La digitalizzazione del tuo taglio di capelli potrebbe non essere stata nella tua lista dei desideri del 2020, ma il 2021 ha una voce ancora più sorprendente: i barbieri tecnologici sono ora una proposta commerciale del valore di quasi un miliardo di dollari.

Squire è uno strumento di gestione del barbiere back-end per aziende indipendenti. L’ho trattato per la prima volta nei primi mesi della pandemia di COVID-19. La startup ha raccolto milioni di dollari giorni prima che la sua clientela chiave, i barbieri, venissero chiusi in tutto il paese. L’azienda alla fine è passata dalla difesa all’offesa nella sua strategia di crescita, trovandosi come un partner chiave per qualsiasi barbiere che avesse bisogno di iniziare a offrire pagamenti senza contatto, prenotazione di appuntamenti digitali e un’esperienza cliente più fluida costruita per una generazione abituata a fare tutto online.

Questa settimana, Squire ha triplicato la sua valutazione grazie a un round guidato da Tiger-Global. La società ora vale $ 750 milioni, dopo essere stata valutata circa $ 75 milioni quando abbiamo parlato con loro per la prima volta.

Quando ho parlato con il co-fondatore Dave Salvant, che ha lanciato l’azienda con Songe LaRon nel 2016, ha spiegato come l’azienda sia ora in grado di espandersi in altre proposte di valore specifiche del barbiere, attraverso acquisizioni o partnership. Questa settimana, ad esempio, Squire ha annunciato di aver lanciato un braccio di elaborazione dei pagamenti con Bond, una società di infrastrutture fintech sostenuta da venture. L’azienda ha anche collaborato con Gusto per offrire servizi di risorse umane alla propria clientela. Salvant ha notato come il progresso della tecnologia, in particolare dei servizi finanziari, consenta loro di offrire un prodotto forte senza la necessità di costruire tutto internamente.

Sebbene si tratti di partnership per ora, non sarei sorpreso se vedessimo che Squire inizia a raccogliere aziende che possono sbloccare valore dai suoi set di dati esistenti su come funzionano i barbieri e che tipo di capitale entra ed esce da quelle porte.

Dietro i numeri:

È un’azienda da tenere d’occhio che si inserisce nella narrativa della pandemia scosso, quindi start-up comprovate che cercano di espandersi con nuove maiuscole. Meno comune, tuttavia, è che Squire sia ora in viaggio per diventare uno storico e sfortunatamente ancora raro unicorno a guida nera. Più punti dati, meglio è.

Nel resto di questa newsletter, discuteremo del debutto pubblico di Robinhood e del motivo per cui un CEO pensa che tutti debbano essere loro per un giorno. Mi trovi su Twitter @nmasc_.

Robinhood vende Robinhood

Crediti immagine: TechCrunch

La tanto attesa IPO di Robinhood non è più tanto attesa. Dopo il prezzo nella fascia più bassa della sua gamma, le azioni dell’app di investimento e trading dei consumatori sono diminuite drasticamente, oscillando tra l’8% e il 10%.

Ecco cosa sapere: Alex Wilhelm, esperto di IPO e co-conduttore di Equity, ci ha fornito due ragioni per cui le azioni di Robinhood sono diminuite. Dopotutto, siamo abituati ai pop nel mondo delle aziende tecnologiche rivolte ai consumatori.

Robinhood ha messo a disposizione dei propri utenti una grossa fetta della sua IPO. Oppure, in pratica, Robinhood ha ridotto la domanda al dettaglio iniziale offrendo ai suoi investitori e commercianti azioni allo stesso prezzo e livello di accesso che venivano dati ai grandi investitori. È un’idea carina. Ma così facendo, Robinhood potrebbe aver ridotto l’interesse al dettaglio non servito nelle sue azioni, forse rimodellando la sua curva di domanda/offerta iniziale.

O forse gli avvertimenti della società secondo cui i suoi volumi di trading potrebbero diminuire nel secondo trimestre del 2021 hanno spaventato alcuni rialzisti.

Diventi un CEO, diventi un CEO!

Scoppia palloncini e stelle filanti sul pavimento di legno

Crediti immagine: Richard Dryy (Si apre in una nuova finestra) / Getty Images

Ora che la birra gratis non è più un vantaggio aziendale, potrebbe essere emerso il prossimo migliore: consentire a chiunque nella tua azienda di diventare CEO per un giorno. Il CEO di Vincit Ville Houttu ha implementato questo programma nella sua azienda nel 2018 e ha affermato che l’iniziativa ha ripagato “dieci volte”.

Ecco come funziona, secondo l’azienda:

Il programma offre al nostro dipendente le redini per 24 ore con un budget illimitato. L’unico requisito? Il CEO deve prendere una decisione duratura che contribuirà a migliorare l’esperienza lavorativa dei dipendenti Vincit. Qualunque cosa decida l’amministratore delegato del giorno, l’azienda si attiene. Possono acquistare qualcosa per l’azienda, modificare una politica, aggiornare uno strumento che usiamo… In realtà, tutto ciò che escogitano può essere fatto.

Puoi vedere le politiche risultanti nella nostra storia, ma a mio modesto parere, il risultato finale è decisamente migliore della birra gratis.

Intorno a TC

  • Il TechCrunch Disrupt Agenda è appena stato pubblicato. È una formazione da leggere e un evento da non perdere. Alcuni punti salienti:
    • Vaso, ceramica e oltre con Seth Rogen (pianta da appartamento), Haneen Davies (pianta da appartamento) e Michael Mohr (pianta da appartamento)
    • Breaking the Bank con Brian Armstrong (Coinbase)
    • Parlando SPAC con Chamath Palihapitiya (capitale sociale)
    • Design dogmatico con Melanie Perkins (Canva)
  • Grida a Amanda Silberling, una recente aggiunta al team TechCrunch che ha assolutamente schiacciato il suo ritmo di tecnologia consumer. Segui lei su Twitter se non lo fai già!

Per tutta la settimana

Visto su TechCrunch

Per ulteriori notizie sul mercato pubblico, iscriviti a Lo scambio di Alex Wilhelm e Anna Heim.

Visto su Extra Crunch

Ci sentiamo presto,

n



Source link