Bentornati a This Week in Apps, la serie settimanale di TechCrunch che riassume le ultime notizie sul sistema operativo mobile, le applicazioni mobili e l’economia generale delle app.

L’industria delle app continua a crescere, con un record di 218 miliardi di download e 143 miliardi di dollari di spesa globale dei consumatori nel 2020. I consumatori l’anno scorso hanno anche trascorso 3,5 trilioni di minuti utilizzando le app solo su dispositivi Android. E negli Stati Uniti, l’uso delle app ha superato il tempo trascorso a guardare la TV dal vivo. Attualmente, l’americano medio guarda 3,7 ore di TV dal vivo al giorno, ma ora spende quattro ore al giorno sui loro dispositivi mobili.

Le app non sono solo un modo per passare le ore inattive – sono anche un grande business. Nel 2019, le aziende mobile-first hanno avuto una valutazione combinata di 544 miliardi di dollari, 6,5 volte superiore a quelle senza un focus mobile. Nel 2020, gli investitori hanno versato 73 miliardi di dollari di capitale in aziende mobili – una cifra che è in aumento del 27% rispetto all’anno precedente.

This Week in Apps offre un modo per stare al passo con questo settore in rapida evoluzione in un unico luogo con le ultime dal mondo delle applicazioni, tra cui notizie, aggiornamenti, finanziamenti di startup, fusioni e acquisizioni, e suggerimenti su nuove applicazioni e giochi da provare, anche.

Vuoi This Week in Apps nella tua casella di posta ogni sabato? Iscriviti qui: techcrunch.com/newsletters

Credito immagine: Andrew Harrer/Bloomberg via Getty Images

All’inizio della giornata di venerdì, sembrava che la grande notizia dell’App Store della settimana sarebbe stata il tentativo di Epic Games di rientrare nell’App Store in Corea del Sud, dopo il passaggio di una legge che ha costretto Apple e Google a permettere alle app di utilizzare sistemi di pagamento di terze parti. Ma venerdì si è rivelato avere in serbo notizie molto più grandi.

Quella mattina, il giudice distrettuale degli Stati Uniti Yvonne Gonzalez Rogers ha emesso una sentenza nel caso antitrust della California Epic Games contro Apple, dove il produttore di Fortnite ha sostenuto che Apple stava abusando del suo potere di mercato costringendo gli sviluppatori ad utilizzare i propri sistemi di pagamento in-app. La decisione del giudice ha favorito Apple sulla questione più ampia di se stesse agendo o meno in modo monopolistico. Il giudice ha detto che entrambe le parti avevano definito il mercato rilevante di Apple in modo errato – non era solo l’App Store o il gioco, ma specificamente, il mercato da 100 miliardi di dollari per le transazioni digitali di gioco mobile. E mentre Apple ha avuto molto successo finanziario qui, con una quota di mercato superiore al 55% e alti margini di profitto, quel successo non era “illegale” né sotto la legge antitrust federale né sotto quella statale.

Questa decisione significa anche che Epic Games ha violato il suo contratto quando ha implementato il proprio sistema di pagamenti nella sua app Fortnite per iOS (ora deve ad Apple 12 milioni di dollari per questo), e Apple non sarà costretta ad ospitare app store di terze parti o consentire il sideloaded delle app sui suoi dispositivi mobili. Per Apple, questa è una grande vittoria.

Tuttavia, il giudice ha trovato che Apple si stava impegnando in un comportamento anticoncorrenziale sotto le leggi sulla concorrenza della California per quanto riguarda le sue disposizioni anti-steering, che Rogers ha detto “soffocare illegalmente la scelta del consumatore.” Di conseguenza, Apple non può più proibire agli sviluppatori di includere link, pulsanti o altre chiamate all’azione nelle loro applicazioni che indirizzano i clienti ad altri meccanismi di acquisto oltre a quello di Apple.

