State preparando una grigliata estiva? Se andate subito su Amazonè possibile preordinare la nuova griglia a carbonella più in voga tra i rivenditori: il modello Google Pixel Buds Pro.

Sì, la frase che avete appena letto non ha molto senso, ma il motore di ricerca di Amazon pensa di sì! L’algoritmo ha apparentemente deciso che non solo i nuovi auricolari color carbone contano come “griglia al carbone”, ma a quanto pare sono stati il prodotto più venduto in quella categoria per oltre 24 ore (via Reddit e Mishaal Rahman) senza che Amazon faccia nulla al riguardo.

Guardate voi stessi:

Una di queste cose non è come le altre.
Screenshot di Sean Hollister / The Verge

“#1 new release in charcoal grills”, recita il badge fornito da Amazon.

In generale, non darei troppa importanza ai distintivi che si vedono su un prodotto Amazon. Per fare un altro esempio, sapevate che il marchio “Amazon’s Choice” non è un timbro che indica alcun tipo di qualità? Viene assegnato algoritmicamente a tutti i tipi di prodotti che non si direbbe lo meritino.

Non parliamo poi delle recensioni degli utenti di Amazon: anche in questo caso, l’azienda sa chiaramente di avere un problema e ogni anno intraprende grandi azioni di contrasto (come il recente giro di vite sui gruppi di recensioni false di Facebook).

Il mese scorso, il Wall Street Journal ha scritto della di marchi cinesi generatori di lettere casuali che appaiono quando si cercano i prodotti. È interessante vedere quanti di questi si posizionano anche nell’elenco dei barbecue a carbonella, compresi marchi storici come RESVIN, Cecarol, Oilzz, YSSOA e DOIT.



Source link