Insider riporta che Alex Kipman di Microsoft, che ha guidato i team che hanno sviluppato l’auricolare per la realtà aumentata HoloLens e il controller di movimento Kinect per Xbox e che è uno dei principali collaboratori tecnici di Microsoft, si è dimesso dopo le accuse di abusi verbali e molestie sessuali.

Microsoft non ha voluto confermare o smentire immediatamente la notizia, ma GeekWire ha già confermato la notizia ottenendo un’e-mail interna del capo di Microsoft cloud Scott Guthrie: “Abbiamo deciso di comune accordo che questo è il momento giusto per lasciare l’azienda per perseguire altre opportunità”, scrive. La nota, che si può leggere all’indirizzo GeekWireIl documento non dice nulla sulle accuse e afferma che Kipman rimarrà per altri due mesi per aiutare la transizione. Il documento descrive anche una riorganizzazione dell’intera divisione di Kipman dedicata alla realtà mista, con i team hardware che si uniranno all’organizzazione Windows + Devices di Panos Panay.

Secondo Insider’Secondo le fonti, oltre 25 dipendenti di Microsoft hanno contribuito a un rapporto interno su presunti comportamenti scorretti da parte di Kipman, tra cui casi di toccamenti indesiderati e una volta in cui avrebbe guardato un video VR osceno davanti ai dipendenti dell’ufficio.

Il rapporto di oggi arriva dopo un precedente Insider rapporto del 25 maggioin cui decine di dipendenti hanno raccontato il presunto comportamento di Kipman. Tre dipendenti hanno raccontato Insider che erano stati avvertiti di non lasciare le donne da sole intorno a Kipman. Quando Insider raggiunta all’epoca, Microsoft non ha voluto confermare o smentire le accuse specifiche di cattiva condotta nei confronti delle donne, ma ha negato che Kipman avesse iniziato a essere accompagnato dal personale delle risorse umane durante le riunioni.

Un ex dirigente di Microsoft era così preoccupato per il comportamento di Kipman da suggerire che l’epidemia di COVID-19 avesse effettivamente migliorato le cose: “La cosa migliore che sia accaduta, purtroppo, è stata la pandemia”, ha dichiarato a Insider. “Così non abbiamo mai dovuto interagire con lui di persona”.

Kipman non ha risposto a InsiderNon ha mai risposto alle ripetute richieste di commento e non ha più twittato dal 23 maggio.

A febbraio, Kipman ha risposto a un precedente Insider che suggeriva che la divisione HoloLens fosse un disastro e che un HoloLens 3 potesse essere stato cancellato, affermando: “Non credete a ciò che leggete su Internet”. Insider non è stata l’unica pubblicazione a suggerire problemi nella divisione: Il Wall Street Journal segnalato a gennaio che oltre 70 dipendenti Microsoft del team HoloLens hanno lasciato l’azienda nel 2021, mentre più di 40 si sono uniti a Meta.

Microsoft contava su una grande vittoria per HoloLens con l’esercito statunitense, che ha ordinato ben 120.000 cuffie IVAS per i soldati. L’ordine varrebbe 21,88 miliardi di dollari per l’azienda nell’arco di 10 anni, ma l’esercito ha ritardato l’accordo e un audit del Pentagono non è stato troppo entusiasta dell’idea. “L’acquisto di IVAS senza raggiungere l’accettazione da parte dell’utente potrebbe comportare uno spreco di fondi dei contribuenti fino a 21,88 miliardi di dollari per mettere in campo un sistema che i soldati potrebbero non voler usare o usare come previsto”, si legge in un rapporto dell’Ispettore generale del DoD dell’aprile 2022 (pdf). Tuttavia, Guthrie afferma nella sua nota che l’esercito ha approvato un test operativo il mese scorso.

Indipendentemente dallo stato del programma Hololens, Kipman è fuori.

Microsoft non ha voluto commentare la Insider rapporto.

Source link