I ricercatori utilizzeranno l’HAARP (High-frequency Active Auroral Research Program) per sparare onde radio a 9,6 megahertz contro l’asteroide XC15 del 2010. HAARP è un programma di ricerca finanziato dal governo che studia generalmente la ionosfera (parte dell’atmosfera terrestre a 50-400 miglia dalla superficie).

Tuttavia, questa sarà la prima volta che verrà impiegato per esaminare un asteroide.

HAARP scaverà in profondità nell’asteroide

Gli astronomi hanno sparato onde radio nello spazio per individuare gli asteroidi, capire la loro forma, la loro traiettoria, la struttura della loro superficie e molte altre caratteristiche. A questo scopo, utilizzano onde radio con gamme di frequenza nella banda S (da 2.000 a 4.000 MHz) o nella banda X (da 8.000 a 12.000 MHz).

È interessante notare che per sondare il 2010 XC15, i ricercatori utilizzano onde di frequenza molto più bassa (9,6 MHz) e lunghezze d’onda maggiori perché, questa volta, non vogliono solo esplorare la superficie dell’asteroide. Vogliono sapere cosa c’è all’interno.

Le informazioni sugli interni potrebbero rivelare dettagli importanti sui danni che un asteroide potrebbe causare e aiutare gli scienziati a elaborare una strategia di contrasto efficace.

A spiegarlo è il ricercatore e ingegnere capo della NASA, Mark Haynes, ha dichiarato, “La novità e ciò che stiamo cercando di fare è sondare gli interni degli asteroidi con radar e radiotelescopi a lunga lunghezza d’onda da terra. Le lunghezze d’onda maggiori possono penetrare all’interno di un oggetto”.

Source link