Un team di ricercatori dell’Università di Greenwich e di agricoltori sta attaccando pannelli trasparenti alle pareti delle serre per verificare se è possibile costruire una rete di energia solare senza bisogno di altri terreni.

Ci sono pochi affari più vantaggiosi di una serra a energia solare. Mentre la serra coltiva piante e frutti, l’energia creata sotto il sole accecante può essere utilizzata per alimentare i sistemi di irrigazione automatica e le apparecchiature di controllo della temperatura. un rapporto iniziale su Il Guardiano. Anche i lavoratori che vivono nelle fattorie potrebbero beneficiare dell’energia generata.

La Hugh Lowe Farms nel Kent, che fornisce frutta al torneo annuale di tennis e ai principali supermercati, sta attualmente ospitando uno studio in merito, il che significa che chi assisterà ai tornei di tennis di Wimbledon questo mese potrà gustare fragole uniche, provenienti da un’origine unica.

Costruire una serra a energia solare

Il Regno Unito vuole aumentare la produzione di energia a fronte della crisi energetica e della guerra in Ucraina, che stanno mettendo sotto pressione le forniture energetiche nazionali.

Entro il 2035, infatti, il Paese vuole quintuplicare la produzione di energia solare fino a raggiungere i 70 gigawatt, il che spiega perché la sperimentazione di una serra a energia solare, avviata alla fine dello scorso anno, ha ricevuto un finanziamento governativo di 250.000 sterline. Oltre ad aiutare il mondo generando energia rinnovabile, avere una propria fonte di energia è particolarmente importante per le aziende agricole, perché di solito si trovano in aree remote.

Oltre alle implicazioni energetiche, i pannelli solari trasparenti sulle serre potrebbero essere considerati un buon affare per i residenti che non amano vedere i pannelli solari coprire la campagna. Ciò significa anche che gli agricoltori possono piantare colture in luoghi in cui potrebbero esserci stati dei pannelli solari.

“Il pubblico, comprensibilmente, non vuole mai vedere la terra ricoperta di pannelli solari, quindi questo è un modo pragmatico per integrare l’energia solare nelle strutture esistenti”, ha dichiarato Elinor Thompson, ricercatrice sulla fotosintesi dell’Università di Greenwich che guida la ricerca. The Guardian. “Sta aiutando le aziende agricole a ridurre la loro impronta di carbonio, cosa che i supermercati sono ansiosi di vedere, e anche il governo vuole che il Regno Unito riduca la sua impronta di carbonio nel suo complesso”.

Generare elettricità mentre si coltiva

Per il progetto della Hugh Lowe Farms, i ricercatori hanno montato pannelli fotovoltaici verticali semitrasparenti sui lati della serra e attraverso il tetto, un comunicato stampa dell’università ha spiegato. Secondo i ricercatori, questo permette alla luce di raggiungere i frutti, che non sono stati influenzati dalla presenza dei pannelli esistenti.

La sperimentazione sarà ampliata per includere pannelli flessibili collegati ai lati dei policoltori e si concluderà la prossima primavera. In seguito, i ricercatori potrebbero seguire un altro studio per vedere se la tecnologia può essere replicata su scala più ampia.

Thompson vuole anche studiare il modo in cui i pannelli colorati influenzano i frutti, come ad esempio la luce che passa attraverso i pannelli color arancio. potrebbe rendere le piante più frondose. Immaginate le possibilità!

Questo è uno degli ultimi esempi di come i pannelli solari si adattino meglio al paesaggio agricolo. Se da un lato l’energia solare può offrire benefici ambientali, dall’altro può comportare una diminuzione della produzione agricola. Esistono ricerche anche su questo aspetto: Negli ultimi quattro anni, in Australia le pecore che pascolavano sotto i pannelli solari hanno prodotto più lana e meglio.

Source link