Google ha fornito alcuni dati degli utenti al governo di Hong Kong l’anno scorso, nonostante avesse promesso che non avrebbe trattato tali richieste di dati da parte delle autorità, secondo il Hong Kong Free Press. L’azienda ha detto all’emittente di aver “prodotto alcuni dati” in risposta a tre delle 43 richieste ricevute dal governo di Hong Kong. Due delle richieste avevano a che fare con indagini sul traffico di esseri umani e includevano mandati di perquisizione, e una terza era una rivelazione di emergenza come parte di una minaccia credibile per la vita di qualcuno, HKFP segnalato.

L’azienda ha detto HKFP che nessuna delle tre risposte includeva i dati di contenuto degli utenti.

Lo scorso agosto, Google ha detto che avrebbe smesso di rispondere alle richieste di dati da parte del governo di Hong Kong, a meno che le richieste fossero fatte in collaborazione con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. La mossa era in risposta a una nuova legge sulla sicurezza nazionale di Hong Kong imposta dalla Cina, che includeva una possibile condanna all’ergastolo per le persone riconosciute colpevoli di sovversione. La Cina ha usato le accuse di sovversione per detenere manifestanti politici e dissidenti nella Cina continentale. Facebook e Twitter hanno anche bloccato l’elaborazione delle richieste di dati da parte del governo di Hong Kong in risposta alla legge sulla sicurezza.

Google non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento di The Verge di sabato.

Source link