Warner Bros. Discovery ha rivelato i risultati del secondo trimestre, i suoi primi guadagni trimestrali dopo la fusione da 43 miliardi di dollari.

Il numero totale di abbonati diretti al consumatore tra HBO, HBO Max e Discovery+ è stato di 92,1 milioni nel secondo trimestre del 2022, con un aumento di 1,7 milioni rispetto alla fine del primo trimestre con 90,4 milioni di abbonati. L’azienda non ha suddiviso i numeri dei servizi di streaming over-the-top singolarmente, quindi non è chiaro quale sia il numero esatto in termini di abbonamenti a HBO Max e Discovery+.

La società ha inoltre registrato una perdita di 300.000 abbonati nazionali, con un calo da 53,3 milioni a 53 milioni.

Nel trimestre precedente, WarnerMedia aveva registrato 76,8 milioni di abbonati a HBO e HBO Max e Discovery+ ne aveva 24 milioni. Il totale ha superato i 100 milioni di abbonati. La discrepanza con i dati odierni è dovuta al modo in cui il precedente proprietario, AT&T, aveva conteggiato i clienti wireless con piani che includevano HBO Max.

Nell’annunciare i risultati del secondo trimestre, Warner Bros. Discovery ha scritto nel suo documento letteraLa nuova definizione ha portato all’esclusione di 10 milioni di abbonati legacy Discovery non core e di abbonati AT&T mobility non attivati dal conteggio degli abbonati del Q1″.

A giugno, AT&T ha anche abbandonato il suo piano per i nuovi clienti che offriva agli utenti HBO Max come vantaggio in bundle. Tuttavia, come annunciato nei risultati del secondo trimestre, Warner Bros. Discovery ha dichiarato di aver rinnovato il proprio accordo con AT&T.

“AT&T continua a essere un partner importante e siamo entusiasti del fatto che HBO Max continuerà a far parte dei piani internet e di mobilità di AT&T”, ha dichiarato Scott Miller, vicepresidente esecutivo della distribuzione di Warner Bros. Discovery, in una dichiarazione.

Anche se Wall Street previsto Dopo un fatturato di 11,91 miliardi di dollari, la società ha mancato l’obiettivo in questo trimestre con un fatturato di 9,8 milioni di dollari. Secondo il rapporto, Warner Bros. Discovery ha registrato una perdita netta di 3,4 milioni di dollari, che include 1 milione di dollari di ristrutturazione “e altri oneri”.

Discovery e WarnerMedia hanno riportato risultati separati e molto diversi nello scorso trimestre. Mentre il reddito operativo di WarnerMedia è diminuito del 32,7% rispetto all’anno precedente, Discovery ha registrato un aumento del 13%, con un fatturato totale di 3,16 milioni di dollari.

L’azienda ha un carico di debito di circa 53 miliardi di dollari ed è tagliando i costi per raggiungere l’obiettivo di 3 miliardi di dollari di risparmi. Questo potrebbe spiegare le modifiche alla sua offerta di contenuti e i presunti cambiamenti nel personale.

Per esempio, L’involucro ha appreso da fonti che nei prossimi mesi sono previsti licenziamenti a causa della ristrutturazione delle piattaforme di streaming HBO Max e Discovery+. Una fonte ha riferito che il 70% dello staff di sviluppo potrebbe essere licenziato. Sebbene i licenziamenti siano una prassi quando si tratta di fusioni di società, alcune fonti ipotizzano che la mossa comporterà la perdita di dirigenti da parte di HBO Max e che verrà tracciata una linea per separare le operazioni relative ai contenuti sceneggiati da quelle non sceneggiate.

TechCrunch ha contattato l’azienda per un commento ed è in attesa di una risposta.

Durante la conferenza stampa sugli utili, Andrew Slaven, vicepresidente esecutivo della strategia globale per gli investitori, ha dichiarato: “Siamo stati in grado di scavare più a fondo nei dati finanziari e abbiamo ottenuto un quadro molto migliore e più completo della nostra situazione e del percorso da seguire, identificando anche alcune sfide aggiuntive e inaspettate che hanno e continueranno ad acquisire la nostra attenzione. Il lato positivo è che c’è ancora più spazio per il miglioramento e la riduzione dei costi”.

