Il legislatore della California ha votato all’unanimità per approvare un piano da $ 6 miliardi per costruire una rete in fibra ad accesso aperto in tutto lo stato (h/t ArsTechnica). Lo stato fornirà 3,25 miliardi di dollari per assumere una terza parte per costruire e mantenere una cosiddetta rete “middle-mile”, che non porterà Internet direttamente dall’infrastruttura dorsale ai clienti, ma piuttosto ai punti di connessione, lasciando l’ultimo miglio a essere gestiti da fornitori di servizi Internet (ISP). La legislazione prevede 2 miliardi di dollari per le linee infrastrutturali dell’ultimo miglio per collegare residenze e aziende alle reti locali.

Rendere aperto l’accesso alla rete del miglio medio consentirà “l’accesso non discriminatorio alle entità ammissibili su una base tecnologica e concorrenziale, indipendentemente dal fatto che l’entità sia di proprietà privata o pubblica”, afferma il disegno di legge. Il piano del miglio intermedio dà la priorità alle aree meno servite dalle attuali opzioni Internet; le aree senza accesso residenziale a velocità di download di 25 Mbps e velocità di upload di 3 Mbps sarebbero prese di mira per prime.

In base al piano, la California Public Utilities Commission (CPUC) “identificherà le posizioni prioritarie della rete a banda larga di medio miglio ad accesso aperto in tutto lo stato, comprese le aree che possono essere costruite rapidamente, le aree senza accesso alla rete di medio miglio noto, le regioni sottoservite da reti di miglio e regioni senza capacità sufficiente per soddisfare le future esigenze del miglio medio”, secondo il testo della normativa.

“Ogni repubblicano e democratico a Sacramento ha appena votato per una fibra per il futuro”, Ernesto Falcon della Electronic Frontier Foundation twittato giovedì.

Il governatore Gavin Newsom ha definito il disegno di legge “storico” per la California. “Questa legislazione fornirà un accesso vitale e più ampio per le famiglie della California dando la priorità alle aree, alle strutture, alle famiglie e alle attività non servite e non servite che rimangono disconnesse nell’era digitale”, ha affermato in un dichiarazione Lunedi. Dovrebbe firmare il disegno di legge.



Source link