Il futuro dei token non fungibili sta diventando sempre più chiaro in Cina, dove i giganti tecnologici del paese si sono riuniti per formulare gli standard per il settore nascente.

L’Associazione dell’Industria Culturale Cinese, insieme a Tencent, Ant Group, Baidu e altri, ha congiunto ha emesso una “proposta di sviluppo autodisciplinato” per l'”industria digitale da collezione”, un termine ribattezzato per NFT in Cina per eliminare gli aspetti finanziari della tecnologia.

Sebbene le associazioni di settore non abbiano potere normativo, possono favorire lo sviluppo di standard e best practice all’interno di un settore. La China Cultural Industry Association è stata fondata con il permesso del Consiglio di Stato e conta Alibaba e Tencent tra i suoi membri, secondo le informazioni riportate sul suo sito. sito web.

Gli appassionati cinesi di NFT sono stati attenti alle indicazioni normative provenienti dall’alto. Dopo che la Cina ha messo fuori legge il trading di criptovalute, si è ipotizzato che gli NFT nella loro forma più pura – scambiati con criptovalute su blockchain globali e pubbliche, in modo libero e anonimo – non sarebbero stati ammessi nel Paese.

Sembra che le cose stiano così. Ad aprile, le associazioni finanziarie cinesi hanno proposto che gli NFT non possano essere utilizzati per la cartolarizzazione o scambiati in criptovalute.

L’industria cinese degli NFT potrebbe essere un passo più vicina alla regolamentazione grazie alla presa di posizione dei maggiori operatori di piattaforme del Paese. Le piattaforme digitali da collezione, secondo la proposta emessa da Tencent, Ant Group e altri, dovrebbero essere in possesso delle autorizzazioni normative pertinenti, garantire la sicurezza delle tecnologie blockchain sottostanti, applicare i controlli sull’identità reale degli utenti, rafforzare la protezione della proprietà intellettuale, vietare risolutamente le speculazioni finanziarie e promuovere il consumo razionale tra gli utenti.

Le aziende tecnologiche in Cina hanno testato le acque prima dell’entrata in vigore dei regolamenti della NFT. Colossi come Tencent, Ant Group e Baidu hanno lanciato i loro mercati digitali di oggetti da collezione costruiti su catene private e consortili. Gli utenti possono effettuare acquisti solo con la valuta fiat cinese, il RMB, e il trading secondario è ampiamente vietato per evitare che i prezzi siano gonfiati.

Un’azienda ha deciso di portare la sua ambizione oltre la Cina per esplorare l’intera portata degli NFT. Ad aprile, Bilibili, il principale sito cinese di streaming video generato dagli utenti, ha commissionato a una società con sede a Singapore di lanciare una raccolta di NFT basata su Ethereum ispirata agli asset del marchio del sito.



Source link