Questa è una grande vittoria per la comunità di sviluppatori di Apple, molti dei quali hanno combattuto a lungo per il diritto di inviare i clienti ai loro siti web per fare acquisti o abbonamenti, in modo da poter risparmiare sulle tasse evitando le commissioni di acquisto in-app di Apple. Poiché il pushback degli sviluppatori è aumentato nel corso degli anni, Apple ha cercato di placare la sua comunità riducendo le commissioni dal 30% al 15% per gli sviluppatori con meno di 1 milione di dollari di entrate. Ma aveva ancora bloccato gli sviluppatori dal dire ai consumatori che potevano andare altrove per fare un pagamento dall’interno delle loro app.

Nelle ultime settimane, questa particolare linea guida stava iniziando a cadere a pezzi, in quanto Apple ha fatto concessioni relative ad altre cause legali e legislative, tra cui un accordo con un regolatore giapponese che ha visto il gigante tecnologico cambiare le sue politiche per le “app lettore” – applicazioni che forniscono l’accesso a contenuti acquistati – che avrebbe permesso loro di puntare gli utenti al proprio sito web dove gli utenti potevano iscriversi e gestire i loro account. Un altro accordo ha dato agli sviluppatori il permesso di utilizzare le informazioni di contatto dei clienti raccolte all’interno delle loro app per informare i clienti su altre opzioni di pagamento. E la nuova legge della Corea del Sud ha costretto Apple e Google a consentire agli sviluppatori di utilizzare i propri sistemi di pagamento di terze parti, se lo desiderano.

Le ramificazioni più grandi di come questo cambiamento di politica si svolgerà rimangono da vedere. Apple probabilmente richiederà ancora il suo meccanismo di acquisto in-app per rimanere in vigore come opzione, e potrebbe emanare nuove regole su come e dove gli sviluppatori possono aggiungere i loro link o altre chiamate all’azione che indirizzano i clienti a meccanismi di acquisto alternativi. L’ingiunzione è abbastanza vaga che probabilmente vedremo anche alcuni tentativi di inserire pulsanti di pagamento che caricano schermate di acquisto alt all’interno dell’app, il che potrebbe non essere d’accordo con come Apple interpreta la sentenza. È più probabile che Apple consentirà semplicemente a qualsiasi sviluppatore di guidare gli utenti al di fuori dell’app, come fa ora per le app “lettore” – un sistema che fa ancora sentire gli IAP di Apple più senza soluzione di continuità e più amichevoli per il consumatore in confronto.

Poi c’è la questione dell’adozione da parte degli sviluppatori. Per i piccoli sviluppatori, potrebbe non avere senso cercare di supportare due meccanismi di pagamento separati se quello di Apple è ancora richiesto. E alcuni potrebbero essere preoccupati per altre, meno ovvie, potenziali misure punitive per evitare gli IAP – come una ridotta visibilità nelle ricerche su App Store, forse, o meno evidenziazioni editoriali su App Store.

Dal lato dei consumatori, le cose potrebbero anche diventare più difficili. I buchi di Apple in App Review hanno permesso a troppe app truffaldine di prosperare. Se queste app ora iniziano anche a girare intorno agli IAP, potrebbe finalmente motivare Apple ad espandere il suo team di revisione per reprimere le app che abusano degli abbonamenti – in particolare se non ci sarà un modo semplice per disattivare questi abbonamenti esterni, come c’è ora per gli IAP di Apple. E mentre alla fine questo è un problema tra il cliente e lo sviluppatore, Apple potrebbe prendersi la colpa per aver ospitato le app truffa in primo luogo – soprattutto quando uno sviluppatore di app truffa diventa irraggiungibile e l’abbonamento continua a rinnovarsi.

C’erano alcuni altri pezzi notevoli nascosti all’interno della sentenza, che dipingono un quadro di un App Store dove quasi tutte le entrate sono fornite dai giochi e dalle loro “balene”:

  • Le app di gioco rappresentano circa il 70% di tutte le entrate dell’App Store e sono generate da meno del 10% dei consumatori dell’App Store.
  • Oltre l’80% degli account dei consumatori non generano praticamente alcun reddito, poiché l’80% di tutte le app su App Store sono gratuite.
  • Apple gode di una quota di mercato di oltre il 55% nel mercato delle transazioni digitali di gioco mobile.
  • Oltre il 98% delle entrate IAP di Apple provengono dai giochi nel 2018-2019.
  • Le transazioni dei giochi nel complesso hanno rappresentato il 76% delle entrate dell’App Store nel 2017, il 62,9% nel 2018 e il 68% nel 2020.

