Bentornati a Reazione a catena.

La scorsa settimana abbiamo analizzato Musk che si tiene stretto Doge. Questa settimana, parliamo di dove potrebbe andare tutto il denaro del VC della criptovaluta.

Per ricevere questo articolo nella tua casella di posta ogni giovedì, puoi iscriverti alla pagina della newsletter di TechCrunch.


forse è tutto un gioco?

Un dispaccio settimanale dalla scrivania del redattore di crittografia di TechCrunch Lucas Matney:

La realtà è che i sogni degli investitori e dei fondatori di web3 si trovano di fronte a un piccolo ostacolo: una flessione delle criptovalute significa generalmente meno clamore, meno conversazioni tra amici e, in generale, un’adesione meno organica dei consumatori alle esperienze di consumo. Questa situazione è tutt’altro che ideale per i VC che vedevano il sogno del web a portata di mano, ma fortunatamente hanno tasche profonde grazie ai mega fondi raccolti di recente che puntano esclusivamente sulle criptovalute.

Tuttavia, è un momento difficile per il pubblico principale delle criptovalute, con gli accoliti di recente creazione in difficoltà e molti probabilmente scoraggiati dall’investire altro tempo, denaro o sforzi in nuovi progetti web3. La questione diventa come impiegare il denaro dei VC in un ciclo ribassista; molti approfitteranno del periodo di minore attenzione per investire nelle infrastrutture e negli strumenti “picks and shovels”. Altri potrebbero rimanere isolati, sostenendo progetti di consumo che sono ulteriormente scollegati dai mondi più ampi delle criptovalute, ma che espongono gli utenti alle economie sintetiche, ai portafogli e ai beni digitali, un’area servita particolarmente bene dai giochi infusi di criptovalute.

Il gioco sembra essere una grande testa di ponte per i consumatori di criptovalute e mi aspetto che molti di questi fondi dedicati alle criptovalute riversino una quantità significativa dei loro fondi in studi e piattaforme che perseguono questo obiettivo. Ci sono molte sfide sostanziali, tra cui il sentimento generalmente negativo degli utenti e il coinvolgimento delle piattaforme, dato che gli NFT sono ancora trattati con un alto grado di ostilità dagli app store e dalle piattaforme di gioco.

I mondi autonomi dei titoli di gioco con token dedicati, scollegati dagli angoli più autoreferenziali delle criptovalute, potrebbero essere il luogo più facile per trovare nuovi spettatori. Inoltre, con l’aumento dei costi di acquisizione dei clienti, i CR potrebbero essere più disposti a sovvenzionare direttamente i clienti come parte dell’acquisizione degli utenti, tornando ai tempi della gig economy in cui i CR corrompevano i nuovi utenti per iscriversi.

È stato un ciclo strano per le criptovalute. Mentre un sacco di denaro è affluito nei titoli play-to-earn e nei giochi pixelati di qualità SNES infusi di DeFi, è giusto dire che non è emerso nulla di veramente buono. La maggior parte dei giochi è stata sovraindicizzata dal profitto e da una chiara ponzinomica che ha spinto la crescita fino alle estreme conseguenze, senza preoccuparsi della stabilità. I grandi giochi richiedono tempo per essere costruiti e i giochi divertenti richiedono un livello di attenzione per l’utente che è difficile da ottimizzare quando si cerca di massimizzare il profitto a breve termine su entrambi i fronti dell’affare.


l’ultimo pod

Pensavamo che l’inverno fosse già arrivato per le criptovalute, ma le autorità di regolamentazione statunitensi lo hanno appena fatto sembrare molto più freddo. In primo luogo, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha arrestato tre persone, tra cui un ex dipendente di Coinbase, per presunto insider trading. sulla borsa. Poi, la Commissione per i Titoli e gli Scambi li ha accusati di frode finanziaria, sostenendo che molte delle monete che avevano scambiato erano, di fatto, titoli – una designazione che comporta tutta una serie di regole che Coinbase e altre borse non hanno necessariamente seguito. Abbiamo condiviso i nostri pensieri non ufficiali su come potrebbero essere interpretate le leggi e su cosa potrebbe significare per le principali borse di criptovalute (maggiori informazioni su questo punto anche nella mia sezione “questa settimana nel web3”).

Abbiamo anche parlato della situazione che coinvolge il bitcoin e che potrebbe finalmente essere sufficiente a trasformare gli ammiratori di Elon Musk in scettici e dell’amato videogioco Minecraft cancella gli NFT, almeno per il momento. Il nostro ospite è David Nage, gestore di portafoglio presso la società di gestione di asset digitali Arca, che ci ha aiutato a dare un senso al caos in corso dei mercati.

