La Specialty Equipment Market Association, o SEMA, ha tenuto la sua conferenza annuale a Las Vegas questa settimana. Definito uno dei più grandi saloni automobilistici del mondo, l’evento riunisce in genere più di 135.000 partecipanti del settore dell’aftermarket automobilistico per vedere le nuove tendenze in fatto di riparazioni e modifiche dei veicoli.

Quest’anno, i veicoli elettrici sono stati oggetto di particolare attenzione. L’evento prevedeva uno spazio dedicato ai veicoli elettrici, denominato “SEMA Electrified”, e secondo il sito Las Vegas Review-Journal, era più grande del 740% rispetto al 2019, anno del suo debutto. Diverse grandi case automobilistiche si sono presentate con una serie di concept EV unici al seguito. Ecco alcuni di quelli che si sono distinti maggiormente.

Ford

Immagine: Ford

Immagine: Ford

Quest’anno Ford ha portato al SEMA 10 veicoli, tra cui tre EV basati sulla Mustang Mach-E e sull’F-150 Lightning.

Il primo è il Mustang Mach-E Vera Mustang Persona costruita da Dom Tucci Design (Tucci Hot Rods) e Kay Automotive Graphics. Il veicolo, basato su una Ford Mustang Mach-E GT a doppio motore del 2022, presenta un muscoloso spoiler personalizzato per il portellone, archi dei parafanghi con parafanghi stampati in 3D, copriruota trasparenti formati sotto vuoto e un labbro anteriore stampato in 3D.

Immagine: Ford

Il prossimo è il Ford F-150 Lightning Race Support costruito da Real Truck e Motor City Solutions. Dotato di un compressore d’aria, di un kit di livellamento, di tavole di recupero off-road e di sedili Recaro, oltre che di una cassetta degli attrezzi completamente mobile e di attrezzature per la saldatura, Ford afferma che questo pick-up elettrico è “ugualmente a suo agio su strada e in una gara Baja come veicolo di supporto”.

Immagine: Ford

Il Coltello svizzero per F-150 Lightning è costruito da Tjin Edition e Thule. Ford lo definisce un “jack-of-all-trades” con la sua capacità di ricarica solare, il compressore d’aria portatile, il frigorifero, il caveau della console, i sedili anteriori e posteriori Recaro e gli accessori da carico Thule. Due biciclette elettriche Super73 montate sul retro del camion offrono alcune opzioni per chi preferisce le due ruote alle quattro.

Ford dice che la sua attività di personalizzazione e accessori è cresciuta del 40% negli ultimi due anni e che il Bronco è il veicolo più accessoriato della gamma.

Volkswagen

Immagine: VW

VW si è aggiudicata il primo premio come veicolo elettrico dell’anno del SEMA per il suo crossover ID.4. Gli espositori della fiera hanno scelto l’ID.4 per il suo potenziale di personalizzazione, la sua capacità di affrontare una varietà di terreni e come esempio principale delle possibilità del mercato dei veicoli elettrici.

La casa automobilistica ha presentato due concept basati sull’ID.4, tra cui uno definito “crossover elettrico”. Veicolo di risposta mobile con drone con un grande portapacchi progettato per trasportare e lanciare droni di grandi dimensioni. Il veicolo di risposta per droni sarà utilizzato dalla Tennessee Valley Authority, che ha l’obiettivo di gestire una flotta al 100% elettrica entro il 2030. L’ID.4 modificato è sicuramente accattivante, con un’unità di stoccaggio personalizzata per i droni e le attrezzature da campo e una stazione di alimentazione portatile.

Il concetto di accessori ID.4 è dotato di un cestino Thule Canyon per trasportare l’attrezzatura e di un portabici Apex XT 9025XT montato sul gancio di traino. I paraspruzzi proteggono le ruote da 18 pollici con distanziali H&R Trak Plus e pneumatici all-terrain 245/60R18.

Nissan

La casa automobilistica giapponese non è venuta per giocare. Ha portato al SEMA due concept di grande effetto: una 1987 Sunny restomod con un motore Leaf e un aspetto piuttosto insolito. Ariya Surfwagon woodie con coprimozzi verde acqua e due tavole da surf sul tetto.

Il wagon in stile californiano è stato creato da Tommy Pike Customs, con sede nella Carolina del Sud. Con un rivestimento in vinile personalizzato e finiture cromate, la Surfwagon presenta cerchi “smoothie” da 20 pollici con pneumatici bianchi, un portapacchi personalizzato e sospensioni ribassate su misura.

Il camion Sunny vi farà sicuramente sorridere. Il camion del 1987 è stato convertito per funzionare con una batteria Leaf, anch’essa realizzata da Tommy Pike Customs. Con una potenza di 147 cavalli e una coppia di 236 libbre-piedi, il motore Leaf ha circa il doppio della potenza e più di tre volte la coppia del motore a benzina a quattro cilindri originariamente montato sulla Sunny.

Stellantis

Mopar, la divisione di Stellantis che si occupa di ricambi auto, ha portato una serie di concept, tra i quali il Jeep CJ Surge, un veicolo a corpo aperto alimentato a batteria che ha lo scopo di mostrare la possibilità di kit di conversione EV per le Jeep d’epoca. L’elettromodello ha lo scopo di fornire agli ingegneri della casa automobilistica una migliore comprensione delle applicazioni dei kit di ricambio per veicoli elettrici, che potrebbero portare a una futura linea di prodotti per gli appassionati che desiderano convertire i loro veicoli d’epoca in veicoli elettrici.

La Jeep CJ Surge è alimentata da un sistema di propulsione personalizzato. Sotto il cofano si trova un motore scalabile da 400 volt e 200 kW montato sul telaio. I moduli della batteria, che sono 24, sono racchiusi in un guscio personalizzato montato nella parte posteriore dell’abitacolo. La carrozzeria della Jeep poggia su pneumatici BFGoodrich all-terrain da 35 pollici, abbinati a un kit di rialzo di due pollici.

Jeep monta anche una roll cage e un bikini top personalizzati, mentre la console centrale proviene da una Wrangler JK (costruita dal 2007 al 2017) e presenta un pomello del cambio rotante al posto della leva di serie.

Source link