Il nuovo amministratore delegato della Warner Bros. Discovery, David Zaslav, si è lanciato in un’ondata di cancellazioni: ieri gli abbonati sono stati accolti con disappunto e indignazione dalla notizia che “Batgirl” era stato accantonato a causa della scarsa accoglienza da parte del pubblico di prova. Si stima che siano andati in fumo tra i 70 e i 90 milioni di dollari, cifra che, aggiungiamo noi, è comunque inferiore a quella dell’effimero servizio di streaming CNN+ da 300 milioni di dollari che Zaslav ha eliminato ad aprile.

“Scoob! Holiday Haunt” è stato anch’esso ritirato mercoledì.

Zaslav rimosso sei film originali dal servizio, tra cui il reboot “Le streghe”, oltre a “Moonshot”, “An American Pickle”, “Superintelligence”, “Charm City Kings” e “Locked Down”. Sebbene i contenuti vengano rimossi dai servizi di streaming in continuazione – basti pensare a Netflix – l’aspetto insolito di questa mossa è che la Warner Bros. Discovery lo ha fatto in sordina.

Redditors hanno già notato la mancanza di una manciata di altri programmi come “Amsterdam”, “Final Space”, “Czech It Out” e altri ancora. Lance St. Laurent ha fatto notare su Twitter che anche “Vinyl” è stato eliminato senza preavviso. Laurent ha dichiarato che si tratta di una notizia “preoccupante”, in quanto gli originali di Max non sono stati gli unici a essere eliminati. “Vinyl” era uno show della HBO che è stato cancellato da tempo.

Quando un abbonato si è chiesto perché “Full Bloom” non fosse presente nella programmazione di HBO Max, la società ha risposto con un tweet,

Come riportato da Variety, il mese scorso la società ha deciso di interrompere la nuova programmazione originale in alcune parti d’Europa. Inoltre, il 31 luglio ha chiuso Cinemax Go, il suo servizio di streaming gratuito.

Tuttavia, il 30 settembre, HBO Max otterrà i contenuti di Chip e Joanna Gaines. Magnolia Network. L’anno scorso i Gaines hanno stretto una partnership con Discovery, lanciando il canale lineare e in streaming Magnolia. Discovery+ continuerà ad avere la programmazione della rete Magnolia sulla sua piattaforma. HBO Max riceverà titoli come “Fixer Upper: Welcome Home”, “The Lost Kitchen”, “Restoration Road with Clint Harp” e molti altri. Discovery+ ha un target drasticamente diverso da quello di HBO Max, quindi non è chiaro se questa sia stata la mossa giusta o meno.

Anche, Originali della CNN avrà un proprio hub su Discovery+, con serie originali come “Stanley Tucci: Searching for Italy” e “Anthony Bourdain: Parts Unknown” si sposteranno sul servizio. Poco dopo la chiusura di CNN+, HBO Max ha ottenuto titoli CNN come “Who’s Talking to Chris Wallace”.

Zaslav ha ribadito che l’azienda si concentrerà sulla spesa intelligente. Tuttavia, è preoccupante che Zaslav possa prendere decisioni sui contenuti basate sul miglioramento della contabilità piuttosto che concentrarsi sulla soddisfazione degli spettatori con contenuti di loro gradimento.

Nella lettera inviata oggi agli azionisti, Zaslav ha scritto: “Siamo fiduciosi di essere sulla strada giusta per raggiungere i nostri obiettivi strategici ed eccellere, sia dal punto di vista creativo che finanziario, e non potremmo essere più entusiasti del futuro della nostra azienda”.

È probabile che la società manterrà gli show più importanti su HBO Max. Tanto più che quest’anno la HBO ha ricevuto 140 nomination agli Emmy e “Succession” è stata la serie più nominata con 25 nomination.



Source link