Aggiornamenti Apple

  • Apple ha annunciato che terrà il suo prossimo grande evento hardware il 14 settembre (10 am pt/1 pm et), quando la società dovrebbe presentare nuovi iPhone (iPhone 13?), che si dice che abbiano un nuovo schermo ProMotion a 120Hz e una nuova modalità Portrait per i video chiamata Cinematic Mode. L’evento, soprannominato “California Streaming,” potrebbe anche introdurre un Apple Watch Series 7 e nuovi AirPods. (L’invito all’evento aveva anche un elegante uovo di Pasqua AR incluso.)
  • Un’altra causa di monopolio dell’App Store aveva espanso prima della sentenza Epic per includere altri sviluppatori che hanno sostenuto che l’App Store ha soppresso alcune applicazioni gratuite nelle classifiche e respinto altri. Gli sviluppatori che hanno fatto causa includono i creatori di Coronavirus Reporter, Bitcoin Lottery, WebCaller e Caller-ID apps. Non è chiaro quale merito la causa avrà ora, data la decisione di Epic.

Aggiornamenti Android

Crediti immagine: Google

  • Arriva la beta finale di Android 12. Google questa settimana ha lanciato la beta finale per gli sviluppatori (Android 12 Beta 5) prima del lancio pubblico del suo nuovo sistema operativo mobile in poche settimane. L’aggiornamento ha fornito alcuni piccoli ritocchi e correzioni, ma aveva già raggiunto la stabilità della piattaforma con la Beta 4. Tra i cambiamenti ci sono i introduzione di nuovi widget Material You Clock, un widget “Paint Chips Uovo di Pasqua, un più potente Pixel Launcher, riposizionato controlli smart home, un surriscaldamento notifica sui telefoni Pixel, un’app calcolatrice a tema Material You, e una barra di ricerca che è ha riacquistato i bordi arrotondati. Le app di Google Workspace saranno anche caratterizzate da un design Material You, che potete vedere in anteprima qui.
  • Google rilasciato Android for Cars App Library versione 1.1 e completato la transizione a Jetpack. Le applicazioni Android Auto che utilizzano funzioni che richiedono Car App API livello 2+, come l’interattività della mappa, i dati hardware del veicolo, il testo di lunghezza multipla, il messaggio lungo e i modelli di accesso, possono ora essere utilizzati in auto con Android Auto 6.7+, ha detto la società.
  • L’azienda cinese Xiaomi è promettendo 3 anni di aggiornamenti completi del sistema operativo Android, compreso Android 14, e un ulteriore anno intero di patch di sicurezza per i suoi prossimi dispositivi, l’11T Pro e 11T.
  • Google e Jio hanno ritardato il loro piano per lanciare il tanto atteso JioPhone Next in India a causa della carenza di chip.

Commercio elettronico

  • Leafly ha lanciato un’opzione di ordinazione di marijuana in-app a seguito delle modifiche alle regole dell’App Store di Apple che ora permettono alle app di facilitare direttamente questi ordini dove è legale. Altre app per la marijuana, tra cui Eaze e Weedmaps, hanno fatto lo stesso.
  • Amazon sta offrendo agli agricoltori indiani consigli e informazioni in tempo reale attraverso un’app mobile dedicata che li aiuta a prendere decisioni sulle colture e ad utilizzare la tecnologia di apprendimento automatico. L’azienda vede un flusso costante di frutta, verdura e altri generi alimentari come una chiave per dominare il commercio online indiano, ha riferito Bloomberg.
  • Shopee, con sede a Singapore, ha superato Mercado Libre per diventare la migliore app per lo shopping in America Latina, Apptopia’s ricerca trovata.

Realtà aumentata

  • Snap ha assunto Nishad Pai, in precedenza un dirigente dello sviluppo del business e delle partnership presso Adobe, come suo capo globale dello sviluppo del business delle partnership della piattaforma, L’informazione ha riferito. Egli riferirà al VP di Platform Partnerships Konstantinos “KP” Papamiltiadis, che recentemente è venuto a Snap da Facebook.

