamenti guidati da First Round Capital, XYZ Capital e Moment.
  7. Astaria, un fornitore di liquidità NFT, ha chiuso un seed round da 8 milioni di dollari con investitori tra cui True Ventures e Arrington Capital.
  8. Endstate, una piattaforma NFT incentrata sulle scarpe da ginnastica, ha ottenuto 5,5 milioni di dollari in finanziamenti di avviamento da investitori quali Archetype e Castle Island.
  9. Protocollo di cambio algoritmico Incremento ha raccolto 1,56 milioni di dollari per il suo seed round guidato da ParaFi.
  10. Afropolitan ha raccolto 2,1 milioni di dollari in finanziamenti pre-seed da Balaji Srinivasan e altri investitori per costruire uno Stato-nazione digitale per gli africani e la diaspora africana.

questa settimana nel web3

Ehi, sono Anita e vi parlo (più o meno) in diretta da NFT NYC questa settimana. Tutti coloro che vivono a Manhattan, me compreso, questa settimana sono stati circondati da un diluvio di deliziati degeneri che liquidavano la crisi. Potete ascoltare il podcast di questa settimana per sentire il mio pensiero su tutto questo, ma qui voglio affrontare una questione diversa: La comunità delle criptovalute sta praticando ciò che predica?

Ci sono state tonnellate di lamentele su Twitter da parte di persone che hanno aspettato in fila per ore per ottenere i loro pass per l’NFT NYC. Mi hanno riferito che anche coloro che hanno partecipato ai panel hanno dovuto attendere in fila insieme a tutti i partecipanti all’evento, che a quanto pare si estendeva per tre isolati.

Vivo a New York da un po’ di tempo, quindi non sono facilmente scosso da una lunga fila, ma mi ha fatto pensare all’ironia dell’intera vicenda. Gli NFT e la tecnologia ad essi associata possono fornire una facile autenticazione e verifica dell’identità. I sostenitori degli NFT amano citare l’esempio degli eventi come caso d’uso privilegiato per la tecnologia, che, a loro dire, potrebbe rendere molto più efficienti gli oneri amministrativi come il controllo delle persone a una conferenza. Dove si trova questa tecnologia alla conferenza di questa settimana?

Sono certo che organizzare un evento di crittografia significhi creare ordine dal caos in un modo che va ben oltre le mie capacità, quindi non sto criticando gli organizzatori della NFT NYC o qualcun altro in particolare. Ma le file alla NFT di New York hanno sollevato una domanda più grande nella mia mente sulla contraddizione tra ciò che la comunità crittografica dice è il futuro rispetto a come si comporta la comunità crittografica. Ad esempio, perché le conferenze di persona sono una parte così importante della conoscenza delle persone nel web3? Non dovremmo tutti aver superato il punto in cui abbiamo bisogno di respirare l’aria degli altri per sentire una connessione umana?

Sulla base di ciò che ho sentito nell’ultimo anno da gran parte della comunità web3, mi sarei aspettato che a quest’ora fossimo tutti in giro con i nostri migliori amici nel metaverso 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Le stesse conferenze sulla crittografia, a quanto pare, rappresentano un’enorme opportunità per gli appassionati del web3 di sfruttare effettivamente la tecnologia che dicono cambierà tutto il nostro modo di vivere. Finora, sembra che questa opportunità sia stata ampiamente trascurata.


Analisi TC+

Ecco alcune delle analisi crittografiche di questa settimana che potete leggere sul nostro servizio di abbonamento TC+ (scritto da Jacquelyn Melinek di TC):

L’enfasi della criptovaluta sulla comunità potrebbe portare i suoi seguaci giù da un precipizio
L’idea della cultura “familiare” che tante aziende promuovono si sta diffondendo anche nel mondo delle criptovalute, con comunità che si formano su una posizione a volte tossica e di culto per sostenere incessantemente i progetti in cui sono investiti. Non fraintendetemi, alcune parti della comunità crittografica sono fantastiche – io stesso faccio parte di alcune comunità – ma quando viene usata male, può portare a un cieco che guida il cieco.

I fondatori di criptovalute devono fare i conti con il calo delle valutazioni e con la volatilità del mercato.
Mentre il mercato delle criptovalute continua a crollare, i fondatori del settore stanno lottando per tenersi stretti gli investitori che ora cercano di minimizzare il rischio e si tirano indietro dai round di finanziamento. Il mercato si sta spostando verso un panorama favorevole ai VC, ma non tutti i fondatori sono soddisfatti del modo in cui vengono trattati ora che gli investitori sono tornati al posto di guida.


Grazie per la lettura e, se volete ricevere questo articolo nella vostra casella di posta ogni giovedì, potete iscrivervi alla pagina della newsletter di TechCrunch. Alla prossima settimana!

Source link