Meno di un metro d’acqua si frappone attualmente tra l’ordinaria amministrazione europea e una crisi della catena di approvvigionamento tedesca. Tra un record e l’altro, ondata di calore a livello continentale, il fiume Reno è sceso a livelli così bassi che la navigazione su questa via d’acqua potrebbe presto diventare economicamente insostenibile o addirittura impossibile.

L’attuale livello dell’acqua a Kaub, un punto di strozzatura per le navi da carico pesanti a circa metà del fiume, si aggira intorno ai 70 cm (circa 27,5 pollici). Se scende a 40 cm o meno (circa 15,7 pollici), le chiatte non saranno più in grado di trasportare un peso sufficiente a giustificare il loro viaggio, ha dichiarato il rappresentante dell’Istituto Federale Tedesco per l’Idrologia, Joerg Belz, a Bloomberg News lunedì.

Le navi cariche di merci sono più pesanti e affondano meno nell’acqua rispetto alle navi più leggere. Navigare sul fiume con un carico più leggero permette alla nave di viaggiare a livelli più bassi del fiume. Ma c’è una linea di non fattibilità economica, in cui non ha più senso per una nave viaggiare con un peso così ridotto, e in cui il valore del carico diventa inferiore al costo del carburante e dell’equipaggio.

Il Reno scorre più di 760 miglia dalle Alpi al Mare del Nord, attraversando la Germania ma anche parti della Svizzera, del Liechtenstein, dell’Austria, della Francia e dei Paesi Bassi. Lungo il percorso, attraversa città importanti come Basilea, Rotterdam, Düsseldorf, Colonia e Bonn. Il fiume è ampiamente considerato il più importante vie d’acqua interne più importanti d’Europa. Circa l’80% delle merci trasportate attraverso le vie d’acqua interne della Germania dipende dal Reno, secondo i dati di un rapporto dalla CNBC.

Non si tratta del livello più basso mai registrato dal fiume (quello è 25 cm nel 2018), ma si tratta di un livello notevolmente basso per il periodo dell’anno in cui il fiume ha una media di circa 220 cm (~86 pollici). Di solito, il Reno raggiunge il suo minimo annuale all’inizio di ottobre. Quindi, la situazione è si prevede che la situazione diventi più secca da qui in poi. L’ultima volta che il fiume è stato così basso a Kaub in questo periodo dell’anno è stato nel 2007. Nel 2018, la siccità e il minimo storico del livello del Reno ha portato a un blocco economico di mesi in Germania, e gravemente inibito spedizione.

Gran parte dell’Europa sta vivendo una situazione di siccità grave, estrema e persino eccezionale, secondo gli standard statunitensi. Quasi metà del territorio dell’UE è in deficit di umidità del suolo, secondo l’Osservatorio europeo della siccità. Il attuale ondata di calore sta esacerbando le condizioni di siccità, e record di temperatura in tutto il continente.

I cambiamenti climatici causati dall’uomo hanno innalzato la temperatura media globale di circa 1,2 gradi Celsius (2 gradi Fahrenheit) rispetto ai livelli preindustriali, e le temperature estreme sono ancora più colpite. Sappiamo che il clima cambiamento climatico sta rendendo le ondate di calore e siccità più lunghe, più frequenti e più intense. Le ricerche condotte in passato su eventi specifici hanno spesso identificato il cambiamento climatico come uno dei principali fattori che contribuiscono alla gravità delle ondate di calore e della siccità. E tutte le ondate di calore sono oggi almeno in parte attribuibili ai cambiamenti climatici, secondo un’analisi di Studio di giugno pubblicato sulla rivista Environmental Research.

Al momento ci sono altri fattori economici che mettono sotto pressione la Germania e il basso livello del Reno non è necessariamente il problema più importante per il Paese, ha dichiarato un economista alla CNBC. Ma il fiume è indicativo sia dell’instabilità attuale sia del futuro verso cui ci stiamo dirigendo se non adottiamo misure significative per ridurre le emissioni di gas serra e mitigare il cambiamento climatico.

Source link