Fintech

  • La SEC vuole regolare il prodotto cripto generatore di rendimento di Coinbase, Coinbase Lend, sostenendo che è un titolo. Il CEO della società Brian Armstrong non è d’accordo e ha detto che la SEC non ha offerto alcuna spiegazione su come ha raggiunto questa conclusione.

Sociale

Crediti immagine: Facebook

  • Facebook ha lanciato il suo rivale Snapchat Spectacles in collaborazione con Ray-Ban. I nuovi occhiali intelligenti si chiamano Ray-Ban Stories e permettono agli utenti di registrare ciò che stanno vedendo come foto e video utilizzando le 2 fotocamere da 5MP a bordo, oltre ad ascoltare musica e rispondere alle chiamate. Gli occhiali devono essere accoppiati con un dispositivo iOS o Android per funzionare, e trasferire video attraverso il nuovo Facebook View app dove gli utenti possono modificare ulteriormente i media o aggiungere effetti.
  • Twitter ha lanciato “Comunità”. che permettono agli utenti di twittare direttamente ad altri con i loro stessi interessi. Inizialmente, Twitter sta testando argomenti come cani, tempo, scarpe da ginnastica, cura della pelle e astrologia.
  • Altre caratteristiche di Twitter che hanno lanciato questa settimana includono un test in corso in Turchia che permette agli utenti di reagire ai tweet usando emoji, un test di foto e video a tutta larghezza, un test di una nuova etichetta per identificare i “bot buoni” e un test di una funzione soft-block che ti permette di rimuovere le persone dai tuoi follower invece di bloccarle del tutto.
  • Il social network Peanut si è ampliato per includere più donne con il lancio di Peanut Menopause, una collezione di funzioni e gruppi che permetteranno alle donne in tutte le fasi della menopausa di fare rete e discutere dell’argomento.
  • La spesa dei consumatori nelle app sociali raggiungerà i 17,2 miliardi di dollari all’anno entro il 2025 da 6,78 miliardi di dollari nel 2021, secondo i nuovi dati di App Annie. Il boom è in gran parte attribuito alla crescita del live streaming. Nell’H1 2021, 3 dollari su ogni 4 spesi nelle prime 25 app sociali provenivano da quelle che offrivano livestreams.

Crediti immagine: App Annie

Foto

  • Google Photos aggiunge nuovi modi per stampare. L’app offriva già stampe di foto, libri e altro, ma ora introduce formati di stampa fotografica più grandi e nuove stampe su tela. Ora, per 0,18 dollari a stampa (più le spese di spedizione), è possibile scegliere tra le attuali stampe 4×6, 5×7, o 8×10, o quattro formati aggiuntivi: 11×14, 12×18, 16×20 e 20×30. Nuove stampe su tela saranno aggiunte nei formati 8×10, 16×16, 20×30, 24×36, 30×40, e 36×36.
  • Dispo, l’app di photo-sharing che emula le fotocamere usa e getta, sta testando una funzione che permetterà agli utenti di vendere le loro foto come NFT. L’azienda non ha completamente determinato quale blockchain userebbe, se collaborerebbe con un mercato di NFT, o quale taglio prenderebbe da queste vendite se andasse avanti.
  • Glass lancia la sua app di photo-sharing per i fotografi disillusi da Instagram. L’app in abbonamento permette agli utenti di caricare foto e seguire gli altri, visualizzare i metadati delle foto, commentare e altro ancora.

Messaggistica

  • WhatsApp dice che gli utenti saranno ora in grado di criptare i loro backup delle chat nel cloud. Mentre l’app di proprietà di Facebook ha permesso le chat crittografate end-to-end per più di un decennio, non c’era ancora un’opzione per archiviare in modo sicuro il loro backup di chat nel cloud, cioè iCloud su iOS o Google Drive su Android. L’azienda ha ora creato un sistema che permetterà agli utenti di bloccare i loro backup con una chiave di crittografia a 64 cifre, che può essere memorizzata offline o in un gestore di password. Oppure possono creare una password che esegue il backup della chiave in un “caveau delle chiavi di backup” basato sul cloud che WhatsApp ha costruito.

