Android Gingerbread, hai vissuto una bella vita. Ora è il momento di riposare.
Foto: Gizmodo

Che tu lo stia usando per un tocco nostalgico o hai tenuto un dispositivo troppo a lungo, è ora di dire addio al decennale Pan di zenzero Android. Google lo sta ufficialmente mettendo a tacere.

A partire da settembre 27, l’azienda non consentirà più ai dispositivi che eseguono la versione vintage di Android 2.3.7 o precedenti di connettersi con i servizi Google, tagliando di fatto ogni parte essenziale dell’essere un utente Android. “Se accedi al tuo dispositivo dopo il 27 settembre, potresti ricevere errori di nome utente o password quando tenti di utilizzare prodotti e servizi Google come Gmail, YouTube e Maps”, avverte il funzionario post della community.

Se il dispositivo che stai utilizzando può essere aggiornato ad Android 3.0 e versioni successive, Google ti chiederà di farlo per continuare ad accedere alle app e ai servizi Google. E se non puoi aggiornare quel particolare dispositivo con una versione più recente del sistema operativo, puoi provare ad accedere al tuo account tramite un browser mobile.

Gingerbread è la settima versione di Android e probabilmente una delle più iconiche nella storia della piattaforma in quanto è stata la prima ad avviare completamente un programma di aggiornamento annuale. La versione è rimasta per un solido 10 mesi, rispetto ai soliti tre che era il modello all’epoca. Google alla fine ha spostato la sua attenzione verso la versione solo per tablet di Android 3.0 Honeycomb e la prossima versione per smartphone era Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Gingerbread ha introdotto una serie di funzionalità su Android su cui ci affidiamo ancora oggi, come il metodo premi e seleziona per copiare e incollare. Gingerbread ha anche consentito la possibilità di passare da una fotocamera all’altra, una anteriore e una posteriore, e il supporto per NFC, aprendo la strada ai pagamenti wireless. Ci ha persino portato il primo Easter Egg di Android, che è diventato una parte essenziale della tradizione della piattaforma, in particolare tra i suoi devoti utenti.

Android come sistema operativo mobile si è evoluto in modo esponenziale da quella versione iniziale di Gingerbread nel dicembre 2010. Google ha fatto un sacco di lavoro per estrarre parti del sistema operativo da aggiornare più rapidamente. Finora, questo ha dimostrato un modo più efficiente per distribuire gli aggiornamenti delle funzionalità e ha portato a una maggiore parità tra i dispositivi attivi la piattaforma. Ma non è iniziato in questo modo, motivo per cui alcune versioni precedenti stanno ottenendo il limite.

Come Ars Tecnica spiega, chiudere l’accesso di Gingerbread alle app e ai servizi di Google è un servizio per il resto del sistema operativo Android. Quelle versioni precedenti di Android non hanno accesso alle ultime funzionalità di sicurezza come l’autenticazione a due fattori, il che significa che non lo sononon è così sicuro nel mondo di oggi.

Android Honeycomb solo per tablet è la versione più vecchia che puoi utilizzare ora poiché si basa su un’opzione relativamente ancora in uso per accedere al tuo account Google tramite il browser. Proprio come navigare in Internet su una macchina virtuale che esegue plug-in dal 1998, diventerà più difficile entrare nella fantasia con un vecchio dispositivo Android senza l’aiuto di terzo Software. Comunque meno dello 0,2% degli utenti è su Gingerbread ai giorni nostri, quindi almeno non ci sarà un’interruzione di massa una volta che la versione sarà ufficialmente trasferita nel Great OS Graveyard.

.

Source link