Abbonati a Reazione a catena su Apple, Spotify o la vostra piattaforma podcast alternativa preferita per restare al passo con noi ogni settimana.


segui il denaro

Dove si muove il denaro delle startup nel mondo delle criptovalute:

  1. Piattaforma di social media decentralizzati (DeSo) DSCVR, costruito sull’ecosistema Internet Computer di Dfinity, ha ottenuto un finanziamento di 9 milioni di dollari, guidato da Polychain Capital.
  2. Domini inarrestabili, un popolare fornitore di sistemi di denominazione blockchain e piattaforma di identità, ha raccolto 65 milioni di dollari nel suo round di finanziamento di Serie A con una valutazione di 1 miliardo di dollari guidato da Pantera Capital.
  3. Laboratori Aptos, un progetto blockchain di ex dipendenti di Meta, ha raccolto 150 milioni di dollari in un round di Serie A guidato da FTX.
  4. Ecosistema blockchain Topl ha raccolto 15 milioni di dollari in un round di finanziamento di Serie A guidato da Mercury, Republic Asia e Cryptology Asset Group per aiutare le aziende a tracciare e monetizzare le iniziative a impatto sociale.
  5. Prestatore di criptovalute CLST ha ottenuto 5,3 milioni di dollari per il suo seed round da investitori come Coinbase e Kraken.
  6. Piattaforma di proprietà NFT basata su Solana Cardinale ha annunciato una raccolta di 4,4 milioni di dollari guidata da Protagonist e Solana Ventures.
  7. Società di gioco Web3 Orso Possente ha ottenuto 10 milioni di dollari in un round di finanziamento guidato da Framework Ventures per il suo gioco Mighty Action Heroes.
  8. L’amministratore delegato di FTX, Sam Bankman-Fried, ha guidato un round di finanziamento per il gioco Media senza fiducia, una startup che sta costruendo spettacoli web3 di proprietà della comunità.
  9. Protocollo blockchain di cybersicurezza Naoris ha raccolto 11,5 milioni di dollari in un round di finanziamento basato su azioni e token da investitori tra cui Draper Associates.
  10. Società sudcoreana di metaverse Anipen si è assicurata un investimento di circa 12 milioni di dollari nel suo attuale round di finanziamento di serie B da Medici Investment e altri.

la settimana nel web3

Una finestra settimanale sui pensieri del giornalista di web3 Anita Ramaswamy:

Dopo che un ex dipendente di Coinbase e i suoi due collaboratori sono stati arrestati questa settimana su ordine del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti per presunte operazioni di front-running sulla borsa di criptovalute, sono stati colpiti da accuse di frode finanziaria da parte della SEC. Poco dopo, Bloomberg ha rivelato che la SEC stava già indagando su Coinbase per aver potenzialmente permesso la negoziazione di titoli sulla sua piattaforma senza le adeguate registrazioni e divulgazioni.

È interessante notare che le accuse della SEC, almeno per quanto riguarda il caso di frode finanziaria, si sono concentrate su alcune monete piuttosto di nicchia. I token che hanno scelto di perseguire dicono altrettanto, per certi versi, di quelli che non hanno scelto. In ogni caso, Coinbase è piuttosto arrabbiata e afferma di aver vagliato tutti i token presenti sulla sua piattaforma prima di inserirli nell’elenco per assicurarsi che non si tratti di titoli.

Se Coinbase verrà inchiodata in questa causa, avrà effetti a catena in tutto il settore. Altre importanti società di criptovalute stanno già affrontando accuse simili, tra cui Binance, Ripple Labs e Yuga Labs, sia sotto forma di azioni legali intentate da investitori scontenti che sperano di metterle nei guai per aver venduto illegalmente titoli, sia sotto forma di indagini da parte delle autorità di regolamentazione statunitensi, come nel caso di Coinbase.

Finché non sapremo di più su come le autorità di regolamentazione e gli esperti legali tratteranno ogni singolo token, vale la pena di esaminare quali sono le attuali leggi sui titoli e come potrebbero applicarsi a Coinbase. Questo è esattamente ciò che ho fatto nel mio ultimo articolo con Alex Wilhelm per TechCrunch+, in cui abbiamo fatto un’immersione profonda nel “Test di Howey” in quattro parti per cercare di determinare se la SEC o Coinbase hanno un argomento più forte qui.


Analisi di TC+

Ecco alcune delle analisi crittografiche di questa settimana, disponibili sul nostro servizio in abbonamento TC+, a cura del senior reporter Jacquelyn Melinek:

Le valutazioni delle criptovalute potrebbero scendere fino a settembre, mentre i VC giocano d’attesa
“Negli ultimi mesi sono state raccolte tonnellate di capitali in tutto il settore delle criptovalute, ma c’è stata una notevole pausa nel dispiegamento. La situazione potrebbe cambiare nei prossimi mesi. Dato che ci vuole più tempo per chiudere le transazioni di capitali di rischio per le criptovalute, le valutazioni del settore sono diminuite, secondo quanto riportato da David Nage, gestore di portafoglio di venture capital presso Arca.”

Gli investitori si concentrano sulla DeFi che rimane resistente alla volatilità del mercato delle criptovalute
“Mentre molti sottosettori del mercato delle criptovalute continuano a subire pesanti colpi a causa della recente volatilità, alcuni operatori di mercato vedono la finanza decentralizzata (DeFi) come resiliente e in grado di guadagnare interesse nonostante il contesto macroeconomico negativo. Le istituzioni finanziarie centralizzate sono simili alle aziende tradizionali, con persone che dirigono le operazioni e gestiscono i fondi. Al contrario, i protocolli DeFi utilizzano la tecnologia – e non le persone – per eseguire i servizi attraverso strumenti come i contratti intelligenti”.


Grazie per la lettura! E, ancora, per ricevere questo articolo nella vostra casella di posta ogni giovedì, potete iscrivervi alla pagina della newsletter di TechCrunch.



Source link