L’anno scorso, LG ha portato la luminosità dei suoi TV delle serie G2 e C2 a nuovi livelli, apportando un significativo miglioramento alla già fantastica linea OLED dell’azienda. Questi televisori sono considerati da alcuni i migliori sul mercato, grazie ai loro livelli di nero perfetti, all’incredibile contrasto e alle capacità di gioco di altissimo livello. In che modo LG intende migliorare tutto questo con i nuovi modelli che presenterà al CES 2023?

Spingerà la luminosità ancora più in alto, concentrandosi anche sull’elaborazione delle immagini e sui miglioramenti del software.

Il G3 succede al G2 e “incorpora una nuovissima architettura di controllo della luce e algoritmi di potenziamento della luce per aumentare la luminosità fino al 70%”, secondo il comunicato stampa di LG. Questo numero si riferisce al confronto con gli OLED “convenzionali”, come la serie B2 dell’anno scorso, quindi non aspettatevi un salto del 70% rispetto al G2. Ma sarà sarà più luminoso del G2. Detto questo, probabilmente sarà ancora battuto dai campioni di luminosità dei TV LCD a LED come l’Hisense U8H, ma LG sta facendo progressi nel ridurre il divario. La serie G è già il televisore più bello di LG in termini di stile ed estetica, e con il G3 l’azienda sostiene che “non c’è alcuno spazio visibile quando viene montato a parete”.

Il G3 potrebbe essere più elegante e più luminoso, ma se l’andamento dell’anno scorso sarà lo stesso, il C3 OLED finirà per essere il televisore LG che la maggior parte delle persone acquisterà per il miglior rapporto tra prestazioni e prezzo. Il televisore offre lo stesso supporto HDMI 2.1a completo del G3 e può contare su alcuni miglioramenti dell’immagine, ma si tratta per lo più di un miglioramento dell’elaborazione. LG afferma che ciò è dovuto al nuovo chip α9 AI Processor Gen6. Ecco il marketing:

L’ultimo processore della serie Alpha utilizza la più sofisticata tecnologia di apprendimento profondo assistita dall’intelligenza artificiale di LG per garantire immagini e audio di qualità eccezionale. AI Picture Pro offre ora un upscaling migliorato per una maggiore chiarezza e una mappatura dinamica dei toni migliorata, che aiuta a rivelare la profondità e i dettagli in ogni fotogramma. AI Picture Pro integra anche una tecnologia di elaborazione delle immagini che rileva e perfeziona gli oggetti importanti, come i volti delle persone, per dare loro una qualità HDR più realistica. Oltre a perfezionare la riproduzione delle immagini, l’α9 AI Processor Gen6 alimenta l’AI Sound Pro di LG, una funzione che aiuta gli spettatori a lasciarsi coinvolgere dall’azione sullo schermo, offrendo un suono surround virtuale 9.1.2 dal sistema di altoparlanti integrato nel televisore.

Il “design a parete unica” del G3 OLED di LG dovrebbe eliminare qualsiasi spazio percettibile una volta montato.
Immagine: LG

Anche il software webOS che gira sui televisori LG riceve alcune modifiche al design e all’interfaccia utente sui televisori di quest’anno. L’azienda sta aggiungendo le “Quick Cards” che raggruppano le applicazioni e i servizi in categorie tematiche come home office, giochi, sport e musica. LG sostiene che anche le raccomandazioni nei numerosi caroselli di contenuti di webOS saranno meglio personalizzate. Nel 2022 la schermata iniziale appariva frammentaria e buttata insieme, quindi si spera che gli sforzi di LG per migliorare le cose facciano la differenza.

Come abbiamo appreso all’uscita dell’ultima Apple TV 4K di Apple, gli OLED LG del 2023 supporteranno il QMS-VRR. QMS sta per quick media switching (commutazione rapida dei media) e questa funzione elimina la breve schermata nera quando si passa da un frame rate all’altro. (Si tratta di non impedisce i blackout quando si cambia modalità HDR, purtroppo). Per il resto, ci si può aspettare che la nuova linea di LG continui a offrire l’ampia gamma di funzioni software degli ultimi anni. Gli appassionati di videogiochi non devono certo preoccuparsi:

I TV OLED auto-illuminati di LG, che sono i migliori display per il gioco, vantano un tempo di risposta di 0,1 millisecondi, un basso input lag e fino a quattro porte HDMI 2.1a-compliant. I TV OLED LG sono inoltre dotati di Game Optimizer, che consente agli utenti di selezionare e passare rapidamente tra le funzioni specifiche per il gioco, come le preimpostazioni di visualizzazione dei generi di gioco. Impostazioni per G-SYNC® Compatibilità, FreeSync™ Premium e frequenza di aggiornamento variabile (VRR) sono facilmente accessibili anche dall’ottimizzatore di gioco.

LG ha appena iniziato ad annunciare i suoi TV in vista del CES 2023 e spero di avere presto la possibilità di vedere di persona la linea di quest’anno a Las Vegas. I miglioramenti di webOS si noteranno nella pratica? Quali dimensioni di schermo saranno disponibili? Restate sintonizzati per tutti i dettagli e seguite il nostro StoryStream questa settimana per le ultime notizie.

Source link