Incontri

Crediti immagine: Tinder

  • Tinder ha aggiunto una nuova casa per le caratteristiche interattive e sociali con il lancio di Tinder Explore. La nuova sezione sarà caratterizzata da eventi, come il ritorno della popolare serie “Swipe Night”, così come i modi per scoprire le corrispondenze in base agli interessi e immergersi in chat veloci prima che un incontro sia fatto. Insieme, i cambiamenti contribuiscono a spingere Tinder più lontano dalle sue radici come un’app di incontri veloci, in qualcosa che è più simile a un social network volto ad aiutare gli utenti a incontrare nuove persone.
  • Il CEO di Tinder Jim Lanzone ha lasciato l’app di incontri per prendere il posto al vertice di Yahooche, tra l’altro, possiede TechCrunch.

Streaming & Intrattenimento

  • I curatori di playlist di Spotify si lamentano del sistema di segnalazione dello streamer che favorisce i cattivi attori rispetto alle parti innocenti. Attualmente, le playlist create dagli utenti di Spotify possono essere segnalate nell’app per una varietà di motivi – come contenuti sessuali, violenti, pericolosi, ingannevoli o di odio. Quando viene presentata una segnalazione, la playlist in questione avrà i suoi metadati immediatamente rimossi, compreso il titolo, la descrizione e l’immagine personalizzata. Non c’è un processo di revisione interna che verifichi che la segnalazione sia legittima prima che i metadati vengano rimossi, il che ha permesso ai cattivi attori (e talvolta ai loro bot) di segnalare costantemente le playlist che stanno guadagnando un seguito maggiore del loro.
  • Apple Music ora userà Shazam per affrontare i problemi di attribuzione e royalties intorno ai mix dei DJ. Apple Music sta lavorando con le major e le etichette indipendenti per escogitare un modo equo per dividere le royalties dello streaming tra i DJ, le etichette e gli artisti che appaiono nei mix, ha detto.

Gioco

  • Il servizio di game-streaming di Amazon aggiunto il supporto per Chromebook e i propri tablet Fire, tra cui il Fire 7, Fire HD 8, e Fire HD 10. L’azienda ha già supportato Android, iOS (tramite una web app), Windows, Mac, e Fire TV. Ha anche aggiunto un nuovo canale “Family” per $2.99/mese che offre 35 giochi curati che sono appropriati per i bambini più piccoli e si sta preparando a lanciare un canale di gioco retrò, pure.
  • Genshin Impact versione 2.1 è un successo. Il gioco di miHoYo ha generato 151 milioni di dollari nella sua prima settimana (a partire dal 1 settembre) su iOS e Android, ovvero più di quanto il gioco abbia accumulato durante l’intero mese di agosto e più di 5 volte rispetto alla settimana precedente, riferisce Sensor Tower.
  • Google ha annunciato i vincitori del suo Indie Games Festival, che comprendeva: Uccello solo da George Batchelor, Regno Unito; Gatti nel tempo da Pine Studio, Croazia; Gumslinger di Itatake, Svezia; CATS & SOUP di HIDEA, Corea; Rush Hour Rally di Soen Games, Corea; The Way Home di CONCODE, Corea; Mousebusters da Odencat, Giappone; Trasporto quantistico da ruccho, Giappone; e Il senso di colpa del sopravvissuto da aso, Giappone.

Notizie & Lettura

Crediti immagine: Microsoft

  • Microsoft questa settimana ha lanciato un servizio di notizie chiamato Microsoft Start che personalizza le notizie per i suoi lettori, sia con segnali espliciti che impliciti. Gli utenti possono personalizzare la pagina a loro piacimento aggiungendo e rimuovendo argomenti o dare alle singole storie un pollice in su o in giù. Diventerà anche più intelligente quanto più si utilizza il servizio. Su mobile, Microsoft Start è disponibile come app per iOS e Android.

Utilità

  • Mappe di Apple porta il suo concorrente Street View Look Around in Italia, Città del Vaticano, San Marino e Andorra.

