Domenica sera, Celsius Network, una delle più grandi piattaforme di prestito di criptovalute, ha annunciato bruscamente una “pausa” sui prelievi e sui trasferimenti, citando “condizioni di mercato estreme”. Celsius ha annunciato la sospensione all’apertura dei mercati asiatici lunedì mattina, e il prezzo del suo token CEL – che un anno fa valeva quasi 7 dollari – ha perso un terzo del suo valore residuo, scendendo a soli 21 centesimi.

Nelle ore successive alla pausa, anche i prezzi di altre criptovalute sono crollati. I dati di CoinMarketCap tracker globale delle criptovalute ha mostrato che il totale del mercato delle criptovalute (incluse le stablecoin e i token) è sceso sotto i 1.000 miliardi di dollari alle 8:53AM ET, scendendo dal picco di 3.000 miliardi di dollari dello scorso novembre.

Il prezzo del Bitcoin su Coinbase alle 9:33AM ET.
Immagine: Coinbase

Il prezzo del Bitcoin è sceso di quasi il 12% nelle ultime 24 ore, perdendo circa 2.000 dollari da quando è uscita la notizia di Celsius, scendendo a 23.510,15 dollari alle 9:33AM ET, secondo Coinbase. L’ultima volta che il prezzo del Bitcoin è stato così basso è stato nel dicembre 2020, mentre ha raggiunto il massimo il 9 novembre 2021, a 69.000 dollari. Il calo odierno prosegue una discesa che CoinDesk notato è andato avanti per 12 settimane consecutive, da 49.000 dollari a marzo.

Lo stesso vale per Ethereum, che è sceso di circa il 14% nell’ultimo giorno ed è passato da 1.355 dollari prima dell’annuncio di Celsius a circa 1.238 dollari alle 9:33AM ET. Il 9 novembre dello scorso anno ha toccato il suo massimo, raggiungendo i 4.891 dollari.

Nel bel mezzo del crollo dei prezzi delle criptovalute, anche il principale exchange di trading Binance ha messo in pausa i prelievi di Bitcoin. L’amministratore delegato di Binance, Changpeng Zhao, ha annunciato il blocco alle 8 del mattino, dicendo che era “dovuto a una transazione bloccata che ha causato un arretrato”. Inizialmente, aveva detto che la pausa sarebbe stata risolta in circa 30 minuti, ma ha poi aggiunto che, “Probabilmente ci vorrà un po’ più di tempo per risolvere il problema rispetto alla mia stima iniziale”.

Intorno alle 11:30AM ET, Binance ha annunciato I prelievi dalla rete Bitcoin sono ripresi. Secondo la pagina di supporto, “Stiamo ancora lavorando per elaborare i prelievi dalla rete Bitcoin (BTC) in sospeso, e si stima che questo sarà completato nelle prossime due ore. Si prega di notare che i prelievi dalla rete Bitcoin (BTC) in sospeso saranno rifiutati. In questo caso, gli utenti interessati dovranno ripresentare le loro richieste di prelievo”.

Il prezzo delle azioni della piattaforma di trading di criptovalute Coinbase, che ha già annunciato un blocco delle assunzioni e ha annullato le offerte di lavoro accettate, è sceso del 20% prima dell’apertura dei mercati lunedì mattina, secondo la CNBC. I prezzi delle sue azioni sono scesi del 76% nell’ultimo anno.

Un’altra area da tenere d’occhio è quella del mining di Bitcoin, dove CoinTelegraph rapporti, sulla base dei dati forniti da Bitdeer e altri, che gli impianti di estrazione più vecchi rischiano di chiudere ai prezzi attuali e alle difficoltà di estrazione. Questo è il punto in cui non sarebbe più redditizio operare, con i profitti annullati dal costo dell’elettricità necessaria per alimentare gli impianti. Secondo il rapporto, l’hardware di nuova generazione può continuare a generare profitti anche se i prezzi continuano a scendere, ma un’unità come l’S17+ (73T) di Antminer potrebbe diventare non redditizia se il prezzo scende sotto i 22.000 dollari.

Aggiornamento del 13 giugno, 12:33PM ET: Aggiornamento dello stato dei prelievi di Bitcoin di Binance.



Source link