La United Steelworkers Union (USW) ha detto venerdì ha raggiunto un contratto provvisorio con un subappaltatore per Google Pittsburgh. L’annuncio arriva quasi due anni dopo che i dipendenti dell’ingegneria e dell’appaltatore IT HCL Technologies hanno votato per la sindacalizzazione, affermando che anche se hanno lavorato a fianco dei dipendenti di Google, non hanno ricevuto gli stessi vantaggi.

Amanda Parks, membro del comitato di contrattazione dell’USW che lavora all’HCL, ha dichiarato in una dichiarazione che il contratto triennale proposto include “significativi aumenti salariali” e affronta le preoccupazioni sulla parità retributiva. Include un linguaggio che offre sicurezza sul lavoro e tempo libero aggiuntivo, secondo la dichiarazione. “Lavoriamo sodo e meritiamo ciò che tutti i lavoratori meritano, un accordo che riflette i nostri importanti contributi al successo dell’azienda”, ha affermato Parks.

Il National Labor Relations Board (NLRB) ha presentato una denuncia contro HCL in ottobre, sostenendo che la società stava esternalizzando i lavori dei lavoratori di Pittsburgh in rappresaglia per l’attività sindacale. Secondo la denuncia, HCL non ha negoziato con i lavoratori di Pittsburgh e ha trasferito il loro lavoro a lavoratori offshore in Polonia.

La forza lavoro dell’appaltatore di Google è cresciuto in modo significativo negli ultimi anni, al punto che è grande quasi quanto la sua forza lavoro a tempo pieno,

Il contratto provvisorio copre circa 65 dipendenti con sede a Pittsburgh ed è previsto per il voto di ratifica il 30 luglio. Il contratto entrerebbe in vigore immediatamente se fosse ratificato, ha detto il sindacato.

Google e HCL non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento venerdì.

Source link