Doom Eternal.
Screenshot: Bethesda / Microsoft

In questo giorno ed età, è difficile non doomscroll, o scorrere continuamente le cattive notizie online anche se ti fa sentire come l’emoji della cacca. Personalmente mi piace la parola eccentrica, anche se non l’azione stessa. Anche un chitarrista metal di Dallas pensava che “doomscroll” fosse una bella parola. In particolare, pensava che fosse “un nome killer per una band”.

Come raccontato da Wired, il chitarrista, all’inizio del 2021 Dustin Mitchell procedette a depositare una richiesta di marchio presso l’U.S. Patent and Trademark Office per “doomscroll”, che immaginava sarebbe stato il nome della sua nuova “band progressive thrash metal”. Ciononostante, le sue aspirazioni musicali presero una svolta inaspettata negli ultimi mesi, quando è stato contattato da un avvocato che rappresenta Id software, il proprietario del videogioco Doom.

L’avvocato – che lo ha contattato il 13 ottobre, l’ultimo giorno in cui qualsiasi membro del pubblico poteva opporsi alla sua domanda di marchio – ha chiesto a Mitchell di estendere la scadenza per registrare ufficialmente l’opposizione di Id Software. Durante questo tempo, gli avvocati hanno detto che entrambe le parti potevano provare raggiungere un accordo prima di ricorrere all’azione legale.

Secondo Wired, anche se Mitchell era un Doom fan e aveva giocato ai giochi da bambino, non gli piaceva essere contattato dagli avvocati del gioco.

“[T]stanno cercando di portarmi via qualcosa che è completamente estraneo a loro”, ha detto il chitarrista all’uscita.

Gli avvocati che hanno parlato con l’outlet hanno detto che aziende come Id Software sono note per l’obiezione alle richieste di marchio come quella di Mitchell perché non vogliono che altri usino il termine in un modo “che causerebbe confusione” intorno al loro prodotto. Questa non è anche la prima volta che Id Software ha combattuto per proteggere ciò che ritiene essere violazioni della sua proprietà, e probabilmente non sarà l’ultima. Infatti, Wired riporta che la società si è opposta ai marchi dei termini “ODoom” e “Doomlings” nell’ultimo mese.

Potremmo non sapere se Id Software riuscirà a impedire che “doomscroll” diventi proprietà di Mitchell per un po’. L’opposizione dell’azienda al marchio è attualmente gestita dal Trademark Trial and Appeal Board e il calendario del processo si estende bene fino al 2023.

Ad essere onesti, la musica metal non è esattamente la mia tazza di tè, quindi probabilmente non ascolterei comunque una band chiamata “doomscroll” (vedo abbastanza doom nel mondo e non voglio volontariamente ascoltarne di più, ma a ciascuno il suo, naturalmente). Non associo “doomscroll” al Doom gioco a tutti, ma non sono un esperto di marchi, e non è una mia decisione.

Spero che questo lotta con Id Software non influenza il desiderio di Mitchell di formare una band e fare musica, che è quello che voleva fare quando ha richiesto il marchio. Se in qualsiasi momento sente che lo sta influenzando, la lotta è probabilmente non ne vale la pena.

Potete leggere la storia stellare di Wired su Mitchell per intero qui.

.

Source link