Un’illustrazione di LunaH-Map in orbita intorno alla Luna.
Illustrazione: Università statale dell’Arizona

Una missione per misurare il ghiaccio d’acqua lunare sulla Luna è in pericolo dopo che il cubesat non è riuscito ad accendere i motori poco dopo il lancio. Il tempo sta per scadere: il team ha tempo fino a metà gennaio per riparare i propulsori del veicolo spaziale e dargli una seconda possibilità di entrare nell’orbita lunare.

LunaH-Map della NASA, prodotto dall’Arizona State University, era uno dei 10 cubesat lanciati il 16 novembre 2022 come carico utile secondario. a bordo della missione Artemis 1. La piccola sonda è stata uno dei sei cubesat con cavo per l’invio di un segnale radio alle squadre di terra, in quello che è stato un tasso di logoramento sconvolgente.

Le cose si stavano mettendo bene per LunaH-Map fino al giorno successivo, quando i controllori della missione hanno cercato di attivare il sistema di propulsione del cubesat e di eseguire una manovra cruciale di correzione della rotta. Nonostante i numerosi tentativi, il veicolo spaziale non è riuscita ad accendere i motori, impedendogli di effettuare il flyby lunare previsto per il 21 novembre. LunaH-Map avrebbe dovuto utilizzare questa manovra propulsiva per dirigersi verso la sua orbita intorno alla Luna.

Gli ingegneri sperano di accendere i propulsori di LunaH-Map nelle prossime settimane, in modo che il veicolo spaziale possa prendere una rotta alternativa verso la Luna, ha detto Craig Hardgrove, ricercatore principale di LunaH-Map presso l’Arizona State University, durante una presentazione della missione alla riunione autunnale dell’American Geophysical Union a dicembre, secondo SpaceNews. ha riportato. Il team ha fino a metà gennaio per farlo, altrimenti la sonda non raggiungerà mai alcun tipo di orbita intorno alla Luna..

I dati raccolti finora suggeriscono che una valvola all’interno dei propulsori della navicella è parzialmente bloccata. Gli ingegneri stanno cercando di di utilizzare i riscaldatori del sistema di propulsione per liberare la valvola. Se la navicella dovesse fallire il secondo tentativo di entrare nell’orbita lunare, il team della missione prenderà in considerazione la possibilità di inviare LunaH-Map verso un asteroide vicino alla Terra, secondo Hardgrove.

Mentre La missione Artemis 1 della NASA è stata un successoma il suo carico secondario non è stato altrettanto fortunato, con la maggior parte dei cubesat impacchettati per la missione lunare. fallisce a un certo punto dopo il lancio. La missione ha subito diversi ritardi e gli ingegneri sono riusciti a ricaricare solo quattro dei 10 cubesat già imballati nello Space Launch System (SLS). razzo. La NASA temeva che il cubesat LunaH-Map non avesse abbastanza energia per affrontare il viaggio verso la Luna e portare a termine la sua missione di misurazione del ghiaccio d’acqua nelle regioni in ombra della superficie lunare, ma questo non si è rivelato un problema. La valvola inceppata è un’altra storia.

Non ci vorrà molto per scoprire il destino di LunaH-Map una volta per tutte, ma si spera che questa piccola sonda possa arrivare fino alla Luna.

Altro: La prima missione lunare della Corea del Sud entra in orbita lunare

Source link