Il secondo tribunale più anziano dell’UE, il Tribunale, ha confermato una sentenza del 2017 della Commissione europea che ha trovato che Google ha infranto la legge antitrust nel modo in cui ha promosso il suo servizio di confronto degli acquisti e ha retrocesso i rivali.

Google e la sua società madre Alphabet avevano fatto ricorso contro la decisione, ma il Tribunale ha detto oggi di aver respinto quel ricorso e confermato una multa di 2,4 miliardi di euro (2,8 miliardi di dollari).

Questo risultato è significativo in quanto è la prima volta che i giudici dell’UE si sono pronunciati su uno dei casi antitrust firmati dall’influente commissario alla concorrenza Margrethe Vestager. Oltre alla multa per il confronto degli acquisti decisa nel 2017, Vestager ha perseguito altri due importanti casi antitrust contro Google che coinvolgono Android e AdSense. Queste sentenze sono state emesse rispettivamente nel 2018 e nel 2019, e i casi stanno ora attraversando un processo di appello simile a quello che ha coinvolto Google Shopping.

Nella sua sentenza, il Tribunale dell’UE ha detto che Google ha infranto la legge antitrust “favorendo il proprio servizio di shopping di confronto nelle sue pagine di risultati generali attraverso una visualizzazione e un posizionamento più favorevoli, mentre relegava i risultati dei servizi di confronto concorrenti in quelle pagine per mezzo di algoritmi di classificazione.”

Sviluppare…

Source link