Governo & Campagna; Politica

  • Google è sotto inchiesta nell’UE per aver costretto i produttori di telefoni Android a preinstallare il suo assistente vocaleGoogle Assistant sui dispositivi Android. L’assistente AI è stato il default sui dispositivi Android dal 2017.

💰 🤝 Editore di giochi per cellulari Jam City ha raccolto 350 milioni di dollari e ha chiuso l’acquisto dell’editore di giochi Ludia per 165 milioni di dollari. L’accordo segue la decisione di Jam City di abbandonare il suo piano da 1,2 miliardi di dollari per andare in borsa tramite una SPAC. Il nuovo finanziamento è una combinazione di equity e debito e proviene da Netmarble, Kabam, e affiliati di fondi gestiti da Fortress Investment Group.

💰 L’app di viaggio Headout ha raccolto 12 milioni di dollari in finanziamenti di serie B guidato da Glade Brook Capital, un investitore in Airbnb, Uber, Instacart e altri, per il suo marketplace di prenotazioni turistiche che è cresciuto dell’800% da gennaio e ha raggiunto la redditività a luglio. L’azienda prevede di assumere più di 150 persone con i fondi.

💰 La startup di live-shopping Whatnot sta raccogliendo nuovi capitali con una valutazione di 1,5 miliardi di dollari, secondo un rapporto di The Information, che dice anche che l’investitore esistente Andreessen Horowitz è coinvolto nel nuovo round. L’app si concentra su oggetti da collezione, come carte sportive, carte Pokémon, figurine Funko Pop e altri.

💰 Varo Bank ha raccolto un massiccio round di finanziamento Series E da 510 milioni di dollari guidato dal nuovo investitore Lone Pine Capital, valutando il business a 2,5 miliardi di dollari. La neobanca, che ora ha raccolto 992,4 milioni di dollari dalla sua fondazione nel 2015, l’anno scorso è diventata la prima neobanca statunitense a cui è stata concessa una carta bancaria nazionale.

💰 Fintech app Nuula, rivolta alle piccole imprese, ha raccolto 120 milioni di dollari di nuovi finanziamenti per costruire una “super app” che offrirà servizi bancari per le imprese, pagamenti, previsioni di flusso di cassa, monitoraggio del punteggio di credito, monitoraggio del sentimento dei clienti e altro ancora. Il finanziamento è stato una combinazione di 20 milioni di dollari in azioni da Edison Partners, e una linea di credito di 100 milioni di dollari da fondi gestiti dal Credit Group di Ares Management Corporation.

💰 La super app di confronto finanziario Jeff ha raccolto un’estensione di 1,5 milioni di dollari guidato da J12 Ventures per la sua app che opera in Vietnam e prevede di passare in Indonesia, seguita dalle Filippine.

💰 L’app britannica di food sharing OLIO ha raccolto 43 milioni di dollari in finanziamenti di serie B guidato dalla società di investimenti svedese VNV Global e dall’hedge fund newyorkese Lugard Road Capital/Luxor. L’app permette agli utenti di postare una foto di cibo indesiderato per condividerlo con il quartiere locale.

Mayk.it, un’app per la creazione di musica sociale fondata da ex allievi di TikTok e Snap, ha raccolto 4 milioni di dollari in finanziamenti seed e ha lanciato al pubblico. L’app permette agli utenti di produrre, possedere e condividere la musica che fanno con i loro telefoni. Gli investitori includono Greycroft, Chicago Ventures, Slow Ventures, firstminute, Steven Galanis, Randi Zuckerberg, i media YouTuber Mr. Beasts’ Night, la prima CMO di Spotify Sophia Bendz, Cyan Banister, l’artista T-Pain e il veterano dell’industria musicale Zach Katz, tra gli altri.

💰 Fertility tracking app Flo ha chiuso su 50 milioni di dollari in finanziamenti di serie B co-guidato da VNV Global e Target Global. Il round valuta il business a 800 milioni di dollari. Flo ha 200 milioni di utenti globali e sfrutta l’apprendimento automatico per fare previsioni del ciclo, offrire approfondimenti sulla salute e inviare avvisi sulla salute.

