Google sta pianificando un grande aumento delle sue spedizioni di smartphone con l’imminente lancio del Pixel 6, secondo Nikkei. La pubblicazione giapponese dice che Google ha ordinato più di 7 milioni di smartphone Pixel 6 da produrre, raddoppiando approssimativamente la sua intera produzione del 2020. Nikkei cita cifre di IDC che dicono che Google ha prodotto 3,7 milioni di telefoni l’anno scorso.

E secondo NikkeiNon è solo il Pixel 6 che rappresenterà la spinta nelle spedizioni – il Pixel 5A di fascia bassa, rilasciato all’inizio di quest’anno, si dice abbia ricevuto più di 5 milioni di ordini. Insieme al Pixel 6, che sarà annunciato in pieno più tardi oggi, ciò significa che Google dovrebbe più che triplicare la sua produzione di smartphone nel 2020.

Nikkei riferisce che Google sta “tentando di capitalizzare la sua posizione come l’unico produttore statunitense di smartphone con sistema operativo Android” e aumentare la quota di mercato dopo il crollo indotto dalle sanzioni del business mobile di Huawei. Si dice che l’azienda stia prendendo di mira Apple, Samsung e Xiaomi, i tre attuali venditori leader. Per fare un confronto, si dice che Apple spedirà circa 80 milioni di unità di iPhone 13 solo nel 2021, quindi il Pixel sarà ancora molto indietro.

I telefoni Pixel di Google sono stati generalmente ben accolti per le loro fotocamere e il design del software, ma hanno spesso avuto le loro stranezze e non sono mai stati spediti in volumi abbastanza significativi per avere un grande impatto sul settore in generale. Negli Stati Uniti, la quota di mercato dei Pixel è stata inferiore a quella di Lenovo, LG e OnePlus, con Apple e Samsung in una lega completamente diversa.

I dettagli dei Pixel 6 e 6 Pro sono già stati ampiamente diffusi, anche da Google stessa, e i telefoni sono impostati per essere lanciati ufficialmente all’1PM ET oggi. Presunte informazioni sui prezzi da Target sono trapelate ieri, suggerendo che la linea Pixel 6 partirà da 599 dollari. Se questo è il caso, sarebbe un’ulteriore prova dei tentativi di Google di aumentare la sua quota di mercato. Il Pixel 5 dell’anno scorso aveva specifiche relativamente di fascia media e partiva da 699 dollari.

Google sta anche lavorando su un nuovo portatile Pixelbook con ChromeOS, secondo Nikkei. Non sono stati forniti dettagli sul prodotto, anche se Nikkei punta alla sua precedente segnalazione che diceva che Google stava sviluppando i propri chip per i Chromebook. I Pixel 6 e 6 Pro saranno i primi telefoni Pixel ad utilizzare un SoC sviluppato da Google e noto come Tensor.

Source link