Immagine: Disney/20th Century Studios

C’è una famiglia nei media che ha resistito così tanto come I Simpson? Il film di Matt Groening con cinque persone (e un cane!) famiglia di strani gialli va avanti dal 1989, da quando alcuni dei nostri genitori sono sposati, se non addirittura vivi. A seconda di chi si è, il tempo non è stato del tutto clemente con la serie, la cui 34esima stagione andrà presumibilmente in onda tra un paio di mesi. E nel caso del suo prima e sorprendentemente only film teatrale, il tempo ha dimostrato quanto questo spettacolo sia destinato a durare nel tempo.

Il film dei Simpson uscito il 27 luglio 2007, è un film i cui creatori hanno praticamente codificato lo spettacolo nel loro DNA. Diretto dal regista di episodi di lunga data David Silverman, la sua sceneggiatura è stata elaborata da 11 scrittori, tutti Simpson veterani, tra cui Groening, Mike Scully (showrunner delle stagioni 9-12) e Al Jean (showrunner delle stagioni 3, 4 e 13-33, e co-creatore del classico cartone animato di culto Il Critico).

Il percorso per a questo film è stato lunghissimo: si dice che l’idea di realizzare un film teatrale sia stata presa in considerazione fin dall’inizio della serie. All’epoca vennero prese in considerazione diverse idee, da una La casa dell’orrore da film antologico a film in live-action basato sull’attore di infomercial del defunto Phil Hartman Troy McClure. L’episodio della quarta stagione “Kamp Krusty” è stato anche tentato di diventare un film, ma alla fine nessuno di questi è andato lontano per un motivo o per l’altro. Nel 1997, la 20th Century Fox ha finalmente ha dato il via libera la produzione del filme il cast vocale dello show ha firmato nel 2001. Con la crescita della serie nel corso degli anni, è stato assunto altro personale per poter lavorare fianco a fianco con il film.

Immagine per l'articolo intitolato Il film dei Simpson è stato un passo unico ma inevitabile per la famiglia gialla della Fox

Immagine: Disney/20th Century Studios

Per coloro che non erano in vita o che guardavano I Simpson a metà degli anni Duemila, l’idea che diventasse un film era all’epoca molto importante. Non si trattava certo del primo film basato su una serie animata, ma era – e forse rimane tuttora – un film di successo.-la più grande serie animata a passare al cinema. I compagni di cartoni animati dell’epoca, Spongebob Squarepants e Le Superchicche, entrambi usciti nelle sale cinematografiche, sono finiti agli estremi opposti dello spettro del box office: il film del 2002 Il film delle Superchicche è stato un bomba, mentre il 2004 Spongebob Squarepants Movie è stato un tale successo che Nickelodeon ha ribaltato la decisione del creatore Stephen Hillenburg di farne il finale della serie.

Quando Il film dei Simpson ha guadagnato 536,4 milioni di dollari al botteghino globale, ed è tuttora il film più venduto al mondo. il secondo film d’animazione che ha incassato di più con l’animazione tradizionale, subito dopo il film della Disney Il Re Leone. (Quello che piace alla gente). non sarebbe stato nominato agli Oscar, ha vinto una piccola manciata di premi, tra cui Miglior commedia ai British Comedy Awards e Miglior animazione agli ITV National Movie Awards. E le recensioni che hanno apprezzato il film davvero è piaciuto, , elogiandolo per essere effettivamente solo un comodo, episodio standard concesso wcon un budget maggiore e più lungo.

A distanza di tanti anni, non sarebbe sbagliato considerare l’arrivo di un film in sala come fine obiettivo per cartoni animati occidentali a a cui aspirare. Non è così difficile per l’animazione giapponese diventare un film per le sale cinematografiche, in quanto anime shonen I fan dei cartoni animati ne sono ben consapevoli. Ma si tratta comunque di un ostacolo sostanziale che non molti cartoni animati in occidente sono stati in grado di sognare, tanto meno di trasformare in realtà.. Sicuramente, tutti noi hanno un cartone animato che vorremmo fosse abbastanza grande da diventare anche più grande con un adattamento per il grande schermo, in modo da poter vedere il suo budget ampliato in un film dicon i nostri amici e compagni. I toons che hanno fatto il salto verso il cinema lo hanno fatto in genere tramite streaming o direttamente su DVDe anche se questi film possono essere molto affascinanti e divertenti di per sé, il fatto che vengano portati nelle sale significa qualcosa di sostanziale.

Immagine per l'articolo intitolato Il film dei Simpson è stato un passo unico ma inevitabile per la famiglia gialla della Fox

Immagine: Disney/20th Century Studios

In questo riguardo, Il film dei Simpson rimane unico. Il suo fascino diffuso, sia per i bambini che per gli adulti, aveva un significato all’epoca e probabilmente ce l’ha ancora oggi. Ho apprezzato il Bob’s Burgers quando è uscito qualche mese fa, ma la sua esistenza è di nicchia rispetto a quella della Simpson. E probabilmente sarà l’unico cartone animato ad essere ancora così. Per lo meno, è vero per i cartoni animati della Fox: sembra dubbio che Re della collina arriverà al punto di un film se farà ritorno, e Family Guy ha un bagaglio culturale troppo grande alle spalle perché un ipotetico film possa raccogliere qualcosa di più di un “Va bene, immagino che.”

I film basati sulle serie televisive possono avere un duplice scopo, sia che si tratti di fornire una (speranzoso) nuovo inizio o consegnare il tipo di spettacolo e divertimento che possono essere realizzati solo se si permette di interrompere la durata originale di mezz’ora dello spettacolo. Il film dei Simpson non è né l’uno né l’altro; è un giro di vittoria per un marchio che ha sempre e solo conosciuto la vittoria. Non c’è mai stato il rischio che questo film fosse una bomba nel 2007, era troppo un punto fermo della cultura e lo è tuttora. Un film è sempre stato nelle carte, era solo questione di quando. Se Fox e Groening non fossero stati così determinati a far sì che ciò accadesse, probabilmente la Disney lo avrebbe fatto non molto tempo dopo che l’inchiostro si era asciugato.


Vuoi altre notizie su io9? Scoprite quando aspettarvi le ultime notizie Marvel e Guerre stellari uscite, cosa c’è di nuovo per il Universo DC al cinema e in TVe tutto quello che c’è da sapere su La casa del drago e Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere.

Source link