La NASA darà la caccia agli UFO con l’intelligenza artificiale.

Viviamo in un’epoca in cui il rapido progresso della tecnologia all’avanguardia può aiutare a rispondere a domande rimaste senza risposta per decenni.

Per questo motivo la NASA ha incaricato un team di scienziati di indagare sui fenomeni aerei non identificati (UAP), noti anche come UFO. Ma soprattutto, una volta iniziata l’indagine in autunno, la comunità scientifica cercherà modi per applicare l’intelligenza artificiale (AI) e l’apprendimento automatico per affrontare l’enigma degli UFO, secondo quanto dichiarato da Thomas Zurbuchen, amministratore associato della NASA per la Direzione della Missione Scientifica, in occasione di una riunione del Comitato per gli Studi Spaziali delle Accademie Nazionali di Scienze, Ingegneria e Medicina. in diretta dall’agenzia.

Il nuovo gruppo scientifico della NASA sugli UFO è “chiaramente e solidamente ad alto rischio, ad alto impatto

C’è un ampio spettro di domande che riguardano la litania degli avvistamenti UFO da esplorare. E alcuni analizzeranno i dati esistenti per decidere quali insiemi di dati potrebbero essere esplorati con l’IA. Alle 13:00 EDT si è tenuta una conferenza stampa trasmessa in diretta streaming dall’agenzia.

“Immaginate un laureando da qualche parte che sta guardando i suoi dati e all’improvviso scopre che qualsiasi cosa trovi nei suoi dati si oppone ad alcuni dei leader del settore”, ha detto Zurbuchen, durante la trasmissione. “È molto difficile sostenere quei laureati affinché vadano a pubblicarli, e voglio che sappiate che è proprio questo che vogliamo che accada, perché è meglio per la scienza che fare un cerchio intorno a questo”.

Per ulteriori aggiornamenti su questa storia e su altre con Il progetto, la nostra newsletter quotidiana: Iscriviti qui gratuitamente.

Per Zurbuchen, il lavoro del nuovo gruppo scientifico si colloca “in modo netto e solido nella ricerca ad alto rischio e ad alto impatto”. David Spergel, astrofisico dell’Università di Princeton, guiderà il gruppo. Ad assisterlo ci sarà Daniel Evans, assistente del vice amministratore associato per la ricerca della NASA.

“La NASA ritiene che gli strumenti della scoperta scientifica siano potenti e si applichino anche in questo caso”, ha dichiarato Zurbuchen a un post sul blog della NASA che accompagna le osservazioni iniziali del gruppo scientifico. “Abbiamo accesso a un’ampia gamma di osservazioni della Terra dallo spazio – e questa è la linfa vitale dell’indagine scientifica. Abbiamo gli strumenti e i team che possono aiutarci a migliorare la nostra comprensione dell’ignoto. Questa è la definizione stessa di scienza. È quello che facciamo”.

Il governo degli Stati Uniti sta finalmente facendo sul serio con gli UFO

Questo avviene meno di un mese dopo che una commissione della Camera degli Stati Uniti ha tenuto la prima udienza pubblica sugli UFO in mezzo secolo e ha constatato che è giunto il momento di porre fine all’atmosfera di “eccessiva segretezza” intorno agli avvistamenti di UAP.

E ha senso: se siamo d’accordo che gli UFO sono un evento reale nel mondo reale, allora, qualunque cosa siano, dovremo trovare il modo di implementare la tecnologia più avanzata di oggi, come l’intelligenza artificiale, per affrontare la sfida. Speriamo di ottenere risposte definitive e concrete nel corso della nostra vita.

Questa era una notizia in via di sviluppo sugli ultimi e imminenti sforzi della NASA per analizzare gli UFO utilizzando l’intelligenza artificiale ed è stata regolarmente aggiornata man mano che si rendevano disponibili nuove informazioni.

Source link