Se stai cercando di sviluppare la fluidità in una lingua non madrelingua, l’immersione linguistica è una parte cruciale del processo di apprendimento. Circondarsi di madrelingua aiuta con la pronuncia, la costruzione del contesto e, soprattutto, la fiducia in se stessi.

Ma cosa succede se sei un bambino di otto anni in Spagna che impara l’inglese e non puoi organizzare un viaggio da solo negli Stati Uniti per l’estate?

Novakid, fondata da Maxim Azarov, vuole essere la tua prossima migliore opzione. La startup edtech con sede a San Francisco offre un’immersione in lingua inglese solo virtuale per bambini di età compresa tra i quattro e i 12 anni, combinando un mix di servizi diversi, dai tutor dal vivo alla gamification.

Dopo aver chiuso il round di Serie A da 4,25 milioni di dollari lo scorso dicembre, Novakid ha annunciato oggi che è tornato con un finanziamento di Serie B da 35 milioni di dollari, guidato da Owl Ventures e Goodwater Capital. Al round hanno partecipato anche investitori esistenti, tra cui PortfoLion, LearnStart, TMT Investments, Xploration Capital, LETA Capital e BonAngels.

La startup sta raccogliendo capitali in risposta a un inizio attivo del suo anno. La base di clienti attivi dell’azienda è cresciuta del 350% anno su anno, attualmente con oltre 50.000 studenti paganti. Il denaro verrà utilizzato per portare più studenti nel suo universo di strumenti, oltre ad aiutare Novakid ad espandersi nei mercati internazionali con un’alta popolazione di parlanti che vogliono imparare l’inglese.

La suite di servizi dell’azienda si basa su due principi: in primo luogo, che può immergere gli studenti in tenera età nel mondo dell’inglese su larga scala, e in secondo luogo, che può essere effettivamente divertente da usare.

Quando un utente si iscrive, viene prima connesso a uno dei 2.000 tutor live di Novakid per la prima lezione. I tutor devono essere madrelingua inglese con una laurea BA o superiore, nonché un certificato di insegnamento internazionale come DELTA, CELTA, TESOL o TEFL.

“Una delle cose davvero importanti, anche psicologicamente, è iniziare ad ascoltare la lingua, iniziare a interagire con una persona dal vivo e rimuovere la paura di non capire qualcosa”, ha detto Azarov. L’azienda vuole ricreare le condizioni di come un bambino probabilmente ha imparato la sua prima lingua.

Nella classe, i tutor parlano solo inglese e gli utenti sono incoraggiati a fare lo stesso per costruire lentamente e confondere la loro fiducia. Mentre le lezioni dal vivo basate su video sono una parte fondamentale del prodotto di Novakid, Azarov ha affermato che era importante che la sua azienda “non ti offrisse solo l’accesso a un insegnante” come principale proposta di valore.

“La maggior parte dei concorrenti prende insegnanti e li rende disponibili da remoto in modo da non dover viaggiare e avere una selezione più ampia”, ha affermato. Ma se si guarda al settore nel quadro più ampio, ragazzi come Oxford, Cambridge, Pearson che forniscono contenuti per l’industria dell’apprendimento delle lingue, il loro prodotto fondamentalmente fa schifo. È davvero brutto”. Quindi, Novakid mette la maggior parte delle sue energie nella ricostruzione di un curriculum che funzioni con un design migliore e includa giochi.

I contenuti ludici vivono sia dentro che fuori le classi. All’interno della classe, un insegnante può accompagnare uno studente in un tour potenziato dalla realtà virtuale attraverso famosi monumenti e musei per esercitarsi con il vocabolario. I contenuti autogestiti potrebbero sembrare una “battaglia” multiplayer tra due studenti che rispondono alle domande entro un certo periodo di tempo per ottenere un punteggio migliore. Novakid ha un intero team dedicato alla progettazione e allo sviluppo del gioco.

Gli studenti stanno facendo clic. Gli utenti di Novakid trascorrono due terzi del loro tempo sul sito Web con tutor e un terzo con contenuti di autoapprendimento che l’azienda ha creato internamente. L’azienda vuole cambiare queste concentrazioni perché più studenti trascorrono del tempo con il contenuto asincrono intorno alla grammatica e al vocabolario e gli insegnanti sono riservati a informazioni più complesse come il parlare e la conversazione.

Parte della difficoltà di ampliare un’attività di apprendimento delle lingue è che gli utenti devono rimanere motivati. La gamification aiuta con l’impegno, ma la clientela di bambini di Novakid potrebbe anche essere veloce da sfornare rispetto agli studenti adulti, semplicemente a causa delle priorità. Azarov ha detto che vede come alcuni vedrebbero la vendita esclusivamente ai bambini come uno svantaggio, ma vede la loro attenzione come differenziazione.

“Si ottiene una migliore brand equity quando si è più concentrati”, ha detto. “Il modo in cui i bambini imparano la lingua è molto diverso dal modo in cui gli adulti imparano la lingua, e non credo che i giocatori generici che fanno ‘tutto da tutti’ saranno in grado di farlo [the former] così come noi». Duolingo lanciato di recente Duolingo ABC, un’app gratuita per l’alfabetizzazione inglese con centinaia di esercizi brevi. Mentre l’azienda ora pubblica ha un marchio forte, la strategia di Novakid differisce aggiungendo più servizi intorno all’apprendimento dal vivo e alla conversazione.

Finora, l’azienda ha dimostrato che la sua strategia è valida. Le sue entrate nel 2020 sono state di $ 9 milioni e nel 2021 dovrebbero raggiungere tra $ 36 milioni e $ 45 milioni di entrate. Ha rifiutato di rivelare le specifiche sulla diversità della squadra, ma prevede di dare il via a una serie di assunzioni piuttosto intense in futuro. Azarov prevede di aggiungere 200 persone alla sua azienda di 300 persone nei prossimi sei mesi.

Source link