Le aziende bruciano mentre il Dixie Fire attraversa il centro di Greenville, in California.
Foto: Josh Edelson/AFP (Getty Images)

La crisi climatica ha reso più comuni incendi di grandi dimensioni e distruttivi facendo aumentare il mercurio. Anche la stagione degli incendi è iniziata cresciuto di 105 giorni in più poiché le condizioni calde e secche rendono le foreste più infiammabili.

I peggiori incendi della California di solito si verificano in autunno, alimentati dai venti di Santa Ana e Diablo. Ma come questa stagione degli incendi e l’agosto scorso tempesta di fuoco indotta da fulmini spettacolo, il rischio si sta espandendo anche nei mesi estivi.

Questo rischio è aggravato da altre due tendenze del secolo scorso. Decenni di cattiva gestione delle foreste e di soppressione degli incendi significano che c’è più carburante pronto ad accendersi in un attimo. Gli umani hanno anche trasformato i boschi in una zona pericolosa attraverso lo sviluppo. Solo tra il 1990 e il 2010 13,4 milioni di nuove case sono stati costruiti in quella che è conosciuta come l’interfaccia wildland-urban.

Le comunità si sono sistemate in pericolo, proprio mentre il cambiamento climatico e i carichi pesanti di carburante cospirano per rendere gli incendi più esplosivi. Anche le infrastrutture nelle foreste, in particolare le linee elettriche in superficie, stanno innescando un numero crescente di incendi. (Anche altre attività umane sono responsabili degli incendi.)

Alcune utilità, tra cui famigerato accendifuoco PG&E, hanno detto che lo faranno intraprendere il grande progetto per interrare più linee elettriche. Anche le agenzie federali hanno iniziato a occuparsi di ustioni più gestite per prevenire incendi enormi. Ma ci sono anche domande importanti e talvolta scomode in giro se le comunità che bruciano dovrebbe ricostruire e come altre città nella zona di pericolo dovrebbe adattarsi.

.

Source link