Nastro adesivo

Crediti d’immagine: Nastro adesivo

Nastro lancia un’app di registrazione musicale alimentata dall’intelligenza artificiale, progettata per essere una migliore alternativa all’uso dell’app Voice Memos integrata di Apple per le registrazioni veloci. L’app offre una varietà di caratteristiche, tra cui un suono di qualità superiore, il rilevamento automatico degli strumenti, il supporto per marcatori, note e immagini, e altro ancora, e in seguito si espanderà per includere funzioni di collaborazione. Rompe anche le registrazioni più lunghe su più righe, più come il testo avvolto, che crede sia più facile da lavorare rispetto a un lungo scorrimento orizzontale. Ma la caratteristica principale è il suo supporto per la qualità “Stereo HD”, che sfrutta due microfoni sui modelli più recenti di iPhone per migliorare la qualità del suono della registrazione. Questa caratteristica è un abbonamento di $20 all’anno, ma l’app è gratuita scarica su iOS. (Recensione completa qui.)

Marvel Unlimited (aggiornamento)

Crediti immagine: Marvel

L’app di abbonamento ai fumetti Marvel Unlimited è stata revisionata con l’ultima release. La versione aggiornata introduce 27 Infinity Comics, che sono fumetti verticali ad alta risoluzione per telefoni e tablet. Al lancio, questi includono serie come X-Men Unlimited, Captain America, Black Widow, Deadpool, Shang-Chi e Venom/Carnage. Entro la fine dell’anno, ce ne saranno 100 disponibili. L’app fornisce accesso a più di 29.000 fumetti. La versione aggiornata dell’app è stata ricostruita dalla DMED Technology, che ha lavorato a stretto contatto con la Marvel, per fornire una combinazione di nuove caratteristiche e tecnologie, che includono una migliore cura, ricerca, personalizzazione, velocità e prestazioni, così come il supporto per la lettura offline. DMED è il team all’interno di Disney Media & Entertainment Distribution che costruisce, gestisce e mantiene le applicazioni e i siti Disney che raggiungono 380 milioni di utenti a livello globale ogni mese, tra cui Marvel, ESPN, ABC News, ABC, Disney Now, Disney.com, National Geographic, FX, e altro ancora. (Recensione completa qui.)

ETA 3 (aggiornamento)

Crediti immagine: ETA

Lanciata per la prima volta nel 2014, ETA ha offerto un’app per Apple Watch che ha reso più facile ottenere il tempo di viaggio per i luoghi preferiti direttamente sul tuo polso. Ora, lo sviluppatore ha ricostruito ETA per trasformarla in una nuova app per Apple Watch. Con ETA 3, l’app è completamente indipendente dall’iPhone, tanto per cominciare. Puoi dare un’occhiata veloce alle tue posizioni e vedere il tempo di viaggio verso le tue destinazioni come casa, lavoro, scuola, aeroporto e tutte le altre che hai inserito. Ora supporta anche i tempi di percorrenza in bicicletta, oltre alla guida, alle passeggiate e al transito. E supporterà tutti i calendari, così potrai sincronizzare i tuoi appuntamenti con l’app per vedere il tempo di viaggio per il tuo prossimo incontro. Puoi anche organizzare i luoghi migliori in liste, sincronizzare gli allenamenti con Apple Health e altro ancora.

Suono spento

Crediti d’immagine: Suono spento

Una nuova app chiamata Suono spento offre un modo semplice per tenere un diario usando solo la tua voce. Ideale per coloro che amano pensare ad alta voce, l’app offre suggerimenti quotidiani che ti aiutano a iniziare quando non sai cosa dire. L’app si concentra su argomenti come la gratitudine, la felicità, la fiducia, le relazioni, la riflessione, le amicizie, il sonno, le abitudini, l’ansia, la famiglia e altro ancora, dandoti il tempo di riflettere e praticare la cura di te stesso. Le registrazioni vengono salvate localmente sul tuo iPhone, in modo che lo sviluppatore dell’app non possa accedervi, e vengono salvate di default usando iCloud.



Source link