L’organizzazione dei dipendenti Apple ha fatto un altro passo questa mattina con il lancio di un sito web chiamato AppleToo. L’obiettivo è quello di raccogliere storie di lavoratori a tutti i livelli dell’organizzazione che hanno subito molestie o discriminazioni.

“Per troppo tempo, Apple ha eluso il controllo pubblico”, si legge sul sito web. “La verità è che per molti lavoratori Apple … la cultura della segretezza crea una fortezza opaca e intimidatoria. Quando facciamo pressione per la responsabilità e la riparazione delle ingiustizie persistenti di cui siamo testimoni o che sperimentiamo sul nostro posto di lavoro, ci troviamo di fronte a un modello di isolamento, degradazione e gaslighting. Non più. Abbiamo esaurito tutte le vie interne. Abbiamo parlato con la nostra leadership. Siamo andati dal team People. Abbiamo fatto un’escalation attraverso il Business Conduct. Niente è cambiato. È ora di pensare diversamente”.

Solo una quindicina di attuali ed ex dipendenti Apple sono stati direttamente coinvolti nello sforzo organizzativo. Questa mattina, gli organizzatori hanno lanciato il sito web e account Twitter e ha inviato la notizia su un server Discord di 200 persone per i dipendenti e gli appaltatori di Apple.

Lo sforzo ha già ottenuto il sostegno di organizzatori come Timnit Gebru, che ha lavorato alla Apple prima di entrare in Google nel 2018. Dopo che Gebru è stata bruscamente licenziata da Google nel dicembre 2020, ha parlato pubblicamente delle sue esperienze di razzismo e discriminazione in azienda. Ma non ha parlato così pubblicamente del suo tempo alla Apple. Ora, racconta The Verge, “Ho vissuto tante cose egregie quando ero alla Apple, e mi sono sempre chiesto come facciano a non essere sotto i riflettori. Sono felice di vedere che i lavoratori Apple si stanno organizzando. È ora che Apple sia ritenuta responsabile”.

Cher Scarlett, un ingegnere Apple e attivista che è coinvolto nello sforzo organizzativo, ha pubblicato il sito web in due canali interni di Slack – #allies4change e #women-in-swe – questa mattina.

Dal lancio, otto dipendenti Apple hanno condiviso le loro storie attraverso il sito AppleToo.



Source link