Foto: Arturo Holmes / Staff (Getty Images)

Dopo tlui Walt Disney Company è scivolato su una buccia di banana e rilasciato Vedova Nera in streaming lo stesso giorno della sua uscita nelle sale, tagliando gravemente i guadagni al botteghino del film e provocando una causa da parte della sua star, Scarlett Johansson, il CEO della compagnia ha raddoppiato la sua capacità di “compensare equamente” il talento indipendentemente dal metodo di uscita del film.

Durante la società terzo trimestre chiamata guadagni giovedì, il capo della Disney Bob Chapek ha affermato che la società ha “entrato in centinaia di accordi di talento con il nostro talento” dall’inizio del covid-19 e ha affermato che, nel complesso, “sono andati molto molto bene, quindi ci aspettiamo che sarà così anche in futuro”.

Sebbene Johansson non sia menzionata esplicitamente, quella risposta suona certamente come una confutazione della causa che ha intentato contro la Disney a luglio, secondo la quale la decisione della compagnia di debuttare Vedova Nera su Disney+ “Premiere Access” lo stesso giorno della sua uscita nelle sale aveva comportato una violazione del suo contratto, che aveva inequivocabilmente legato il suo stipendio alla performance al botteghino del film, oltre a sostanziali perdite finanziarie.

Per le star dei maggiori blockbuster, è pratica comune avere una clausola nel contratto che dice che i tuoi guadagni dal film dipenderanno dal suo successo al botteghino, ma l’avvento e l’ubiquità dello streaming ha confuso quelle acque. Come Gizmodo precedentemente riportato, una fonte che conosce il contratto di Johansson ha detto al Wall Street Journal che l’attrice avrebbe perso fino a $ 50 milioni dal film, il risultato diretto della sua uscita in streaming che ha tagliato i rendimenti al botteghino.

Durante la chiamata di giovedì, Chapek ha difeso il modo in cui Disney ha scelto di rilasciare i suoi film durante la pandemia, che ha incluso le tradizionali uscite cinematografiche, Disney+ direttamente in streaming. esclusive e un modello ibrido che combina i due. La società, ha detto, sta “reagendo a una situazione molto fluida in termini di mercato”, ma ha aggiunto che l’attuale lista di film è stata “concepita in un momento in cui non sapevamo cosa sarebbe successo con il comportamento dei consumatori”. tre, quattro anni dopo e di certo non sapeva del covid all’epoca”.

Solo nel 2021, molti altri titoli Disney chiave hanno aderito Vedova Nera nel pool di rilascio del modello ibrido, incluso Crociera nella giungla, Mulan, e Crudelia. Di quelli, però, Vedova Nera è stato di gran lunga il più grande successo di uscita nello stesso giorno, con Disney+ gli abbonati spendono più di 60 milioni di dollari per trasmetterlo in streaming in digitale.

“Bob Iger ed io, insieme ai leader dei nostri team creativi e di distribuzione, abbiamo deciso che questa fosse la strategia giusta perché ci avrebbe permesso di raggiungere il pubblico più ampio possibile”, ha detto Chapek durante la chiamata. “E solo per ribadire, le decisioni di distribuzione vengono prese film per film in base alle condizioni del mercato globale e al comportamento dei consumatori”.

“Continueremo a utilizzare tutte le opzioni disponibili in futuro, impareremo dalle intuizioni acquisite con ogni uscita e innoveremo di conseguenza, facendo sempre ciò che crediamo sia nel miglior interesse del film e nel miglior interesse dei nostri elettori”, ha aggiunto.

I commenti si affiancano alla notizia che Disney+ ha fatto esplodere aspettative degli analisti fuori dall’acqua nel terzo trimestre ottenendo 116 milioni di abbonati pagati, oltre un aumento del 100% anno su anno.

.

Source link